Dicembre 8, 2020 0

Coronavirus: Le persone potrebbero ottenere vaccini contro il coronavirus “ mix and match ”, dicono i capi dei jab

Coronavirus: Le persone potrebbero ottenere vaccini contro il coronavirus “ mix and match ”, dicono i capi dei jab

I britannici potrebbero ottenere vaccini contro il coronavirus “ mescolati e abbinati ” per cercare di stimolare diverse parti del loro sistema immunitario.

Gli scienziati della Vaccine Taskforce del paese ieri hanno detto che avrebbero provato a dare alle persone una dose di un tipo di jab e poi un booster con un tipo diverso.

Tutti i vaccini prossimi all’approvazione – o già fuori linea – in Gran Bretagna necessitano di due dosi ciascuno per essere più efficaci nel prevenire il Covid-19.

Ma, poiché funzionano in modi diversi, ottenere dosi di jab diversi potrebbe “massimizzare” la risposta immunitaria e fornire una protezione migliore e più duratura.

Il capo della Vaccine Taskforce del Regno Unito, Kate Bingham, ha affermato che i ricercatori nel Regno Unito inizieranno le sperimentazioni di questo metodo, noto come “prime-boost eterologo”, il prossimo anno.

La Gran Bretagna diventerà oggi il primo paese al mondo ad iniziare a vaccinare il pubblico contro il Covid-19 con un jab fatto da Pfizer e BioNTech, che è stato approvato dal regolatore MHRA dopo che gli studi clinici hanno suggerito che fosse efficace fino al 95%.

Altri due vaccini – dell’Università di Oxford e AstraZeneca, e la società farmaceutica statunitense Moderna – hanno avuto anche sperimentazioni cliniche di successo. L’Oxford’s dovrebbe essere distribuito dal NHS entro la fine dell’anno.

Kate Bingham, presidente della Vaccine Taskforce del Regno Unito, è ritratta dopo aver ricevuto un vaccino contro il coronavirus prodotto dalla società statunitense Novavax, come parte di una sperimentazione clinica

I vaccini dall’Europa “arriveranno nel Regno Unito prima della Brexit”

Qualsiasi vaccino contro il coronavirus disponibile dall’Europa prima della fine dell’anno sarà in grado di arrivare nel Regno Unito prima della Brexit, ha affermato il responsabile della produzione per la task force del vaccino del Regno Unito.

Mentre il Regno Unito che lascia l’Europa aggiunge “ complessità ” al processo, sono in atto solidi piani per mitigare la Brexit.

Le prime dosi del vaccino Pfizer / BioNTech sono già arrivate dal Belgio e, se approvate, le dosi iniziali del jab Oxford dovrebbero essere spedite dalla Germania nel Regno Unito.

I lotti successivi del vaccino di Oxford saranno prodotti nel Regno Unito.

Ian McCubbin, responsabile della produzione per la task force, ha dichiarato: “Tutti i vaccini che saranno disponibili prima di Natale e alla fine dell’anno arriveranno nel Regno Unito in modo che li portiamo nel paese mentre siamo ancora in Europa”.

“Nel brevissimo termine porteremo questi vaccini nel paese prima che avvenga effettivamente la Brexit”.

Intervenendo a una conferenza stampa, Steve Bates, amministratore delegato della BioIndustry Association, ha aggiunto: “ Penso che in termini di Brexit sia un rischio noto che abbiamo gestito in questo programma, insieme a molti, molti altri.

‘Ovviamente, aggiunge complessità al processo, ma esiste un solido piano per percorsi alternativi e mitigazione per quelli, in atto.

“Non sono ancora stati testati, ma ci stiamo lavorando da un po ‘di tempo.”

Il Regno Unito si è assicurato più di 350 dosi di sette diversi vaccini, inclusi 40 milioni di dosi del vaccino Pfizer / BioNTech e 100 milioni di dosi del jab sviluppato da Oxford e AstraZeneca.

La sig.ra Bingham e colleghi della Vaccine Taskforce del Regno Unito hanno rivelato i loro piani per il processo misto lunedì in un briefing.

Dissero che l’idea era “non scienza missilistica” e che era una teoria di vecchia data che i vaccini avrebbero funzionato meglio in questo modo, ma non erano stati sperimentati nel mondo reale.

