Novembre 12, 2020 0

Coronavirus: La maschera facciale con rame “uccide il 90% del coronavirus” e sarà disponibile per i medici da CHRISTMAS

Coronavirus: La maschera facciale con rame “uccide il 90% del coronavirus” e sarà disponibile per i medici da CHRISTMAS

Alcuni medici in Gran Bretagna potranno indossare maschere specializzate con uno strato di nanocopper che uccide il coronavirus entro la fine dell’anno.

Le maschere per il viso vengono indossate per impedire al coronavirus e ad altri agenti patogeni di diffondersi da una persona all’altra catturando goccioline di saliva infettive.

Ma mentre le maschere chirurgiche standard a tre strati sono efficaci in questo, il virus può sopravvivere sulla sua superficie se non disinfettato o smaltito correttamente.

Uno scienziato della Nottingham Trent University ha progettato la maschera e la sua azienda, uno spin-off universitario chiamato Pharm2Farm, le sta ora producendo.

Il dottor Gareth Cave, un esperto di nanotecnologia, dice che le prime maschere saranno prodotte alla fine di questo mese prima di essere disponibili in commercio a dicembre.

Oltre ad essere certificato di tipo IIR – il gold standard per le maschere che assicurano che filtrino il 99,98% delle particelle – il materiale uccide il 90% delle particelle di coronavirus in meno di un’ora.

Scorri verso il basso per il video

Uno scienziato della Nottingham Trent University ha progettato la maschera e la sua azienda, uno spin-off universitario chiamato Pharm2Farm, sta ora commercializzando la maschera a cinque strati

Il dottor Gareth Cave, esperto di nanotecnologie, afferma che le prime maschere saranno prodotte alla fine del mese prima di essere disponibili in commercio a dicembre

Il dottor Gareth Cave, esperto di nanotecnologie, afferma che le prime maschere saranno prodotte alla fine del mese prima di essere disponibili in commercio a dicembre

Il rame è stato a lungo annunciato per le sue proprietà antivirali, con esperti che chiedono che venga utilizzato su carrelli della spesa e pomelli delle porte per arrestare la trasmissione.

La dott.ssa Felicity de Cogan dell’Università di Birmingham ha dichiarato a giugno che il rame si è mostrato promettente quando si tratta di uccidere il virus, il che significa che è improbabile che le persone che toccano queste superfici lo raccolgano sulle loro mani.

Dice che gli studi hanno scoperto che anche il metallo non ingegnerizzato è efficace al 99% nell’uccidere il virus dopo 2-6 ore.

È noto che il rame ha proprietà antimicrobiche intrinseche, ma il dottor de Cogan ha affermato che il periodo di tempo in cui lo fa è insufficiente per prevenire la diffusione del coronavirus nella comunità.

Il dottor Cave di Nottingham ha utilizzato la sua esperienza con la nanotecnologia per potenziare le proprietà antivirali del rame.

Una società britannica chiamata Copper Clothing, che vende una `` maschera facciale KN99 lavabile e riutilizzabile con infuso di rame '' per £ 29,99 (nella foto), afferma di avere la tecnologia per distruggere potenzialmente il virus su una superficie quasi istantaneamente

Una società britannica chiamata Copper Clothing, che vende una “ maschera facciale KN99 lavabile e riutilizzabile con infuso di rame ” per £ 29,99 (nella foto), afferma di avere la tecnologia per distruggere potenzialmente il virus su una superficie quasi istantaneamente

Ha creato uno strato di nanoparticelle di rame che è inserito tra due strati filtranti e due fogli resistenti all’acqua.

Un processo brevettato significa che gli ioni di rame vengono rilasciati se vengono a contatto con il coronavirus.

“È entusiasmante vedere la nostra tecnologia andare avanti e avere un impatto reale sulla lotta contro la diffusione del COVID-19”, ha affermato il dott. Cave.

‘La maschera che abbiamo sviluppato ha dimostrato di inattivare i virus al contatto; lo strato antivirale uccide il virus che è stato bloccato dagli strati del filtro.

“La sfida con le maschere chirurgiche convenzionali è che bloccano solo l’ingresso o l’uscita dal virus della maschera.

