Novembre 23, 2020 0

Coronavirus: Il vaccino contro il coronavirus di Oxford è efficace al 70%, i primi dati mostrano

Coronavirus: Il vaccino contro il coronavirus di Oxford è efficace al 70%, i primi dati mostrano

Un vaccino COVID-19 sviluppato dall’Università di Oxford e AstraZeneca ha mostrato “risultati positivi di alto livello” nei primi dati degli studi clinici, hanno annunciato i ricercatori lunedì. È il terzo vaccino a superare questo ostacolo cruciale, insieme a quelli realizzati da Pfizer e Moderna.

Finora il vaccino è stato efficace in media al 70%, hanno detto i ricercatori. I primi dati hanno fornito una sorpresa potenzialmente promettente: il vaccino è stato efficace al 90% per i volontari a cui è stata somministrata una mezza dose del vaccino seguita da una dose completa – un tasso di successo molto più alto rispetto a Efficace al 62%.

L’analisi iniziale era basata su 131 casi COVID-19 tra i partecipanti allo studio che avevano ricevuto il vaccino o un’iniezione di placebo. I dati sottostanti non sono stati ancora sottoposti a peer review o resi pubblici.

Gli studi, che si sono svolti nel Regno Unito e in Brasile, hanno anche dimostrato che il vaccino è stato molto efficace nel prevenire ricoveri o casi gravi di coronavirus. “Questi risultati mostrano che abbiamo un vaccino efficace che salverà molte vite”, ha detto in un comunicato stampa il professor Andrew Pollard, capo ricercatore della sperimentazione sul vaccino di Oxford.

A differenza degli studi Pfizer e Moderna, che hanno testato solo persone che hanno segnalato sintomi, i dati di AstraZeneca hanno anche mostrato che le infezioni asintomatiche sono state ridotte nel gruppo di pazienti che hanno ricevuto un vaccino, suggerendo che può aiutare a limitare la trasmissione. Lo studio AstraZeneca nel Regno Unito ha eseguito il tampone settimanale dei pazienti, fornendo maggiori informazioni su chi ha sviluppato le infezioni.

All’inizio di questo mese, Pfizer e Moderna hanno annunciato che le prove per i loro vaccini suggeriscono che sono efficaci per oltre il 90%. La Food and Drug Administration richiede che un vaccino sia efficace almeno al 50% prima di autorizzarne l’uso.

Il vaccino Oxford-AstraZeneca è più economico dei vaccini Pfizer o Moderna e può anche essere più facile da conservare e trasportare.

AstraZeneca sta richiedendo un “Elenco degli usi di emergenza” dall’Organizzazione mondiale della sanità per rendere rapidamente disponibile il vaccino nei paesi a basso reddito. La società ha detto che inizierà le discussioni con la FDA questa settimana sull’opportunità di sottoporsi formalmente alla revisione negli Stati Uniti.

I ricercatori hanno dovuto sospendere due volte lo studio sull’efficacia del vaccino, uno sviluppo che non è insolito negli studi clinici. A luglio, un paziente ha sviluppato la sclerosi multipla ea settembre un altro paziente ha sviluppato una malattia neurologica chiamata mielite trasversa. Non è stato scoperto che il vaccino ha causato nessuna delle due malattie e le prove sono riprese, portando ai risultati preliminari di oggi.

Nel suo rilascio dei dati, la casa farmaceutica ha affermato che “non sono stati confermati eventi di sicurezza gravi legati al vaccino”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.