Ottobre 1, 2020 0

Coronavirus: Il sopravvissuto al coronavirus soffre di una devastante perdita di capelli poiché gli esperti avvertono che lo spargimento post-Covid è diffuso

Coronavirus: Il sopravvissuto al coronavirus soffre di una devastante perdita di capelli poiché gli esperti avvertono che lo spargimento post-Covid è diffuso

Più impariamo sul Covid-19, più ci rendiamo conto che non è una malattia che i sopravvissuti si limitano a scrollarsi di dosso. Gli osservatori della pandemia stanno ora prestando molta attenzione al “lungo Covid”, o ai postumi di vasta portata che colpiscono le persone per mesi dopo l’infezione iniziale.

Membri del Gruppo Sindrome Post Covid su Facebook hanno finora segnalato oltre 170 sintomi a lungo termine, che vanno dalla stanchezza, visione offuscata, annebbiamento del cervello e dolori muscolari alla depressione, ansia, palpitazioni cardiache e acufeni.

E oltre a influenzare il corpo internamente, è chiaro che il coronavirus sta mettendo a dura prova anche l’aspetto esterno dei sopravvissuti. Ci sono segnalazioni di strane eruzioni cutanee, secchezza, prurito della pelle infiammata e, forse la cosa più traumatica di tutte, perdita di capelli.

I sopravvissuti al virus hanno riferito di aver trovato ciuffi di capelli nelle scarpate e nelle spazzole

Ciò che le persone vedono nelle spazzole per capelli e nelle scarichi è una condizione chiamata telogen effluvium, innescata dal virus. “I capelli non hanno funzioni essenziali”, spiega il tricologo Simone Thomas. “Quando il corpo combatte la malattia, conserva l’energia spostando i capelli dalla fase di crescita a quella di caduta”.

È normale che i malati di Covid sperimentino spargimento e diradamento graduali, a partire da settimane o addirittura mesi dopo la malattia iniziale, afferma il tricologo Mark Blake. “Le donne spesso notano che la loro coda di cavallo sembra più sottile. È normale perdere 100-150 capelli al giorno, ma alcuni clienti mi mandano i capelli in borse “.

Vedere più ciocche nel tuo pennello è un aspetto, ma Simone sta anche curando coloro che sono stati gravemente malati di Covid e hanno sviluppato telogen effluvium cronico. “Questo assomiglia al tipo di perdita visto dopo la chemioterapia, dove puoi vedere più cuoio capelluto e più capelli iniziano a cadere”, dice. È importante cercare una consulenza professionale se si verifica questo.

La buona notizia è che il telogen effluvium è un problema post-virale temporaneo e dovrebbe risolversi nel tempo man mano che il corpo si riprende. Tuttavia, può ancora essere molto angosciante per coloro che ne sono gravemente colpiti, come ci ha spiegato un malato.

Case Study: “Ho quasi perso la vita a causa di Covid, ora sto perdendo anche i miei capelli per questo”

Paula Dale
La sopravvissuta al coronavirus Paula Dale parla della sua battaglia con il virus e dei devastanti effetti collaterali.

Quando il Covid-19 ha colpito Paula Dale il 7 aprile, è arrivato senza preavviso. “Non ho avuto sintomi precedenti fino a quando non sono crollata a casa a Londra con una febbre alta e sono stata illuminata dalla luce blu al pronto soccorso del Kings College Hospital”, ricorda.

Dopo che è stato confermato che aveva il virus, Paula è stata ricoverata in un reparto generale Covid. “Ero circondato da altri che erano risultati positivi, ed è stato considerato a quel punto un paziente Covid relativamente ‘bene'”, dice.

Tuttavia, dieci giorni dopo le cose presero una svolta terrificante. “Sono crollata di nuovo con una temperatura vertiginosa negli anni ’40 e sono stata ricoverata in terapia intensiva”, dice. “Ero molto malato. Sono stato messo su un ventilatore e in coma indotto. “

Non ricorda nient’altro fino a quando non si è svegliata 15 giorni dopo. “Avevo ancora una tracheotomia, venivo alimentato attraverso un tubo nel naso. Non potevo parlare, non potevo camminare ei miei muscoli si erano consumati. Ci sono voluti quattro fisioterapisti solo per farmi sedere sul letto. L’unico modo in cui potevo comunicare era scrivere su una lavagna, ma la mia mano tremava così tanto che non riuscivo a formare correttamente le mie lettere. Il virus ha continuato a devastare quando ho avuto la polmonite nel polmone destro ed è collassato “.

