Novembre 17, 2020 0

Coronavirus: Le persone che hanno acquistato armi da fuoco durante la pandemia di coronavirus hanno quasi il DUE VOLTE le probabilità di suicidio

Coronavirus: Le persone che hanno acquistato armi da fuoco durante la pandemia di coronavirus hanno quasi il DUE VOLTE le probabilità di suicidio

Sette americani su 10 che hanno acquistato armi da fuoco durante la pandemia di coronavirus si sono suicidati a un certo punto della loro vita, rendendoli due volte più a rischio degli altri proprietari di armi

  • I ricercatori hanno intervistato 3.500 adulti statunitensi, un terzo dei quali erano proprietari di armi
  • Circa il 70% dei proprietari di armi che hanno acquistato armi da fuoco durante una pandemia ha avuto pensieri suicidi per tutta la vita
  • In confronto, il 37% dei proprietari di armi da fuoco che non hanno effettuato un acquisto durante i blocchi ha riferito sentimenti simili
  • Si stima che circa 2,5 milioni di americani siano diventati proprietari di armi per la prima volta durante i primi quattro mesi del 2020

Le persone che hanno acquistato armi da fuoco durante la pandemia di coronavirus hanno maggiori probabilità di suicidarsi rispetto ad altri proprietari di armi, suggerisce un nuovo studio.

I ricercatori hanno scoperto che il 70% degli americani che hanno acquistato armi da fuoco negli ultimi mesi ha riferito di aver avuto pensieri suicidi per tutta la vita.

Questo era quasi il doppio del 37 per cento di proprietari di armi da fuoco che non avevano acquistato un’arma durante la pandemia che hanno riferito le stesse sensazioni.

Il team, della Rutgers University School of Public Health, nel New Jersey, afferma che le persone che hanno acquistato armi da fuoco a causa del COVID-19 potrebbero essere state guidate dall’ansia che porta all’ideazione suicida.

Un nuovo studio della Rutgers University School of Public Health, nel New Jersey, ha rilevato che il 70% dei proprietari di armi da fuoco che acquistano armi durante la pandemia ha avuto pensieri suicidi per tutta la vita. Nella foto: un impiegato di un negozio di armi mostra le armi ai clienti di SP Firearms Unlimited a New York City, il 6 agosto

Il dottor Michael Anestis, professore associato presso la Rutgers School of Public Health, afferma che più di 2,5 milioni di americani sono diventati proprietari di armi per la prima volta tra gennaio e aprile di quest’anno.

Solo nel marzo 2020, quando sono stati implementati per la prima volta gli ordini di soggiorno e i blocchi, sono stati acquistati circa due milioni di armi da fuoco.

“I possessori di armi da fuoco di solito non hanno più probabilità dei proprietari di armi da fuoco di provare pensieri suicidi”, ha detto.

È possibile che un gruppo a rischio più elevato stia guidando l’attuale aumento degli acquisti di armi da fuoco, introducendo il rischio di suicidio a lungo termine nelle case di persone che altrimenti potrebbero non aver acquisito armi da fuoco durante un periodo di isolamento sociale prolungato, incertezza economica e sconvolgimento generale.

Per lo studio, pubblicato su American Journal of Preventive Medicine, il team ha intervistato 3.500 americani.

Sono stati suddivisi in tre gruppi: proprietari di armi da fuoco che non hanno acquistato durante la pandemia, persone che hanno acquistato un’arma da fuoco durante la pandemia e non proprietari di armi da fuoco.

Circa un terzo dei partecipanti possedeva pistole.

È stato chiesto loro quali fossero le ragioni per l’acquisto di una pistola durante la pandemia, come conservassero le armi e se avessero mai pensato al suicidio.

I risultati hanno mostrato che, delle persone che hanno acquistato armi da fuoco durante la pandemia, il 70% aveva sperimentato pensieri suicidi per tutta la vita.

Durante l’anno precedente, 56 precedenti hanno sperimentato pensieri suicidi e il 25% nell’ultimo mese.

In confronto, solo il 37% dei proprietari di armi da fuoco che non hanno acquistato un’arma durante la pandemia ha avuto pensieri suicidi nella loro vita.

Ciò significa che i proprietari di armi avevano circa la metà delle probabilità di suicidarsi rispetto ai proprietari di armi durante la pandemia.

Inoltre, circa il 24% ha sperimentato pensieri suicidi nell’ultimo mese e circa il 25% nell’ultimo mese.

“Le persone che erano motivate ad acquistare armi da fuoco durante il COVID-19 potrebbero essere state guidate dall’ansia che le rende vulnerabili all’ideazione suicidaria”, ha detto il dottor Michael Anestis, professore associato presso la Rutgers School of Public Health.

“Sebbene ciò non garantisca un aumento dei tassi di suicidio, rappresenta un aumento del rischio insolitamente elevato, reso più preoccupante dal fatto che le armi da fuoco acquistate durante il COVID-19 possono rimanere nelle case oltre la pandemia.”

Inoltre, le persone che hanno acquistato un’arma da fuoco durante la pandemia avevano meno probabilità di non avere abitudini sicure per le armi da fuoco.

[such as switching between unloading their firearms and loading them before storage; using locking devices and then removing them; or switching between storing a firearm outside and inside the home.]

“L’aumento degli acquisti di armi da fuoco è preoccupante dato che il suicidio è tre volte più probabile nelle case con armi da fuoco e c’è un aumento di cento volte del rischio di suicidio di un individuo immediatamente dopo l’acquisto di una pistola”, ha detto Anestis.

“E un deposito pericoloso di armi da fuoco aumenta questo rischio.”

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.