Ottobre 21, 2020 0

Coronavirus: L’impennata di casi di coronavirus nel 75% degli Stati Uniti è una “tendenza angosciante” affermano i funzionari

Coronavirus: L’impennata di casi di coronavirus nel 75% degli Stati Uniti è una “tendenza angosciante” affermano i funzionari

L’impennata di casi di coronavirus nel 75% degli Stati Uniti è una “ tendenza angosciante ”, ma “ la speranza è in arrivo ” con i vaccini che si prevede saranno disponibili per gli americani vulnerabili entro la fine dell’anno, affermano i funzionari sanitari

  • Mercoledì, i funzionari del CDC e dell’HHS hanno tenuto una conferenza stampa sul COVID-19 ormai rara
  • I funzionari hanno riconosciuto una “ tendenza angosciante ” nell’aumento dei casi di coronavirus nel 75% degli stati degli Stati Uniti, incolpando la stanchezza pandemica e le riunioni che si spostano all’interno
  • Il segretario dell’HHS Alex Azar ha detto che “la speranza è in arrivo” sotto forma di vaccini che ottengono l’approvazione di emergenza nel giro di “settimane o mesi”
  • Ha detto che gli Stati Uniti dovrebbero avere dosi sufficienti per tutte le persone vulnerabili entro la fine dell’anno con abbastanza colpi per tutti gli americani che le vogliono entro la fine di marzo.

Mercoledì i funzionari sanitari statunitensi hanno promesso che “la speranza è in arrivo” sotto forma di vaccini COVID-19 e trattamenti previsti entro la fine dell’anno, ma hanno riconosciuto una tendenza al rialzo “angosciante” nei casi negli Stati Uniti.

Le infezioni da coronavirus sono in aumento in circa tre quarti degli Stati Uniti, ha affermato il dottor Jay Butler, vicedirettore per le malattie infettive presso i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Il dottor Butler, il direttore del CDC, il dottor Robert Redfield e il segretario del Dipartimento della salute e dei servizi umani (HHS), Alex Azar, hanno attribuito questo aumento a livello nazionale ai raduni che si spostano all’interno e alla scarsa aderenza alle linee guida per il controllo delle infezioni, come il mascheramento.

Hanno riposto le loro speranze sulla disponibilità di vaccini in “settimane o mesi”, oltre a trattamenti con anticorpi come quello che è stato somministrato al presidente Trump.

Quando è stato chiesto se la rottura di Trump con il dottor Anthony Fauci, il massimo esperto di malattie infettive, avrebbe minato la fiducia in un vaccino, Azar ha affermato che il conflitto non aveva nulla a che fare con l’affidabilità della scienza che guida la ricerca sui vaccini e ha sottolineato la serie di cinque controlli sulla sicurezza dei vaccini. ‘in atto nel processo di approvazione.

Azar si è anche difeso dalle accuse secondo cui la sua stessa agenzia aveva indebolito il CDC, affermando che i critici “ non hanno vissuto e [worked in] un’agenzia come questa e non riesco ad apprezzarla. ”

I funzionari del CDC e dell’HHS hanno affermato durante un briefing di mercoledì che l’aumento dei casi di coronavirus è “ angosciante ”, ma hanno affermato di prevedere un vaccino disponibile per gli americani vulnerabili entro la fine dell’anno

Il briefing con la stampa di mercoledì ha in gran parte riformulato le promesse e gli avvertimenti già fatti da HHS e CDC.

“La scorsa settimana, abbiamo visto quasi 60.000 casi al giorno e 700 morti”, ha detto Butler.

L’aumento dei casi stava accompagnando un senso di stanchezza e forse una falsa sicurezza dopo il numero relativamente basso di casi di fine estate e inizio autunno, con più persone che vedevano amici e parenti, ‘soprattutto perché questi incontri si stanno spostando all’interno e l’adesione alle coperture del viso potrebbe non essere ottimale “, ha aggiunto il dottor Butler.

“Ci stiamo tutti stancando degli impatti che COVID-19 ha avuto sulle nostre vite, ci stanchiamo di indossare maschere, ma continua ad essere importante come non lo è mai stato.”

Seguendo il suo avvertimento, Azar ha detto: “Mentre stiamo facendo progressi entusiasmanti su vaccini e terapie, vediamo le tendenze in tutto il paese.

“C’è speranza in arrivo sotto forma di vaccini sicuri ed efficaci nel giro di settimane o mesi”.

Ma ha aggiunto che le “tre W” – lavarsi le mani, guardare la distanza e indossare una maschera – sono il “ponte” tra le attuali condizioni di pandemia e l’arrivo dei vaccini.

I test sui vaccini realizzati da AstraZeneca e Johnson & Johnson sono sospesi negli Stati Uniti a seguito di potenziali eventi avversi.

Il capo dell’Operazione Warp Speed, il dottor Moncef Slaoui, ha dichiarato mercoledì che queste prove potrebbero riprendere la prossima settimana. I funzionari che hanno partecipato al briefing sono sembrati ignari della dichiarazione del dottor Slaoui.

I funzionari hanno detto di aver anticipato l’approvazione di uno o più vaccini e di avere dosi sufficienti per tutti gli americani “vulnerabili” entro la fine dell’anno.

Entro la fine di gennaio, Azar prevede che siano disponibili dosi sufficienti per tutti gli anziani e gli operatori sanitari.

Tutti gli altri americani che vogliono vaccinarsi contro COVID-19 dovrebbero essere in grado di farlo entro la fine di marzo, ha detto.

I funzionari hanno ribadito che la partnership tra il governo degli Stati Uniti e i giganti della farmacia Walgreens e CVS contribuirà a garantire che gli americani anziani nelle case di cura, così come il personale delle case di cura, abbiano accesso ai vaccini.

Tutti gli stati e i territori degli Stati Uniti hanno ora presentato i loro piani per la distribuzione di vaccini contro il coronavirus al CDC in attesa dell’approvazione di emergenza per uno o più colpi, hanno detto i funzionari.

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.