In totale, Paula ha trascorso 102 giorni in ospedale e 47 giorni in terapia intensiva, combattendo dolori agonizzanti, stanchezza e affanno. “Il virus ha attaccato il mio cuore, i miei polmoni e reni”, dice Paula, che ha 50 anni. “È stata l’esperienza più straziante della mia vita.”

Fu solo quando finalmente fu abbastanza bene da lasciare l’ICU che scoprì che Covid aveva messo a dura prova un’altra parte del suo corpo.

Paula Dale
Dopo una lunga battaglia con il Coronavirus, Paula ha iniziato a sperimentare lo spargimento post-covid

“Quando sono stato ricoverato in un reparto generale, ho avuto un grave caso di ‘testata del letto’. Un infermiere molto gentile si è offerto di lavarmi i capelli per la prima volta in otto settimane e mezzo, ma prima ha dovuto tagliare i capelli arruffati e annodati dalla parte posteriore della mia testa. È stato solo dopo che ho iniziato a notare che il pennello era spesso con i capelli lunghi ogni volta che ho spazzolato. “

“Mentre giacevo nel mio letto d’ospedale, ho iniziato a vedere i miei capelli cadere ovunque: sul cuscino e sul lenzuolo. Quando mi passavo le dita tra i capelli, non era solo una ciocca qua o là che usciva dalla mia mano, erano interi ciuffi “.

Paula Dale
I capelli di Paula prima che contrasse il virus

Quando Paula si era ripresa abbastanza per tornare a casa, sperava che la sua perdita di capelli si sarebbe fermata, ma senza successo. “Sono passate sette settimane da quando ho lasciato l’ospedale e lo spargimento continua, soprattutto quando lo lavo”, dice. “Trovo grumi nella presa dopo la doccia. È stato un lento processo progressivo. Ora i miei capelli sono così sottili in cima che puoi vedere il cuoio capelluto e ho grandi aree calve nella parte posteriore della testa, probabilmente causate dall’attrito sul cuscino. La mia coda di cavallo è ora un quarto dello spessore di una volta. “

Per sviluppare la caduta dei capelli, dopo tutto, il trauma di combattere Covid è stato particolarmente crudele. “I tuoi capelli sono il tuo coronamento ed è un’esperienza molto personale e traumatica perderli”, dice.

Tuttavia, ha presto scoperto di essere tutt’altro che sola. “Ho iniziato a fare ricerche sulla ‘perdita di capelli Covid’ e ho scoperto che c’erano molte altre persone che soffrivano di una grave perdita di capelli mesi dopo aver contratto il Covid-19.”

Paula Dale
Alcune settimane dopo il ritorno a casa, Paula ha continuato a soffrire di perdita di capelli post-covid

Paula è ora una delle tante donne curate da Simone Thomas per la caduta dei capelli post-Covid. “Ha spiegato tutto in modo così semplice”, dice Paula. “Mi ha detto che, poiché ero stato così vicino alla morte a causa del Covid-19, il mio corpo aveva spento i follicoli piliferi per conservare l’energia affinché le funzioni essenziali continuassero”.

“Il mio caso è grave ma non insolito per le persone che hanno subito gli effetti cronici del virus. Simone mi ha dato moltissimi consigli, non solo sulla ricrescita dei capelli ma su ogni aspetto della salute per rendere nuovamente felice il mio corpo “.

Il programma di recupero dei capelli di Paula prevede test bioenergetici per identificare i numerosi squilibri causati da Covid e risolverli con l’integrazione e la dieta.

“La regola numero uno è bere molta acqua per prevenire la disidratazione, aumentare l’energia e scovare le tossine. Seguo anche una dieta a base di cibi integrali con molta frutta, verdura e cereali integrali. Sfortunatamente questo significa che devo limitare i cibi confezionati e da asporto, ma posso già vedere i benefici “.

Inoltre sta lentamente riacquistando la sua forza fisica sotto la guida dei fisioterapisti del “team di respirazione” del St Thomas ‘Hospital. “Sono fantastici”, dice. “Sto anche iniziando a incorporare alcuni esercizi di yoga molto delicati nella mia giornata.”

C’è ancora molta strada da fare, ma ci sono già promettenti segnali di ricrescita. “Il duro lavoro sembra dare i suoi frutti perché posso vedere piccole setole che iniziano ad apparire nella mia linea di separazione e nel picco della vedova. Simone dice che ci vorranno 12-18 mesi ma non c’è motivo per cui i miei capelli non si riprenderanno completamente alla fine “.

“Il processo di riparazione è difficile, ma attraverso l’intera esperienza Covid ho accettato ogni sfida e ho affrontato ogni giorno alla volta”, aggiunge. “Sono piccoli passi. Perdere i capelli sembra un altro test, ma è un altro percorso su cui devo camminare per il recupero. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.