Potrebbero essere organizzati piccoli test che richiedono solo circa due mesi, hanno detto, con le persone che ricevono solo vaccini che si sono dimostrati sicuri ed efficaci da soli.

Potrebbero essere utilizzati solo vaccini approvati dal governo, ha affermato il vicepresidente della Taskforce, il dottor Clive Dix, esperto di scoperte di farmaci.

Il pensiero alla base è che diversi vaccini provocano diverse parti del sistema immunitario: le sostanze principali sono gli anticorpi e le cellule T.

La signora Bingham ha detto: “ Faresti un primo con un vaccino, come nel tuo primo colpo sarebbe con un formato di vaccino, e poi il secondo – che sia 28 giorni o due mesi, o qualunque sia il periodo concordato – sarebbe con un vaccino diverso.

“La ragione per farlo è, ad esempio, che i vaccini a base virale attivano una risposta cellulare molto maggiore rispetto, ad esempio, all’mRNA.

“Gli anticorpi bloccano l’assorbimento dei virus nelle cellule e i linfociti T identificano le cellule che sono state infettate e poi le eliminano, quindi idealmente vuoi avere entrambi.

“Quindi l’idea di provare a mescolare e abbinare è in modo da poter massimizzare la forza di quella risposta immunitaria per proteggere le persone dalle infezioni virali.”

Nello stesso briefing, i membri della Taskforce hanno affermato:

  • L’approvazione del primo vaccino mRNA al mondo è “la cosa più eccitante che è accaduta in vaccinologia da molto tempo”, ha detto il dott. Clive Dix;
  • Ci sono già più di quattro milioni di dosi del vaccino Oxford / AstraZeneca pronte per essere spedite nel Regno Unito e l’approvazione ufficiale è prevista per questo mese;
  • I vaccini Covid potrebbero diventare una necessità annuale se il virus persiste negli anni a venire e potrebbe essere unito al colpo di influenza, ha detto la signora Bingham;
  • Le persone che ricevono i vaccini contro il coronavirus saranno monitorate per anni per vedere se sviluppano effetti collaterali o se l’immunità svanisce;
  • La Brexit aggiungerà “ complessità ” alla spedizione di vaccini dall’Europa, ma le forniture nel 2020 non saranno interessate, ha affermato l’esperto di produzione Ian McCubbin.

Il vaccino Pfizer e BioNTech è uno chiamato vaccino mRNA. È il primo del suo genere ad essere mai stato approvato e funziona iniettando materiale genetico dal coronavirus nel corpo all’interno di una goccia di grasso.

Questo materiale genetico viene quindi assorbito naturalmente dalle cellule che costringe a produrre le proteine ​​”spike” che si trovano all’esterno del virus.

Questo lo fa sembrare il coronavirus e quindi innesca una risposta immunitaria nello stesso modo in cui farebbe l’infezione con la cosa reale.

Il vaccino di Moderna funziona allo stesso modo.

Quello di Oxford e AstraZeneca, tuttavia, è un tipo più tradizionale di jab che trasporta il materiale genetico in un innocuo virus di scimpanzé, chiamato adenovirus, invece della goccia di grasso.

La sig.ra Bingham ha aggiunto: “Chadox [Oxford’s vaccine], infatti, è stato sviluppato per questo … quindi non c’è niente di estremamente scientifico in questo, è solo che abbiamo la capacità di esplorarlo e lo faremo. ‘

Parlando ieri, ha anche aggiunto che la Gran Bretagna ha ottenuto il primo vaccino in uso in parte a causa di una decisione per toglierlo dalle mani della pubblica amministrazione.

Ha aggiunto: “È stato scomodo, ma portare esperti del settore privato al governo per portare a termine il lavoro rapidamente ha funzionato bene”.

La Bingham ha anche affermato che il Regno Unito ha potenziato le sue capacità nella produzione di vaccini dall’epidemia di Covid-19.

Ciò include l’espansione della capacità di un centro di produzione e innovazione di vaccini a Harwell, Oxfordshire, per consentirgli di produrre 70 milioni di dosi di vaccino pandemico in un periodo di sei mesi.

