Settembre 30, 2020 0

Coronavirus: Il rapporto afferma che è improbabile che il coronavirus si diffonda sulla metropolitana e sugli autobus di New York

Coronavirus: Il rapporto afferma che è improbabile che il coronavirus si diffonda sulla metropolitana e sugli autobus di New York

I ricercatori della metropolitana e del sistema di autobus di New York City corrono un basso rischio di essere infettati dal nuovo coronavirus, affermano i ricercatori.

Il rapporto, commissionato dall’American Public Transportation Association (APTA), ha esaminato il trasporto di massa in tutto il paese negli ultimi tre mesi.

Afferma che autobus e treni sono sicuri perché sono ben ventilati e le persone indossano maschere e non parlano durante i loro viaggi relativamente brevi.

Gli autori affermano che i tassi di infezione da COVID-19 sono legati alla diffusione del virus in una comunità piuttosto che al numero di persone che viaggiano sui suoi mezzi pubblici.

Tuttavia, ci sono stati diversi studi e documenti che sostengono che i sistemi di trasporto nelle grandi città come New York City hanno contribuito a diffondere il virus, in particolare durante i primi giorni della pandemia.

Un nuovo rapporto afferma che i pendolari della metropolitana e degli autobus di New York City hanno un basso rischio di contrarre il coronavirus durante le loro corse. Nella foto: persone con maschere facciali percorrono la metropolitana a Manhattan durante la pandemia di coronavirus, il 27 agosto

Tra giugno e agosto, le corse MTA sono aumentate da 1,25 milioni al giorno a 2,25 milioni mentre i casi sono scesi da 650 giornalieri a 250, afferma il rapporto (sopra)

Tra giugno e agosto, le corse MTA sono aumentate da 1,25 milioni al giorno a 2,25 milioni mentre i casi sono scesi da 650 giornalieri a 250, afferma il rapporto (sopra)

Sam Schwartz, la cui società di consulenza ha preparato il rapporto, ha affermato che i rischi sono bassi su treni e autobus perché le persone trascorrono brevi periodi di tempo su di essi.

Ha sostenuto che gli aeroplani, sui quali le persone trascorrono lunghi periodi di tempo, comportano rischi molto più elevati per i viaggiatori.

Schwartz ha detto che le persone affrontano rischi molto maggiori nei loro luoghi di lavoro che durante il tragitto per andare al lavoro.

“Tutto è a rischio, ma probabilmente i rischi sono maggiori sul luogo di lavoro o se vai al ristorante”, ha detto Il giornale di Wall Street.

Nel rapporto, i ricercatori hanno esaminato i casi COVID-19 a New York City e i passeggeri sul sistema di transito della città tra il 1 giugno e il 18 agosto 2020.

In quel periodo di tempo, il numero di viaggi in metropolitana e autobus è passato da 1,25 milioni al giorno a 2,25 milioni al giorno.

Nel frattempo, il numero medio di casi di coronavirus è sceso da circa 600 al giorno a circa 250 al giorno.

Il rapporto ha trovato situazioni simili a San Francisco, in California; Hartford, Connecticut; Columbus, Ohio; e Salt Lake City, Utah.

‘[There is] non è stata trovata alcuna correlazione diretta tra l’uso del trasporto pubblico urbano e la trasmissione di COVID-19 “, afferma il rapporto.

“I casi di studio sottolineano che i tassi di casi sono legati principalmente alla diffusione della comunità locale, piuttosto che correlati ai tassi di trasporto pubblico”.

L’APTA non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento di DailyMail.com.

Il traffico di passeggeri a New York è gravemente diminuito, secondo dati dalla Metropolitan Transit Authority (MTA), che gestisce i trasporti pubblici per lo stato.

Il rapporto sostiene che autobus e treni sono sicuri perché sono ben ventilati e le persone indossano maschere e non parlano durante i loro viaggi relativamente brevi

Il rapporto sostiene che autobus e treni sono sicuri perché sono ben ventilati e le persone indossano maschere e non parlano durante i loro viaggi relativamente brevi

Gli autori affermano che i tassi di infezione da COVID-19 sono legati alla diffusione del virus in una comunità piuttosto che al numero di persone che viaggiano sui suoi mezzi pubblici.

