Gennaio 14, 2021 0

Coronavirus: Terza variante di coronavirus autoctona trovata negli Stati Uniti, come dicono i ricercatori è emersa per la prima volta in Texas a MAGGIO

Coronavirus: Terza variante di coronavirus autoctona trovata negli Stati Uniti, come dicono i ricercatori è emersa per la prima volta in Texas a MAGGIO

ULTIME NOTIZIE: la terza variante di coronavirus autoctona si trova negli Stati Uniti poiché i ricercatori dell’Illinois affermano che è emersa per la prima volta in Texas a MAGGIO

  • Una terza variante interna del coronavirus è stata trovata negli Stati Uniti
  • I ricercatori dell’Illinois affermano che la prima apparizione di una nuova variante, chiamata 20C-U, è avvenuta in Texas nel maggio 2020
  • La variante non si è diffusa in modo significativo oltre i confini degli Stati Uniti ed è più diffusa nell’Upper Midwest

I ricercatori hanno scoperto la terza nuova variante del coronavirus negli Stati Uniti e affermano che potrebbe essere la più facilmente trasmissibile finora.

Un team della Southern Illinois University Carbondale ha tracciato la prima apparizione di una nuova variante, chiamata 20C-U, in Texas nel maggio 2020.

La variante porta diverse mutazioni, inclusa la proteina spike, che il virus utilizza per entrare e infettare le cellule umane.

Gli scienziati affermano che la variante non si è diffusa in modo significativo oltre i confini del paese, ma è più diffusa nell’Upper Midwest.

“Prevediamo che 20C-US potrebbe già essere la variante più dominante di SARS-CoV-2 negli Stati Uniti”, ha scritto il team in un articolo prestampato.

“L’evoluzione in corso di 20C-US, così come altre varianti dominanti specifiche della regione emergenti in tutto il mondo, dovrebbe continuare a essere monitorata con studi genomici, epidemiologici e sperimentali per comprendere l’evoluzione virale e prevedere i futuri esiti della pandemia.”

I ricercatori della Southern Illinois University Carbondale affermano che la prima apparizione di una nuova variante, chiamata 20C-U, è avvenuta in Texas nel maggio 2020 ed è più diffusa nell’Upper Midwest

20C-U è ora una delle crescenti liste di mutazioni scoperte in paesi come il Regno Unito, il Sud Africa e il Brasile.

La notizia arriva solo un giorno dopo che i ricercatori dell’Ohio hanno annunciato la prima scoperta di due varianti nostrane: una praticamente identica a una variante emersa nel Regno Unito e l’altra completamente unica negli Stati Uniti.

Il team, guidato dal dottor Keith Gagnon, professore associato di chimica e biochimica presso la SIU, ha notato per la prima volta la possibilità della nuova variante mentre esaminava i dati di sequenziamento del genoma dell’Illinois.

“Il tipo di dati è saltato fuori dalla pagina quando lo abbiamo guardato, quindi abbiamo iniziato a guardare i dati nazionali e successivamente i dati sulla sequenza del genoma mondiale”, ha detto Gagnon in un comunicato stampa.

‘È qui. L’abbiamo trovato. È decisamente autoctono e diffuso, e siamo i primi a caratterizzarlo. ‘

Con le prime dosi di vaccini recentemente approvati somministrati in tutto il paese, Gagnon ha detto che non è noto se il variante avrà un impatto sulla sua efficacia.

“Sulla base delle mutazioni fino ad ora, non credo che avrà un impatto significativo sull’efficacia del vaccino,” ha detto.

“Il problema è che il virus continua ad evolversi e da maggio ha acquisito tre mutazioni e due di esse si trovano nella proteina spike, una delle quali potrebbe influenzare il legame degli anticorpi. Ci sono molte incognite.

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.