Novembre 3, 2020 0

Coronavirus: Più di 61.000 bambini sono risultati positivi al coronavirus la scorsa settimana con un aumento record

Coronavirus: Più di 61.000 bambini sono risultati positivi al coronavirus la scorsa settimana con un aumento record

Più di 61.000 bambini negli Stati Uniti sono risultati positivi al coronavirus la scorsa settimana: il totale più alto da quando è iniziata la pandemia, un nuovo rapporto trova.

Al 29 ottobre, 853.635 giovani sono stati diagnosticati con COVID-19, l’American Academy of Pediatrics (AAP) ha rivelato lunedì.

I casi pediatrici costituiscono l’11,1 per cento di tutte le infezioni negli Stati Uniti, un aumento di cinque volte rispetto a metà aprile, quando rappresentavano solo il due per cento.

Tuttavia, i ricoveri e il tasso di mortalità tra i bambini rimangono bassi, rispettivamente al 3,5% e allo 0,2%.

Al 29 ottobre, 853.635 bambini statunitensi sono risultati positivi al coronavirus, rappresentando l’11,1% di tutti i casi negli Stati Uniti

Nelle ultime due settimane, sono stati segnalati 61.447 casi di COVID-19 di bambini, un aumento del 15% rispetto alle due settimane precedenti e 10 stati hanno visto un aumento del 25%

Nelle ultime due settimane, sono stati segnalati 61.447 casi di COVID-19 di bambini, che rappresenta un aumento del 15% rispetto alle due settimane precedenti, e 10 stati hanno visto un aumento del 25%

Il Wyoming ha la percentuale più alta di casi di bambini cumulativi a oltre il 25% e il Nord ha il tasso più alto con circa 3.300 casi per 100.000 bambini.  Nella foto: Katelyn Evans (a destra) parla con sua madre Laurie Evans prima di ricevere un'iniezione durante la sperimentazione del vaccino contro il COVID-19 di Pfizer presso il Cincinnati Children's Hospital Medical Center, 14 ottobre

Il Wyoming ha la percentuale più alta di casi di bambini cumulativi a oltre il 25% e il Nord ha il tasso più alto con circa 3.300 casi per 100.000 bambini. Nella foto: Katelyn Evans (a destra) parla con sua madre Laurie Evans prima di ricevere un’iniezione durante la sperimentazione del vaccino contro il COVID-19 di Pfizer presso il Cincinnati Children’s Hospital Medical Center, 14 ottobre

“Questo è un chiaro promemoria dell’impatto che questa pandemia sta avendo su tutti, compresi i nostri bambini e adolescenti”, ha affermato la dott.ssa Sally Goza, presidente dell’AAP, in una dichiarazione.

“Questo virus è altamente contagioso e, poiché vediamo picchi in molte comunità, anche i bambini hanno maggiori probabilità di essere infettati.”

Secondo il rapporto, il tasso complessivo di casi di coronavirus pediatrico è di 1.134 infezioni ogni 100.000 bambini nella popolazione.

Tra il 22 e il 29 ottobre, sono stati segnalati un totale di 61.447 casi di COVID-19 di nuovi bambini.

Il salto da 792.188 a 853.635 significa che c’è stato un aumento del 7% nell’ultima settimana e del 15% nelle ultime due settimane.

Attualmente, ci sono 11 stati che riferiscono che il 15% o più dei loro casi cumulativi sono tra bambini (sopra)

Attualmente, ci sono 11 stati che riferiscono che il 15% o più dei loro casi cumulativi sono tra bambini (sopra)

Attualmente, ci sono 11 stati che segnalano che il 15% o più dei loro casi cumulativi sono tra bambini: Alaska, Kentucky, Minnesota, Montana, New Mexico, North Dakota, Oregon, South Carolina, Tennessee, Wisconsin e Wyoming.

Il Wyoming ha la percentuale più alta di casi cumulativi di bambini con oltre il 25% di tutti i casi dello stato tra i suoi residenti più giovani.

Solo due posti negli Stati Uniti – New Jersey e New York City – hanno riferito che meno del cinque per cento dei loro casi sono tra bambini.

Sedici stati segnalano più di 1.500 casi ogni 100.000 bambini: Alabama, Arkansas, Arizona, Iowa, Illinois, Louisiana, Minnesota, Montana, Mississippi, Nevada, North Dakota, South Carolina, South Dakota, Tennessee, Wisconsin e Wyoming.

Il Nord Dakota ha il tasso più alto con circa 3.300 casi ogni 100.000 bambini che vivono nello stato.

Inoltre, i maggiori aumenti di casi pediatrici si sono verificati principalmente nelle Great Plains e nelle montagne occidentali.

Dieci stati hanno registrato un aumento del 25% dei casi di bambini tra cui Alaska, Colorado, Kentucky, Montana, New Mexico, North Dakota, South Dakota, Utah, Wisconsin e Wyoming.

Al 29 ottobre, i bambini rappresentavano non più del 3,5% del totale dei ricoveri segnalati.

Il tasso di mortalità è di circa lo 0,2% con 108 decessi infantili confermati a causa del virus e 16 stati che non hanno segnalato decessi pediatrici.

“I dati disponibili indicano che il ricovero e la morte associati a COVID-19 sono rari nei bambini,” si legge nel rapporto.

“Tuttavia, è urgente raccogliere più dati sugli impatti a lungo termine sui bambini, compresi i modi in cui il virus può danneggiare la salute fisica a lungo termine dei bambini infetti, nonché i suoi effetti sulla salute emotiva e mentale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.