Dicembre 22, 2020 0

Coronavirus: USPS lotta per tenere il passo con la crisi natalizia in mezzo alla pandemia di coronavirus – COVID-19

Coronavirus: USPS lotta per tenere il passo con la crisi natalizia in mezzo alla pandemia di coronavirus
 – COVID-19

I tuoi regali di Natale potrebbero arrivare un po ‘tardi quest’anno. Un anno record nella raccolta di pacchi combinato con una forza lavoro zoppicante a seguito di una pandemia globale ha creato la tempesta perfetta per il servizio postale degli Stati Uniti. La società ha registrato una crescita del 14% nella consegna dei pacchi rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, il tutto mentre al servizio manca una parte importante della sua forza lavoro. Secondo un nuovo rapporto del Washington Post, quasi 19.000 lavoratori postali hanno chiamato in malattia o sono in quarantena a causa della pandemia di coronavirus in corso mentre il numero di casi aumenta a livelli record.

“Aziende come FedEx e UPS hanno fatto cose piuttosto drammatiche per limitare il flusso, il volume dei pacchi attraverso il loro sistema”, ha detto il presidente della Package Coalition John McHugh al Inviare. The Package Coalition è un gruppo di advocacy a sostegno dei servizi postali e delle sue attività.

Ha aggiunto: “Il servizio postale non può e non lo farebbe. Affrontano tutti gli altri. Quindi puoi ben immaginare che coloro che vengono allontanati da FedEx, UPS e forse altri si rivolgeranno con ogni probabilità al servizio postale “.

Secondo i numeri diffusi dal giornale, l’ufficio postale è il terzo dei tre principali servizi di consegna del paese. All’inizio di questo mese, UPS consegnava il 96,1 percento dei suoi pacchi in tempo, mentre FedEx consegnava il 93,9 percento nei tempi previsti o in anticipo. USPS è stata quella a scendere al di sotto del 90 ° percentile, consegnando l’87,5% dei suoi pacchi e lettere in tempo.

Sebbene FedEx e UPS abbiano entrambi imposto alcune restrizioni sui pacchi all’inizio di questo mese, USPS ha continuato a ricevere circa sei milioni di pacchi e lettere al giorno.

“Stiamo facendo il meglio che possiamo”, ha detto il presidente nazionale dell’APWU (American Postal Workers Union) Mark Dimondstein. “Sappiamo che lo apprezzi. Questa è una lotta lunga e difficile. Chiediamo la vostra pazienza e nessun regalo ritardato dovrebbe togliere tempo prezioso alla famiglia e il motivo per cui le persone si riuniscono e festeggiano. Spero che tutto arrivi in ​​tempo. Ma se non lo fa, ci arriverà comunque “.

Il Inviare suggerisce anche che anche le iniziative di riduzione dei costi del direttore delle poste, il generale Louis DeJoy, hanno avuto un ruolo nel servizio lento, scelte che da allora sono state ribaltate da cinque tribunali federali separati.

Foto di copertina di Alexi Rosenfeld / Getty Images

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.