Dicembre 7, 2020 0

Coronavirus: Ultimo aggiornamento del Coronavirus: integratori come multivitaminici e vitamina D a basso rischio

Coronavirus: Ultimo aggiornamento del Coronavirus: integratori come multivitaminici e vitamina D a basso rischio

C’è finalmente un barlume di luce alla fine del tunnel molto lungo e buio che è il 2020. Il vaccino Pfizer / BioNTech sarà distribuito a partire da domani per gli ultraottantenni, gli operatori sanitari e i residenti delle case di cura. Lo sviluppo segna una svolta decisiva nella lotta al coronavirus, segnando l’inizio della fine.

Con 1,4 milioni di utenti che vi prendono parte, costituisce il più grande studio fino ad oggi sull’integrazione vitaminica e sul rischio COVID-19.

“Abbiamo cercato eventuali correlazioni tra l’assunzione di integratori e la segnalazione di risultati positivi per COVID-19 utilizzando un test PCR o sierologico, o con sintomi predittivi di COVID”, ha detto la ricercatrice capo, la dott.ssa Cristina Menni.

Ha continuato: “Abbiamo scoperto che multivitaminici, vitamina D, omega-3 e integratori probiotici hanno tutti un piccolo effetto protettivo contro i test positivi per il virus”, dice.

“Al contrario, non abbiamo riscontrato alcun effetto protettivo per gli altri integratori che abbiamo considerato come vitamina C, aglio e zinco”.

Tuttavia, quando Cristina e il suo team hanno suddiviso i risultati in base al sesso, è emerso uno schema interessante.

“Abbiamo scoperto che i multivitaminici, la vitamina D, gli omega 3 e gli integratori probiotici aiutavano tutti modestamente a proteggere le donne, ma non abbiamo visto lo stesso effetto protettivo costante per gli uomini. È stato un risultato sorprendente “, ha detto Cristina.

Cristina ha spiegato che gli integratori possono offrire una maggiore protezione per le donne a causa delle differenze nel sistema immunitario tra maschi e femmine.

“Potrebbe anche dipendere dalla segnalazione di pregiudizi, con un sesso che riporta la propria integrazione in modo più accurato, o un altro fattore per il quale non siamo stati in grado di adeguarci”, ha suggerito.

DA NON PERDERE
Trattamento contro la caduta dei capelli: il tè verde può prevenire la calvizie e sostenere la crescita dei capelli [TIPS]
Avvertimento sul diabete di tipo 2: il cosiddetto pane integrale che potrebbe aumentare lo zucchero nel sangue [INSIGHT]
Come vivere più a lungo: quattro abitudini da attuare nella tua vita per aumentare la longevità di 10 anni [ADVICE]

Tuttavia, quando Cristina e il suo team hanno suddiviso i risultati in base al sesso, è emerso uno schema interessante.

“Abbiamo scoperto che i multivitaminici, la vitamina D, gli omega 3 e gli integratori probiotici aiutavano tutti modestamente a proteggere le donne, ma non abbiamo visto lo stesso effetto protettivo costante per gli uomini. È stato un risultato sorprendente “, ha detto Cristina.

Cristina ha spiegato che gli integratori possono offrire una maggiore protezione per le donne a causa delle differenze nel sistema immunitario tra maschi e femmine.

“Potrebbe anche dipendere dalla segnalazione di pregiudizi, con un sesso che riporta la propria integrazione in modo più accurato, o un altro fattore per il quale non siamo stati in grado di adeguarci”, ha suggerito.

Non vale nulla che, sebbene lo studio abbia trovato una piccola correlazione tra integratori e ridotto rischio di COVID-19, ciò non conferma che gli integratori siano effettivamente responsabili.

Secondo i ricercatori, le persone che assumono vitamine e altri integratori potrebbero anche avere maggiori probabilità di prendersi cura della propria salute generale e intraprendere misure per evitare il virus, come indossare maschere e lavarsi spesso le mani.

Questo cosiddetto “bias sano” potrebbe spiegare perché le persone che assumevano integratori avevano meno probabilità di contrarre il virus, hanno detto.

“Se i nostri risultati fossero solo un riflesso dell’effetto bias salutare, ci aspetteremmo di vedere un effetto da tutti gli integratori che abbiamo esaminato, ma vediamo solo un effetto protettivo da multivitaminici, vitamina D, omega-3 e probiotici”, ha detto Cristina.

Coronavirus: sintomi chiave

Una delle strategie più robuste contro la cattura del coronavirus e la sua diffusione rimane la consapevolezza dei sintomi.

Secondo il SSN, i sintomi principali a cui prestare attenzione sono una febbre alta, una nuova tosse continua e una perdita o un cambiamento del senso dell’olfatto o del gusto.

“La maggior parte delle persone con coronavirus ha almeno uno di questi sintomi”, spiega l’ente sanitario.

Se hai uno dei principali sintomi del coronavirus:

  • Fai un test per verificare se hai il coronavirus il prima possibile.
  • Tu e le persone con cui vivi dovreste rimanere a casa e non ricevere visitatori fino a quando non ottenete il risultato del test – uscite di casa solo per fare un test.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.