Settembre 22, 2020 0

Coronavirus: Meno del 40% degli americani prevede di ottenere un vaccino contro il coronavirus non appena sarà disponibile

Coronavirus: Meno del 40% degli americani prevede di ottenere un vaccino contro il coronavirus non appena sarà disponibile

Il numero di americani che affermano che non riceveranno il primo vaccino contro il coronavirus approvato negli Stati Uniti è in crescita, suggerisce un nuovo sondaggio.

Condotto da Axios-Ipsos, il rapporto ha rilevato che quasi sei persone su 10 non desiderano ricevere il colpo contro COVID-19 non appena sarà disponibile.

Si tratta di un aumento del 15% rispetto al 53% che ha riportato lo stesso sentimento alla fine di agosto.

Anche le percentuali di repubblicani e democratici disposti a prendere il primo colpo approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense sono diminuite nel corso di un mese.

Arriva quando gli Stati Uniti hanno registrato 200.000 morti a causa del coronavirus, più di qualsiasi altro paese al mondo, e teme che la FDA sia sotto la pressione politica del presidente Donald Trump per approvare un’immunizzazione prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre.

In un nuovo sondaggio, il 39% degli adulti statunitensi ha affermato che non è probabile che riceva il vaccino contro il coronavirus quando sarà disponibile, in calo rispetto al 53% intervistato il mese scorso (sopra) con cali visti anche tra repubblicani e democratici

Solo il 9% degli ispettori ha dichiarato di essere

Solo il 9% degli ispettori ha dichiarato di essere “molto probabile” di essere immunizzato con il primo vaccino disponibile, una diminuzione dal 17% ad agosto. Nella foto: i volontari ricevono il vaccino Moderna COVID-19 a Detroit, Michigan, il 5 agosto

Ci sono più di 170 candidati al vaccino contro il coronavirus in varie fasi di sviluppo in tutto il mondo, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.

Almeno nove sono attualmente in sperimentazione su larga scala sugli esseri umani per dimostrare che i colpi sono sicuri ed efficaci.

All’inizio di questo mese, è stato rivelato che i funzionari del CDC avevano detto ai funzionari della sanità statale di essere pronti a distribuire un vaccino entro la fine di ottobre o l’inizio di novembre.

Questo ha lasciato molti a temere che le norme di sicurezza ed efficacia saranno allentate al fine di ottenere un vaccino sul mercato il prima possibile.

Per il sondaggio, i risultati di un sondaggio di 1.100 adulti statunitensi intervistati tra il 28 agosto e il 31 agosto 2020 sono stati confrontati con le risposte di 1.008 adulti dal 18 settembre al 21 settembre.

Il mese scorso, il 53% degli intervistati ha dichiarato che sarebbe disposto a essere vaccinato contro il COVID-19 non appena sarà disponibile un jab.

Nell’indagine successiva, solo il 39% ha riferito sentimenti simili.

Axios ha anche riferito che solo il 9% degli ispettori ha dichiarato di essere “molto probabile” di essere immunizzato con il primo vaccino disponibile, un calo dal 17% ad agosto.

Un terzo degli intervistati ha affermato che “non era affatto probabile” che gli venisse data la possibilità, con un aumento dal 26%.

La resistenza ai vaccini è aumentata anche tra gli elettori di sinistra e di destra, mostra il sondaggio.

I democratici hanno visto il calo maggiore con il 43% che afferma che probabilmente riceverà il colpo non appena sarà disponibile, in calo rispetto al 56% del mese scorso.

Anche i repubblicani che hanno segnalato la loro probabilità di ricevere il primo colpo approvato sono scesi dal 49% al 41%.

Gli indipendenti sono scesi di soli due punti, dal 45% al ​​43%.

Il 30% degli intervistati ha dichiarato che avrebbe aspettato alcuni mesi prima di ricevere l'iniezione, mentre quasi un quarto ha dichiarato che non l'avrà affatto.  Nella foto: un manifestante tiene un cartello che dice 'Freedom No Lockdown Masks Tests Vaccine durante una dimostrazione fuori dal Campidoglio della California, 23 maggio

Il 30% degli intervistati ha dichiarato che avrebbe aspettato alcuni mesi prima di ricevere l’iniezione, mentre quasi un quarto ha dichiarato che non l’avrà affatto. Nella foto: un manifestante tiene un cartello che dice ‘Freedom No Lockdown Masks Tests Vaccine durante una dimostrazione fuori dal Campidoglio della California, 23 maggio

C’era una variazione tra quanto tempo dopo che il vaccino è diventato disponibile per la prima volta che i partecipanti hanno detto che sarebbero stati immunizzati.

La maggioranza, il 30%, ha dichiarato che avrebbe aspettato alcuni mesi prima del lancio nazionale, rispetto al 13% che ha dichiarato che sarebbe stato immunizzato immediatamente.

Circa un quinto ha detto che avrebbe aspettato almeno un anno e un quarto ha detto che non avrebbe ricevuto il colpo.

Delle persone che intendono sottoporsi al vaccino, quasi il 40% ha affermato di aspettarsi che venga somministrato dal proprio medico.

Circa il 17% si aspetta di ricevere il vaccino da un farmacista, il 6% dal proprio datore di lavoro e il 5% da un drive-thru.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.