Novembre 25, 2020 0

Coronavirus: La FDA autorizza il test che misura il numero esatto di anticorpi contro il coronavirus che qualcuno ha

Coronavirus: La FDA autorizza il test che misura il numero esatto di anticorpi contro il coronavirus che qualcuno ha

La FDA concede l’approvazione di emergenza a un nuovo test in grado di misurare i livelli di anticorpi di un paziente che si ritiene ‘neutralizzino’ il coronavirus nella speranza di scoprire quanto è sufficiente per prevenire la reinfezione

  • La FDA ha autorizzato uno dei primi test che misurano il livello di anticorpi neutralizzanti il ​​coronavirus prodotti dal sistema immunitario
  • A differenza degli anticorpi leganti, che si attaccano solo al virus, gli anticorpi neutralizzanti impediscono al virus di entrare e infettare le cellule
  • I ricercatori affermano che il test fornisce risultati positivi corretti il ​​98,8% delle volte e risultati negativi corretti il ​​99,6% delle volte

La Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha autorizzato mercoledì uno dei primi di un nuovo tipo di test sugli anticorpi del coronavirus.

Salutato come ‘nuova generazione’ di test, ha la capacità di misurare il numero specifico di anticorpi neutralizzanti prodotti dal sistema immunitario, segnalato CNBC.

Precedenti test approvati dalla FDA hanno solo detto alle persone se avevano o meno COVID-19 e stima la presenza di anticorpi leganti, che si attaccano solo al virus.

I ricercatori affermano che il nuovo test può essere utilizzato per studiare se esiste un legame tra il livello di anticorpi neutralizzanti che qualcuno ha e l’immunità dall’essere infettati dal coronavirus in futuro.

Questi sono anche gli stessi anticorpi prodotti dopo una vaccinazione e il test può essere utilizzato per determinare quanto è ben protetto qualcuno dopo aver ricevuto un colpo di coronavirsu, il primo dei quali dovrebbe essere lanciato il mese prossimo,

La FDA ha autorizzato uno dei primi test che misurano il livello di anticorpi neutralizzanti il ​​coronavirus prodotti dal sistema immunitario (file immagine)

Il test, chiamato COVID-SeroKlir, è stato sviluppato da Kantaro Biosciences, LLC, una joint venture tra il Mount Sinai Health System di New York City e Renalytix, una società di diagnostica di intelligenza artificiale

Il dott. Erik Lium, chief commercial innovation officer presso Mt Sinai, ha detto alla CNBC che le aziende prevedono di produrre circa 10 milioni di test al mese.

“Riteniamo che il nostro test sia davvero uno dei primi di una nuova generazione di test sugli anticorpi che forniscono informazioni molto più significative a individui e medici sul fatto che un individuo sia stato infettato e abbia sviluppato una risposta immunitaria”, ha detto.

Gli anticorpi neutralizzanti sono prodotti da un tipo di cellula del sistema immunitario chiamata cellula B, che si trova nel midollo osseo.

Sono spesso confusi con anticorpi leganti, che si legano a un virus e segnalano la sua presenza al sistema immunitario.

Da lì, il corpo invia globuli bianchi per distruggerlo.

Ma gli anticorpi neutralizzanti possono attaccarsi a un virus e interferire con la sua capacità di infettare le cellule senza l’aiuto di altre cellule del sistema immunitario.

Impediscono all’agente patogeno di modificare la sua struttura e forma e non gli permettono di moltiplicarsi, neutralizzando così la sua capacità.

Conosciuti come anticorpi IgG, sono prodotti nelle ultime fasi dell’infezione e possono rimanere fino a mesi e forse anni dopo che una persona si è ripresa.

Secondo a comunicato stampa, il test degli anticorpi ha un tasso di sensibilità del 98,8% e un tasso di specificità del 99,6%.

Ciò significa che solo l’1,2% di tutti i test sono falsi positivi e lo 0,4% sono falsi negativi.

La FDA avverte che i test degli anticorpi non significano che le persone dovrebbero smettere di seguire misure come indossare maschere e distanziarsi sociali perché la relazione tra anticorpi e immunità è sconosciuta.

Ma Lium ha detto che COVID-SeroKlir potrebbe essere utilizzato per rilevare persone con alti livelli di anticorpi neutralizzanti che potrebbero essere in grado di aspettare di ricevere un vaccino COVID-19.

“Dal momento che comprendiamo la relazione tra la quantità di anticorpi che un individuo ha contro questi componenti chiave del virus e l’immunità, un test come questo può davvero iniziare a fornire tranquillità una volta che comprendiamo quella relazione nei prossimi mesi”, ha detto. CNBC.

Annuncio pubblicitario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.