Nel frattempo, il dottor Dix, che lavora come CEO della società di scoperta di farmaci C4X Discovery, ha spiegato che i ricercatori inizierebbero provando combinazioni di colpi di Pfizer, Oxford e Moderna se fossero tutti approvati dall’MHRA.

“Possiamo farlo solo con vaccini approvati”, ha detto.

“L’idea è che si è sempre pensato che il potenziamento primario eterologo ti fornisse una risposta immunitaria migliore, ma nessuno lo ha mai fatto dal vivo.

“Dato che abbiamo a disposizione vaccini sicuri, dovremmo fare quello studio, perché così avremo la capacità di produrre effettivamente risposte immunitarie migliori.”

COME SI CONFRONTANO I VACCINI OXFORD, MODERNA E PFIZER / BIONTECH?

Moderna e Pfizer / BioNTech hanno entrambi rilasciato i risultati provvisori degli studi clinici della fase finale dei loro vaccini, suggerendo entrambi che sono estremamente efficaci.

L’Università di Oxford ha pubblicato i risultati della sua seconda fase, che mostrano che il jab provoca una risposta immunitaria ed è sicuro da usare – non è ancora chiaro quanto bene protegga dal coronavirus nel mondo reale.

Ecco come si confrontano:

PFIZER (USA) e BIONTECH (DE)

Vaccino mRNA – Il materiale genetico del coronavirus viene iniettato per indurre il sistema immunitario a produrre proteine ​​”spike” e imparare come attaccarle.

Vaccino mRNA – sia i vaccini di Moderna che quelli di Pfizer e BioNTech funzionano allo stesso modo.

Vaccino vettore virale ricombinante: un innocuo virus del raffreddore prelevato dagli scimpanzé è stato modificato per produrre le proteine ​​”spike” e assomigliare al coronavirus.

Efficace al 94,5% (90 positivi nel gruppo placebo, 5 positivi nel gruppo vaccino).

Efficace al 95% (160 positivi nel gruppo placebo, 8 positivi nel gruppo vaccino).

Efficace dal 62% al 90%, a seconda del dosaggio.

Moderna ha confermato che addebiterà ai paesi che effettuano ordini più piccoli, come i cinque milioni di dosi del Regno Unito, tra £ 24 e £ 28 per dose. Gli Stati Uniti si sono assicurati 100 milioni di dosi per $ 1,525 miliardi (£ 1,16 miliardi), suggerendo che costerà $ 15,25 (£ 11,57) per dose.

Gli Stati Uniti pagheranno $ 1,95 miliardi (£ 1,48 miliardi) per le prime 100 milioni di dosi, un costo di $ 19,50 (£ 14,80) per dose.

Costo previsto £ 2,23 per dose. La fornitura completa di 100 milioni di dosi nel Regno Unito potrebbe ammontare a soli 223 milioni di sterline.

Il Regno Unito ha ordinato cinque milioni di dosi che saranno disponibili da marzo 2021. Moderna produrrà 20 milioni di dosi quest’anno, che dovrebbero rimanere negli Stati Uniti.

Il Regno Unito ha già ordinato 40 milioni di dosi, di cui 10 milioni potrebbero essere disponibili nel 2020. Le prime vaccinazioni sono previste per dicembre.

Il Regno Unito ha già ordinato 100 milioni di dosi e dovrebbe essere il primo a ottenerlo una volta approvato.

Quali effetti collaterali provoca?

Moderna ha affermato che il vaccino è “generalmente sicuro e ben tollerato”. La maggior parte degli effetti collaterali erano lievi o moderati, ma includevano dolore, affaticamento e mal di testa, che erano “generalmente” di breve durata.

Pfizer e BioNTech non hanno prodotto una ripartizione degli effetti collaterali, ma hanno affermato che il comitato di monitoraggio dei dati “non ha segnalato alcun serio problema di sicurezza”.

Oxford ha detto che non ci sono stati seri problemi di sicurezza. Lievi effetti collaterali sono stati relativamente comuni in piccoli studi, con molti partecipanti che hanno riferito che il loro braccio faceva male dopo il jab e in seguito hanno sofferto di mal di testa, esaurimento o dolore muscolare. Vengono raccolti più dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.