‘Non hanno un meccanismo attivo per ucciderlo una volta che è intrappolato nella maschera.

“La nostra nuova maschera antivirale è stata progettata per utilizzare la tecnologia barriera esistente e combinarla con la nostra nanotecnologia per uccidere il virus una volta che è intrappolato lì.

‘Abbiamo aggiunto lo strato barriera su entrambi i lati della maschera in modo che non solo protegga chi lo indossa ma anche chi lo circonda.

“Uccidendo il virus al contatto, significa anche che la maschera facciale usata può essere smaltita in modo sicuro e non può essere una potenziale fonte di trasferimento passivo”.

I ricercatori del MIT hanno recentemente svelato un concetto per una maschera facciale alimentata a batteria con una rete di rame che viene riscaldata a 194 ° F (90 ° C) (nella foto)

I ricercatori del MIT hanno recentemente svelato un concetto per una maschera facciale alimentata a batteria con una rete di rame che viene riscaldata a 194 ° F (90 ° C) (nella foto)

Se commercializzato, il dispositivo alimentato a batteria del MIT (nella foto) sarebbe probabilmente più costoso di una maschera in tessuto, una maschera chirurgica o un respiratore N95, hanno detto i ricercatori

Se commercializzato, il dispositivo alimentato a batteria del MIT (nella foto) sarebbe probabilmente più costoso di una maschera in tessuto, una maschera chirurgica o un respiratore N95, hanno detto i ricercatori

La maschera non è la prima a fare uso di strati di rame specializzati per prevenire la diffusione del Covid-19, ma è tra le prime ad utilizzarla insieme agli standard di Tipo IIR.

Una società britannica chiamata Copper Clothing, che vende una “maschera facciale KN99 lavabile e riutilizzabile con infuso di rame” per £ 29,99 ,.

Rory Donnelly, capo della ricerca e sviluppo presso Copper Clothing, ha detto a MailOnline che l’azienda ha progettato il rame per distruggere SARS-CoV-2.

Nei test clinici condotti dall’azienda, la loro forma unica di rame è risultata essere efficace al 99,8% in meno di un minuto e al 99,99% in meno di 10 minuti.

I ricercatori del MIT hanno anche recentemente svelato un concetto per una maschera facciale alimentata a batteria con una rete di rame che viene riscaldata a 194 ° F (90 ° C).

Se commercializzato, il dispositivo alimentato a batteria sarebbe probabilmente più costoso di una maschera in tessuto, una maschera chirurgica o un respiratore N95, hanno detto i ricercatori.

Tuttavia, la maschera riscaldata sarebbe l’ideale per situazioni in cui il rischio di esposizione virale era alto, come in un ambiente sanitario o su mezzi pubblici affollati.

Inoltre, non dovrebbe essere smaltito o sterilizzato dopo essere stato utilizzato.

COPPER VS COVID-19

I ricercatori del MIT non sono gli unici ad applicare il rame nella lotta contro il nuovo coronavirus.

Maschere e guanti realizzati da Copper Clothing di Caterham hanno dimostrato in test di laboratorio di uccidere il 99,99% delle particelle virali di SARS-CoV-2 che cadono sulla loro superficie entro 30 minuti.

Gli articoli funzionano sfruttando l’impatto biocida degli ioni di rame sulle cellule virali, un fenomeno che gli esperti chiamano “effetto oligodinamico”.

Nella foto: guanti di Copper Clothing, che aiutano a disattivare le particelle di coronavirus

Nella foto: guanti di Copper Clothing, che aiutano a disattivare le particelle di coronavirus

“Il rame è sempre stato un materiale forte da esplorare quando si tratta di prevenire la diffusione di infezioni perché ha proprietà oligodinamiche”, ha detto il consulente ostetrico Abdul Sultan del Croydon University Hospital.

Il signor Sultan ha già condotto tre studi clinici sulle applicazioni mediche del rame.

“È fantastico vedere organizzazioni che si uniscono per portare soluzioni innovative come questa per combattere batteri, funghi e virus per il futuro”, ha aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.