Dicembre 8, 2020 0

Coronavirus: Johnson & Johnson potrebbe sapere se il suo vaccino contro il coronavirus a una dose funziona entro gennaio

Coronavirus: Johnson & Johnson potrebbe sapere se il suo vaccino contro il coronavirus a una dose funziona entro gennaio

Johnson & Johnson afferma che potrebbe avere i risultati del suo studio sperimentale sul vaccino contro il coronavirus in fase avanzata prima del previsto.

In un evento organizzato martedì dalla Federazione internazionale dei produttori e delle associazioni farmaceutiche, il direttore scientifico della società, il dott. Paul Stoffels, ha affermato che il team dovrebbe rilasciare i dati entro il mese prossimo.

“Siamo nel bel mezzo di uno studio di fase III e anche verso la fine … fino a 60.000 persone”, ha detto Stoffels.

‘Il numero sarà determinato dall’incidenza della malattia e, se molto alto, potremmo avere risultati prima del previsto.

“Ma puntiamo ai risultati di gennaio sia in termini di sicurezza che di efficacia e abbiamo già avviato alcune presentazioni in Europa.”

Viene rivelato che l’amministrazione Trump ha ordinato solo una quantità sufficiente di jab di coronavirus a due dosi di Pfizer Inc per vaccinare 50 milioni di americani e ha rifiutato di ordinarne altri la scorsa estate e ora Pfizer è tornato ordinato fino a giugno 2021.

Ciò significa che il vaccino di J&J, che richiede solo una dose, può aiutare a compensare il deficit se approvato dalla Food and Drug Administration (FDA) statunitense.

Il direttore scientifico di Johnson & Johnson, il dott. Paul Stoffels, ha affermato che i risultati della sperimentazione del vaccino contro il coronavirus in fase avanzata dell’azienda potrebbero essere prima del previsto ed è prevista per gennaio 2021. Nella foto: il vaccino sperimentale prodotto da Johnson & Johnson

Il vaccino di J&J richiede solo una dose e combina il materiale genetico del nuovo virus con il virus che causa il raffreddore per indurre una risposta immunitaria.  Nella foto: il logo Johnson & Johnson è visibile sopra un ingresso di un edificio nel loro campus a Irvine, California, agosto 2019

Il vaccino di J&J richiede solo una dose e combina il materiale genetico del nuovo virus con il virus che causa il raffreddore per indurre una risposta immunitaria. Nella foto: il logo Johnson & Johnson è visibile sopra un ingresso di un edificio nel loro campus a Irvine, California, agosto 2019

Stoffels ha rifiutato di rispondere se J&J sta negoziando prezzi più bassi per l’iniziativa COVAX dell’Organizzazione mondiale della sanità, che lavora con i produttori di vaccini per fornire ai paesi di tutto il mondo l’accesso ai jab una volta approvati.

“Al momento, COVAX è una combinazione di paesi ad alto, medio e basso reddito, quindi esiste un approccio diverso ai diversi livelli”, ha affermato.

Tuttavia, ha risposto a una domanda sui produttori di vaccini che non erano disposti a condividere la proprietà intellettuale e ha detto che si tratta di una falsa narrativa.

“Nel caso dei vaccini in questo momento, noi come aziende stiamo sviluppando una nuova tecnologia e ingrandendola allo stesso tempo”, ha detto Stoffels.

‘Quindi, al momento, non è proprietà intellettuale. Siamo nel bel mezzo dell’innovazione di una nuova tecnologia, che prima non esisteva, ma in questo momento ci stiamo concentrando su come rendere stabile la tecnologia da soli prima di trasferire le capacità ad altri “.

CHI PRENDERÀ IL VACCINO COVID-19 PER PRIMO E QUANDO LO RICEVERANNO?

Il vaccino della Pfizer è ora sulla buona strada per una potenziale approvazione di emergenza già questo mese, ma non andrà immediatamente a tutti gli americani.

Gli operatori sanitari potranno ottenere le prime dosi a dicembre o gennaio, ha detto il capo del Comitato consultivo per le pratiche di immunizzazione (ACIP), il dott. Jose Romero NATIONAL PUBLIC RADIO, RADIO PUBBLICA.

Successivamente, i lavoratori essenziali non sanitari come il personale della drogheria, gli anziani e le persone con condizioni sottostanti che li mettono ad alto rischio di COVID-19 grave probabilmente riceveranno il vaccino.

