Gennaio 13, 2021 0

Coronavirus: Sintomi del coronavirus: stanchezza o debolezza muscolare sono un segno

Coronavirus: Sintomi del coronavirus: stanchezza o debolezza muscolare sono un segno

La pandemia ha scioccato e sorpreso gli esperti sanitari, i governi e il pubblico in generale. La nuova variante attualmente in corso nel Regno Unito mostra che COVID-19 – la malattia causata dall’ultimo coronavirus – ha altre sorprese nella manica. Un altro sviluppo sorprendente durante la pandemia è stata la resistenza dei sintomi, che è stata descritta come “lunga COVID”.

Un nuovo studio fornisce ancora lo sguardo più definitivo sui sintomi COVID lunghi.

Nello studio di follow-up più ampio e più lungo condotto fino ad oggi per indagare sugli effetti persistenti del COVID-19, i ricercatori hanno scoperto che più di due terzi dei pazienti ospedalizzati riferiscono almeno un sintomo in corso sei mesi dopo aver contratto la malattia.

Il studia, pubblicato su Lancet, ha studiato gli effetti persistenti di COVID-19 su 1.733 pazienti ricoverati da Wuhan, in Cina.

Ogni paziente è stato seguito per almeno sei mesi.

LEGGI DI PIÙ: Sintomi del coronavirus: quanto tempo impiega il virus a trasformarsi in ‘lungo COVID-19’?

Un altro risultato chiave è stato che il grado di danno polmonare in corso sei mesi dopo era correlato alla gravità della malattia durante la fase acuta del ricovero dei pazienti.

“Poiché COVID-19 è una malattia così nuova, stiamo solo iniziando a comprendere alcuni dei suoi effetti a lungo termine sulla salute dei pazienti”, ha affermato Bin Cao, autore corrispondente del nuovo studio.

“La nostra analisi indica che la maggior parte dei pazienti continua a convivere con almeno alcuni degli effetti del virus dopo aver lasciato l’ospedale e sottolinea la necessità di cure post-dimissione, in particolare per coloro che soffrono di infezioni gravi”.

Cao ha aggiunto: “Il nostro lavoro sottolinea anche l’importanza di condurre studi di follow-up più lunghi in popolazioni più ampie al fine di comprendere l’intero spettro di effetti che COVID-19 può avere sulle persone”.

Quali sono i principali sintomi del coronavirus?

Secondo il SSN, i principali sintomi del coronavirus sono:

  • Una temperatura elevata: significa che ti senti caldo al tatto sul petto o sulla schiena (non è necessario misurare la temperatura)
  • Una nuova tosse continua: significa tossire molto per più di un’ora o tre o più episodi di tosse in 24 ore (se di solito si ha la tosse, potrebbe essere peggiore del solito)
  • Una perdita o un cambiamento del tuo senso dell’olfatto o del gusto: significa che hai notato che non puoi odorare o assaggiare nulla, o che le cose hanno un odore o un sapore diverso dal normale.

“La maggior parte delle persone con coronavirus ha almeno uno di questi sintomi”, spiega l’ente sanitario.

Come rispondere

Se hai uno dei sintomi principali del coronavirus, fai un test per verificare se hai il coronavirus il prima possibile.

Tu e le persone con cui vivi dovreste rimanere a casa e non ricevere visitatori fino a quando non ottenete il risultato del test – uscite di casa solo per fare un test.

Chiunque nella tua bolla di supporto dovrebbe anche rimanere a casa se sei stato in stretto contatto con loro dall’inizio dei sintomi o durante le 48 ore precedenti l’inizio.

Una bolla di sostegno è dove qualcuno che vive da solo (o solo con i propri figli) può incontrare persone di un’altra famiglia.

Posso trattare i miei sintomi a casa?

Al momento non esiste un trattamento specifico per il coronavirus (COVID-19), ma spesso puoi alleviare i sintomi a casa fino a quando non ti riprendi.

Tuttavia, come spiega il SSN, se hai una temperatura elevata, può aiutare a riposare molto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.