Gli autori affermano che i tassi di infezione da COVID-19 sono legati alla diffusione del virus in una comunità piuttosto che al numero di persone che viaggiano sui suoi mezzi pubblici.

Milioni di dollari sono stati spesi per pulire e disinfettare autobus, treni e aree ad alto contatto come i chioschi.  Nella foto: un appaltatore di pulizie MTA spruzza il disinfettante Shockwave RTU all'interno di un vagone della metropolitana di New York, il 23 maggio

Milioni di dollari sono stati spesi per pulire e disinfettare autobus, treni e aree ad alto contatto come i chioschi. Nella foto: un appaltatore di pulizie MTA spruzza il disinfettante Shockwave RTU all’interno di un vagone della metropolitana di New York, il 23 maggio

Il numero di utenti della metropolitana è diminuito di circa il 70%, quello degli autobus di circa il 50% e quello dei pendolari su rotaia è sceso di circa il 75% rispetto alla media mensile del 2019.

I funzionari hanno adottato diverse misure per garantire al pubblico che sia di nuovo sicuro guidare.

Milioni di dollari sono stati spesi per pulire e disinfettare treni, autobus e superfici ad alto contatto come chioschi e tornelli ed è stata applicata una multa di $ 50 per coloro che non indossano una maschera durante il viaggio.

“Questo rapporto si aggiunge al crescente corpo di prove che il trasporto di massa è sicuro con le adeguate salvaguardie di salute pubblica in atto”, ha detto Abbey Collins, una portavoce della MTA, in una dichiarazione a DailyMail.com.

Tuttavia, il dottor Jeffrey Harris, professore presso il Dipartimento di Economia del Massachusetts Institute of Technology non è d’accordo.

Ad aprile, Harris ha pubblicato un carta sostenendo che il sistema della metropolitana di New York City è stato uno dei più grandi – se non il più grande promulgatore – per la diffusione del COVID-19 durante i primi giorni della pandemia.

Ha detto al Journal che l’MTA non ha adottato misure di pulizia così rigorose a marzo e aprile 2020.

Harris ha aggiunto che nelle prime due settimane di marzo c’è stato un elevato numero di passeggeri sulle metropolitane, mentre allo stesso tempo si è verificato un “aumento rapido ed esponenziale delle infezioni”.

“Ci sono prove evidenti che l’esclusivo e imponente sistema di metropolitana di New York City sia servito da veicolo per propagare rapidamente il virus nei cinque distretti della città entro pochi giorni dall’arrivo dall’estero”, ha detto al giornale.

Gli accademici sostengono che tali misure di pulizia non erano in atto durante i primi giorni della pandemia, che è ciò che ha contribuito a diffondere il virus.  Nella foto: persone prendono la metropolitana del treno L nelle ore di punta a New York, l'8 giugno

Gli accademici sostengono che tali misure di pulizia non erano in atto durante i primi giorni della pandemia, che è ciò che ha contribuito a diffondere il virus. Nella foto: persone prendono la metropolitana del treno L nelle ore di punta a New York, l’8 giugno

Il rapporto avverte delle `` conseguenze sulla salute a lungo termine '' se il pubblico inizia a viaggiare in auto anziché sui sistemi di trasporto pubblico (sopra)

Il rapporto avverte delle “ conseguenze sulla salute a lungo termine ” se il pubblico inizia a viaggiare in auto anziché sui sistemi di trasporto pubblico (sopra)

I dati sugli utenti di MTA hanno anche mostrato che il traffico su ponti e tunnel è solo del 20% inferiore alla media del 2019, quasi tornato ai livelli pre-pandemici.

Ciò implica che, poiché i pendolari hanno evitato metropolitane, treni e autobus, sono passati all’uso di auto e taxi.

Il rapporto avverte delle “conseguenze sulla salute a lungo termine” se il pubblico inizia a viaggiare in auto anziché sui sistemi di trasporto pubblico.

“In base al miglio, i passeggeri hanno circa 20 volte più probabilità di subire un incidente mortale in un’auto rispetto a quando si utilizzano i mezzi pubblici”, hanno scritto gli autori.

“Inoltre, più tempo trascorso in macchina può portare a malattie da inattività, tra cui obesità, diabete e ipertensione. Da un punto di vista ambientale, le auto inquinano molto più del trasporto pubblico e aumentano l’impronta di carbonio di un viaggiatore. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.