Dicembre 1, 2020 0

Coronavirus: Quasi il 40% degli operatori sanitari afferma che “non è probabile” che riceva un vaccino contro il coronavirus

Coronavirus: Quasi il 40% degli operatori sanitari afferma che “non è probabile” che riceva un vaccino contro il coronavirus

Quasi il 40% degli operatori sanitari afferma che è “ improbabile ” che riceverà un vaccino contro il coronavirus perché teme che i jab siano stati sviluppati troppo rapidamente per essere sicuri

  • Un recente sondaggio del CDC ha rilevato che il 37% degli operatori sanitari afferma di non essere “propenso” a ottenere il vaccino contro il coronavirus
  • Solo il 21% era “assolutamente certo”, mentre il restante 42% dichiarava di essere “molto” o “abbastanza” propenso a essere immunizzato
  • Medici e infermieri dicono di essere molto titubanti a causa della velocità con cui sono stati sviluppati i vaccini
  • Sono anche diffidenti a causa delle segnalazioni di interferenze politiche da parte di membri della Casa Bianca come il presidente Trump e il capo dello staff Mark Meadows

Anche se ci si aspetta che gli operatori sanitari siano il primo gruppo a ricevere il vaccino contro il coronavirus, alcuni sono diffidenti nel farlo.

Un recente sondaggio dei Centers for Disease Control and Prevention (CDC), condotto a settembre, ha rilevato che quasi il 40% “non è probabile” che riceva il jab una volta approvato.

Condiviso presso il incontro del suo comitato consultivo sui vaccini del 23 novembre, il sondaggio ha rilevato che solo il 21% ha dichiarato di essere “assolutamente certo” di essere vaccinato.

Il restante 42% ha affermato di essere “molto” o “piuttosto” probabile.

Medici e infermieri affermano di essere preoccupati per la velocità con cui i vaccini COVID-19 sono stati ricercati e sviluppati e per quanto possibile ingerenza da parte di personalità politiche per ottenere rapidamente le vaccinazioni.

Un recente sondaggio del CDC ha rilevato che il 37% degli operatori sanitari afferma di non essere “propenso” a ottenere il vaccino contro il coronavirus (sopra)

Medici e infermieri dicono di essere molto titubanti a causa della velocità con cui sono stati sviluppati i vaccini.  Nella foto: Mayra Fernandez, flebotomo della Miller School of Medicine dell'Università di Miami, si prepara a prelevare un campione di sangue da Julio Li come parte della sperimentazione sul vaccino contro il coronavirus di Moderna, 2 settembre

Medici e infermieri dicono di essere molto titubanti a causa della velocità con cui sono stati sviluppati i vaccini. Nella foto: Mayra Fernandez, flebotomo della Miller School of Medicine dell’Università di Miami, si prepara a prelevare un campione di sangue da Julio Li come parte della sperimentazione sul vaccino contro il coronavirus di Moderna, il 2 settembre

“Sono davvero titubante al riguardo”, ha detto la dott.ssa Kida Thompson, un medico di famiglia a El Paso, in Texas National Public Radio, Radio Pubblica.

“Per quelli di noi che fanno domande, ci sono solo molte domande.”

Thompson ha detto che generalmente riceve vaccini, incluso il vaccino antinfluenzale annuale, perché si sono dimostrati sicuri ed efficaci.

Tuttavia, ha affermato di non essere sicura di ottenere un colpo COVID-19 perché il processo tipicamente lungo anni ha richiesto solo 11 mesi per essere messo insieme.

È anche scettica riguardo ai messaggi della Casa Bianca, come quello del Ten. Gen. Paul A Ostrowski dell’operazione Warp Speed, il piano del governo per distribuire il vaccino contro il coronavirus.

Lunedì, ha detto MSNBC che ogni americano che vuole un jab ne avrà uno entro giugno 2021.

Inoltre, il capo del personale della Casa Bianca Mark Meadows ha convocato il commissario statunitense per l’alimentazione e la droga (FDA) Stephen Hahn per un incontro per spiegare “ perché non si è mosso più velocemente ” per approvare il vaccino contro il coronavirus di Pfizer Inc per uso di emergenza, ha riferito Axios.

“Veloce e gratuito non è uguale”, ha detto Thompson a NPR.

“L’intera faccenda è stata politicizzata sin dal primo giorno, e c’è una capacità di vendere”.

Questo non è il primo sondaggio che ha scoperto che è improbabile che gli americani ottengano il vaccino COVID-19 quando sarà disponibile.

Un recente sondaggio, condotto da Axios-Ipsos, ha scoperto che quasi sei persone su 10 non vogliono ricevere l’iniezione contro COVID-19 non appena sarà disponibile.

Inoltre, a sondaggio della Kaiser Family Foundation ha scoperto che più del 50 per cento ha dichiarato che non avrebbe ricevuto il colpo anche se fosse stato gratuito prima delle elezioni presidenziali.

Ma molte persone non pensavano che gli operatori sanitari avrebbero avuto bisogno di molto convincimento.

Il dottor Anuj Mehta, pneumologo presso il National Jewish Health di Denver e presidente del comitato per l’assegnazione dei vaccini COVID-19 del Colorado, ha detto a NPR che la sequenza temporale accelerata non dovrebbe causare preoccupazioni.

“La velocità non è dovuta al fatto che le persone stavano tagliando le curve, ma a causa dell’urgenza e del numero di persone che ci lavorano insieme”, ha detto.

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.