Novembre 4, 2020 0

Coronavirus: La FDA mette in guardia dal trattamento domiciliare del coronavirus utilizzando un concentratore di ossigeno

Coronavirus: La FDA mette in guardia dal trattamento domiciliare del coronavirus utilizzando un concentratore di ossigeno

La FDA mette in guardia contro il trattamento del coronavirus a casa con dispositivi “ concentratori di ossigeno ” che filtrano l’azoto dall’aria e possono causare “ tossicità ” e danni ai polmoni

  • La FDA ha messo in guardia contro l’uso di concentratori di ossigeno o pulsossimetri per il trattamento del coronavirus a casa
  • I concentratori di ossigeno, che non possono essere acquistati senza prescrizione medica, forniscono ossigeno supplementare filtrando l’azoto nell’aria
  • Inspirare troppo ossigeno può danneggiare i tessuti e le piccole sacche d’aria dei polmoni, che possono riempirsi di liquido o non gonfiarsi più
  • Funzionari sanitari affermano che i pulsossimetri, che misurano i livelli di ossigeno, possono fornire letture imprecise e non sostituiscono i test con tampone nasale COVID-19

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha messo in guardia contro l’uso di trattamenti con ossigeno a domicilio per il coronavirus.

In un aggiornamento del consumatore pubblicato venerdì, l’agenzia ha detto che gli americani non dovrebbero acquistare concentratori di ossigeno o pulsossimetri senza prima consultare un medico.

I funzionari sanitari affermano che i concentratori di ossigeno non possono essere venduti senza prescrizione medica e che respirare una quantità eccessiva di gas può causare danni permanenti ai polmoni.

Nel frattempo, i pulsossimetri, che misurano i livelli di ossigeno, possono fornire letture errate e non sostituiscono i test con tampone nasale per rilevare COVID-19.

La FDA avverte che l’uso di concentratori di ossigeno a casa può portare a respirare troppo ossigeno, che può danneggiare i tessuti polmonari e le piccole sacche d’aria dei polmoni (file immagine)

I funzionari sanitari affermano che i pulsossimetri, che misurano i livelli di ossigeno, possono fornire letture imprecise e non sostituiscono i test con tampone nasale COVID-19 (file immagine)

Funzionari sanitari affermano che i pulsossimetri, che misurano i livelli di ossigeno, possono fornire letture imprecise e non sostituiscono i test con tampone nasale COVID-19 (file immagine)

I concentratori di ossigeno sono dispositivi che si collegano alla parete o utilizzano batterie per purificare e distribuire l’aria per i pazienti che hanno bassi livelli di ossigeno nel sangue.

Normalmente, l’aria è composta per l’80% azoto e 20 percento di ossigeno. Per quelli con bassi livelli di ossigeno nel sangue, lottano per convertire l’aria normale in gas.

Il concentratore di ossigeno prende quest’aria e la purifica fino a ottenere una percentuale di ossigeno compresa tra il 90 e il 95 percento, che viene filtrata nel naso e l’azoto viene rilasciato nuovamente nell’aria.

Per acquistare questo dispositivo, i pazienti necessitano di una prescrizione del proprio medico che indichi i loro livelli di ossigeno per determinare quale dosaggio è necessario e per quante ore della giornata.

Molte persone con COVID-19 hanno bassi livelli di ossigeno e possono acquistare un concentratore di ossigeno nel tentativo di aumentare i loro livelli.

Ma la FDA avverte che questo può portare a tossicità da ossigeno, chiamata anche avvelenamento da ossigeno, che è quando si verifica un danno polmonare a causa della respirazione di troppo ossigeno supplementare.

Livelli di ossigeno troppo alti possono danneggiare i tessuti polmonari e gli alveoli, le piccole sacche d’aria dei polmoni, che possono riempirsi di liquido o non gonfiarsi più.

“Non dovresti usare un concentratore di ossigeno a casa a meno che non sia stato prescritto da un medico”, ha scritto la FDA.

‘Darsi ossigeno senza prima parlare con un medico può fare più male che bene. Potresti finire per prendere troppo o troppo poco ossigeno.

“Decidere di utilizzare un concentratore di ossigeno senza prescrizione medica può portare a gravi problemi di salute come la tossicità dell’ossigeno causata dal ricevere troppo ossigeno. Può anche portare a un ritardo nella ricezione del trattamento per condizioni gravi come COVID-19. ‘

La FDA afferma di aver ricevuto segnalazioni di concentratori di ossigeno venduti online senza prescrizione medica e ha sottolineato che non ha “approvato o autorizzato” la vendita o l’uso di alcun dispositivo senza il permesso di un medico.

I funzionari sanitari hanno anche messo in guardia contro il monitoraggio dei livelli di ossigeno con piccoli dispositivi noti come pulsossimetri.

Gli ossimetri riportano i livelli di ossigeno nel sangue utilizzando una misurazione della saturazione dell’ossigeno nota come saturazione dell’ossigeno capillare periferico o SpO2.

La FDA avvisa che gli utenti possono ottenere letture errate o imprecise se ne usano uno a casa e che le persone non possono fare affidamento esclusivamente su di loro per determinare se hanno l’infezione.

“In definitiva, le persone non dovrebbero pensare a un pulsossimetro come a un test di screening per COVID-19”, ha detto il dott. Tim Connolly, pneumologo presso Houston Methodist, in un post sul blog.

‘Avere un livello di ossigeno normale non significa che sei libero da infezioni. Se sei preoccupato per l’esposizione, è comunque necessario un test formale. “

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.