Probabilmente possono ottenere il vaccino all’inizio del prossimo anno.

Le persone anziane includono chiunque abbia più di 65 anni. Le persone con malattie cardiache, malattie renali, diabete, obesità, cancro e malattie autoimmuni sono considerate a rischio a causa della loro storia medica.

Non è chiaro in quale ordine questi prossimi tre gruppi saranno probabilmente vaccinati.

Il mese scorso il dottor Anthony Fauci ha affermato che il pubblico in generale inizierà probabilmente a ricevere vaccinazioni “ entro il primo trimestre del 2021, entro l’aprile del 2021 ”, ha detto. CBS Evening News.

I funzionari statunitensi non hanno ancora formulato raccomandazioni ufficiali su chi dovrebbe ricevere il vaccino COVID-19.

L’ACIP si riunirà e formulerà raccomandazioni entro 24-48 ore da un vaccino che ottiene l’autorizzazione per l’uso di emergenza dalla Food and Drug Administration (FDA).

I vaccini di J&J combinano il materiale genetico del nuovo virus con i geni dell’adenovirus – che causa il comune raffreddore – per indurre una risposta immunitaria.

È la stessa tecnologia utilizzata dall’azienda per realizzare un vaccino sperimentale contro l’Ebola per le persone nella Repubblica Democratica del Congo alla fine del 2019.

Attualmente, J&J è nella fase finale della sua sperimentazione clinica per determinare se è monodose sperimentale Il vaccino COVID-19 può proteggere dal virus.

Lo studio di fase III è uno dei più grandi studi al mondo sul vaccino contro il coronavirus finora, che ha testato l’iniezione fino a 60.000 volontari in più di 200 siti negli Stati Uniti, Sud Africa, Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Messico e Perù.

A differenza di quelli di altri produttori di farmaci, il vaccino di J&J non ha bisogno di essere congelato e potrebbe richiedere solo una dose invece di due.

Il CEO di Pfizer Albert Bourla ha affrontato questo problema durante l’evento, considerando che il vaccino della sua azienda deve essere conservato a -94F (-70C) e può essere in frigorifero solo per cinque giorni.

Tuttavia, ha detto che l’azienda ha speciali scatole isotermiche con un GPS all’interno di ciascuna di esse per tracciare

“Mi sento molto a mio agio sulla nostra capacità di distribuire il prodotto a -70 in questo momento”, ha detto Bourla.

“Penso che tutti vedranno presto che questa non è una sfida, almeno nei paesi in cui esistono infrastrutture di base come una strada, per esempio.”

Ha aggiunto che Pfizer sta lavorando a una nuova formulazione che non richiederà una conservazione ultra-fredda

Nonostante l’inizio dei test più tardi rispetto ad alcuni dei suoi concorrenti, Stoffels ha detto ai giornalisti a settembre che lo studio era abbastanza ampio da fornire risposte all’inizio del prossimo anno.

Ad agosto, il governo degli Stati Uniti ha firmato un accordo per pagare a J&J più di 1 miliardo di dollari in cambio di 100 milioni di dosi del suo vaccino.

Il l’ultimo contratto ha un prezzo di circa $ 10 per dose di vaccino, inclusi i precedenti $ 456 milioni che il governo aveva promesso a J&J per lo sviluppo del vaccino a marzo.

Ciò si confronta con i $ 19,50 per dose che gli Stati Uniti stanno pagando per l’immunizzazione sviluppata da Pfizer e dalla biotecnologia tedesca BioNTech SE.

Nel frattempo, si stima che il jab sviluppato da AstraZeneca e dall’Università di Oxford costerà tra $ 3 e $ 4 per dose.

Secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani degli Stati Uniti, i vaccini di J&J saranno gratuiti se utilizzati in una campagna di vaccinazione.

Ciò significa che il produttore di farmaci con sede nel New Jersey e AstraZeneca sono le uniche due società a impegnarsi a non prezzare le loro vaccinazioni a scopo di lucro.

L’annuncio afferma che, in base all’accordo, il governo degli Stati Uniti può ordinare una dose aggiuntiva di 200 milioni di vaccino.

J&J ha affermato che spera di produrre un miliardo di dosi nel 2021, se gli studi clinici dimostreranno che il suo vaccino è sicuro ed efficace.

“Stiamo aumentando la produzione negli Stati Uniti e in tutto il mondo per fornire un vaccino SARS-CoV-2 per uso di emergenza”, ha detto Stoffels all’epoca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.