Gennaio 13, 2021 0

Coronavirus: L’esperto afferma che gli Stati Uniti possono fermare la diffusione del coronavirus entro GIUGNO

Coronavirus: L’esperto afferma che gli Stati Uniti possono fermare la diffusione del coronavirus entro GIUGNO

Il dottor Paul Offit (nella foto) afferma che crede che gli Stati Uniti possano tenere sotto controllo la pandemia di coronavirus entro giugno

Un esperto di salute pubblica afferma che gli Stati Uniti potrebbero essere in grado di controllare la diffusione del nuovo coronavirus entro questa estate.

Nonostante l’America abbia registrato il più alto numero di morti in un solo giorno con oltre 4.300 vittime, ha detto il dott. Paul Offit Il nuovo giorno della CNN è ottimista per diversi motivi.

Offit, direttore del Vaccine Education Center e medico della Divisione di malattie infettive del Children’s Hospital di Philadelphia, afferma che presto dovrebbero essere approvati due nuovi vaccini, il che accelererà il lancio nazionale.

Aggiunge che con il clima più caldo e l’arrivo dell’amministrazione Biden, gli Stati Uniti potrebbero essere in grado di interrompere la trasmissione di COVID-19 entro giugno.

Attualmente, ci sono solo due vaccini approvati per l’autorizzazione all’uso di emergenza negli Stati Uniti: uno da Pfizer e l’altro da Moderna.

Entrambi richiedono due dosi e vengono somministrati tra tre e quattro settimane l’uno dall’altro.

Tuttavia, Offit afferma che due vaccini “straordinariamente efficaci” sono “dietro l’angolo” di Johnson & Johnson e AstraZeneca / Università di Oxford.

I primi risultati mostrano che una singola dose del vaccino Johnson & Johnson ha indotto una risposta anticorpale nel 97% dei partecipanti, mentre il jab AstraZeneca ha dimostrato di essere efficace al 70,4% nel prevenire il COVID-19 sintomatico.

Dice che i siti di vaccinazione di massa aiuteranno ad accelerare il lancio così come i vaccini Johnson & Johnson e AstraZeneca, che non devono essere conservati nei congelatori.  Nella foto: una dose del vaccino AstraXeneca-0xford Covid-19 a Newcastle, in Inghilterra, il 13 gennaio

Dice che i siti di vaccinazione di massa aiuteranno ad accelerare il lancio così come i vaccini Johnson & Johnson e AstraZeneca, che non devono essere conservati nei congelatori. Nella foto: una dose del vaccino AstraXeneca-0xford Covid-19 a Newcastle, in Inghilterra, il 13 gennaio

Le vaccinazioni di massa combinate con il numero di persone che sono già state infettate aiuteranno anche ad avvicinare gli Stati Uniti all'immunità di gregge.  Nella foto: le persone aspettano in auto una vaccinazione contro il coronavirus in una nuova `` superstazione vaccinale '' a San Diego, l'11 gennaio

Le vaccinazioni di massa combinate con il numero di persone che sono già state infettate aiuteranno anche ad avvicinare gli Stati Uniti all’immunità di gregge. Nella foto: le persone aspettano in auto una vaccinazione contro il coronavirus in una nuova “ superstazione vaccinale ” a San Diego, l’11 gennaio

Il vaccino di J&J è un jab one-shot ed entrambe le società hanno realizzato iniezioni che possono essere conservate in frigorifero.

Ciò significa che saranno più facili da immagazzinare per le farmacie e altri centri medici perché non richiedono le temperature ultra fredde degli altri due vaccini.

Inoltre, avere un vaccino così facile da distribuire poiché i siti di vaccinazione di massa vengono istituiti in tutto il paese.

Luoghi simili a Citi Field, sede dei New York Mets; Gillette Stadium, sede dei New England Patriots; il Pennsylvania Convention Center e persino Disneyland.

Ciò significa che lunghe file di persone non dovranno aspettare negli ospedali e l’implementazione sarà accelerata.

“Stiamo finalmente iniziando a capire come amministrare di massa”, ha detto Offit alla CNN.

Offit aggiunge che la futura amministrazione del presidente eletto Joe Biden avrà politiche più rigorose di quelle dell'amministrazione Trump.  Nella foto: Biden si toglie la maschera per parlare durante un evento al Queen Theatre di Wilmington, Delaware, 8 gennaio

Offit aggiunge che la futura amministrazione del presidente eletto Joe Biden avrà politiche più rigorose di quelle dell’amministrazione Trump. Nella foto: Biden si toglie la maschera per parlare durante un evento al Queen Theatre di Wilmington, Delaware, 8 gennaio

Tra il numero di persone che sono state infettate, che Offit stima sia compreso tra 65 e 70 milioni, e quelle vaccinate, potrebbe essere raggiunta l’immunità di gregge.

“Questo è il 20 per cento della popolazione che quando viene riesposta a questo virus non si ammalerà”, ha detto.

Se almeno il 60 per cento della popolazione riceve il vaccino, ha aggiunto: “Allora penso davvero che entro giugno potremo fermare la diffusione di questo virus”.

Un altro fattore che dovrebbe aiutare a rallentare la diffusione è l’imminente clima più caldo in primavera e in estate.

I virus tendono a diffondersi meglio con il clima più freddo perché l’aria è meno umida e man mano che più persone si riuniscono in casa. Il coronavirus non è diverso.

E un maggio 2020 studia dal Mount Auburn Hospital di Cambridge, nel Massachusetts, ha scoperto che il tasso di trasmissione del coronavirus è rallentato quando la temperatura massima giornaliera ha raggiunto i 52 gradi.

“Il clima diventerà più caldo, quando il clima diventerà più caldo, il che rende molto più difficile per questo virus”, ha detto Offit.

Infine, Offit afferma che le politiche messe in atto dall’amministrazione entrante del presidente eletto Joe Biden contribuiranno a rallentare la diffusione.

L’approccio di Biden alla pandemia è stato drasticamente diverso da quello del presidente Donald Trump,

Trump ha ripetutamente minimizzato la gravità della pandemia, non ha mai incoraggiato il pubblico a indossare maschere e ha spinto per ottenere un vaccino approvato prima delle elezioni presidenziali del 3 novembre.

Ha anche detto diverse bugie, tra cui che le morti per suicidio sarebbero state più numerose delle morti per COVID-19 se l’economia avesse preso una svolta al ribasso, che l’epidemia sarebbe “scomparsa” o “svanita” e che il 99% dei casi è innocuo.

In confronto, Biden ha detto che chiederà a tutti di indossare una maschera nei suoi primi 100 giorni in carica e prevede di accelerare la distribuzione del vaccino.

Offit ha detto alla CNN che l’amministrazione di Biden “non è coinvolta in questo culto del negazionismo” e “affronterà questo problema a testa alta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.