Dicembre 3, 2020 0

Coronavirus: Il nuovo sistema di tracciamento potrebbe prevedere dove saranno i prossimi hotspot del coronavirus

Coronavirus: Il nuovo sistema di tracciamento potrebbe prevedere dove saranno i prossimi hotspot del coronavirus

Un nuovo sistema di sorveglianza globale potrebbe essere in grado di prevedere dove saranno i prossimi hotspot del coronavirus.

Sviluppato dai ricercatori della Northwestern University in Illinois, può monitorare dove si trova il virus, dove sta andando, quanto velocemente arriverà e se sta accelerando o meno.

Il suo rapporto più recente afferma che il Wisconsin è sulla buona strada per una “esplosione” di casi mentre la diffusione del virus sta “accelerando” nelle Hawaii, nel Maine e nel Vermont.

Il team afferma che il sistema, che verrà implementato in 195 paesi il 3 dicembre, può essere utilizzato per informare i leader locali, statali e federali dove si sta verificando l’epidemia prima che gli ospedali o gli obitori diventino sovraffollati.

La Northwestern University ha sviluppato un nuovo sistema di sorveglianza del coronavirus che seguirà dove si trova il virus, dove sta andando, quanto velocemente arriverà e se sta accelerando o meno (sopra)

Nel suo primo rapporto sugli Stati Uniti, ha rilevato che Hawaii, Maine (terzo da sinistra) e Vermont (estrema destra) hanno il più basso tasso di nuovi casi giornalieri ogni 100.000 persone, ma stanno assistendo a un'accelerazione

Nel suo primo rapporto sugli Stati Uniti, ha rilevato che Hawaii, Maine (terzo da sinistra) e Vermont (estrema destra) hanno il più basso tasso di nuovi casi giornalieri ogni 100.000 persone, ma stanno assistendo a un’accelerazione

Inoltre, è probabile che nel Wisconsin (estrema destra) si verifichi un'esplosione perché ha lo stesso numero medio di casi in California, ma quest'ultimo è 6,8 volte più grande

Inoltre, è probabile che nel Wisconsin (estrema destra) si verifichi un’esplosione perché ha lo stesso numero medio di casi in California, ma quest’ultimo è 6,8 volte più grande

“Ora possiamo identificare facilmente i focolai all’inizio”, ha affermato Lori Post, ricercatore capo e direttore del Buehler Center for Health Policy and Economics presso la Northwestern University Feinberg School of Medicine.

“Vuoi sapere dove sta accelerando la pandemia, quanto velocemente si sta muovendo e come si confronta con le settimane precedenti.”

Il primo rapporto del progetto, denominato GlobAl Sars-CoV2 Surveillance Project (GASSP), sarà pubblicato sul Journal of Medical Internet Research.

Il team afferma che gli attuali sistemi di sorveglianza misurano solo nuovi casi cumulativi e decessi piuttosto che un’accelerazione della trasmissione della malattia.

“Ad esempio, rispetto ad altri paesi, i Paesi Bassi sono un paese piccolo e non hanno lo stesso carico di lavoro di alcuni paesi più grandi come la Spagna”, ha affermato Post,

“Ma in questo momento hanno segnali allarmanti: maggiore velocità, accelerazione e jerk positivo e questo significa potenziale per una crescita esplosiva.”

Negli Stati Uniti, se i fattori mostrano che la situazione di uno stato è brutta, il sistema può restringere il campo al problema che si verifica a livello di contea.

Post afferma che ciò aiuterebbe i leader della contea a far rispettare le misure di mitigazione senza influire sull’economia dell’intero stato.

Nel primo rapporto a livello nazionale, il team ha dettagliato diversi risultati.

Attualmente, tre stati, Hawaii, Vermont e Maine, il tasso più basso di nuove infezioni giornaliere ogni 100.000 persone.

Tuttavia, tutti e tre stanno assistendo a un’accelerazione nei casi, il che significa che i leader devono applicare il mascheramento, l’allontanamento sociale, il controllo della folla e l’igiene prima di vedere un’esplosione.

Nel frattempo, nel Midwest, il Wisconsin rischia di subire un’esplosione. Lo stato ha il numero medio di nuovi casi al giorno come la California, nonostante la California sia 6,8 volte più grande del Wisconsin.

Inoltre, la California ha emesso un ordine di soggiorno a casa mentre il Wisconsin no.

E nel Mountain West, nel Wyoming [has several indicators over the past three weeks indicating their outbreak is going to get much worse.]

Gli autori affermano che la velocità non è sufficiente per monitorare la pandemia e che la chiave è misurare l’accelerazione.

Nello specifico, il sistema utilizza una misura nota come jerk, che esamina l’accelerazione di settimana in settimana.

Questo può aiutare i leader a mitigare la pandemia prima che lo stress sia posto sui sistemi sanitari.

“Se sei il governatore di New York, non è utile prevenire future epidemie osservando quante persone sono già state infettate dal nuovo coronavirus”, ha detto Post.

‘Vuoi sapere cosa sta succedendo ora e quali sono i probabili scenari nel prossimo futuro. Osservando la velocità, l’accelerazione e lo strappo, possiamo informare i leader su dove si sta verificando l’epidemia prima che si manifesti negli ospedali e negli obitori sovraffollati “.

Il team paragona il suo sistema di sorveglianza al controllo del traffico aereo che guida un aereo attraverso un temporale.

‘Il pilota non può vedere. Non sanno dove andare – hanno bisogno di informazioni “, ha detto Post.

«Dobbiamo guidare quell’aereo sugli strumenti. Allo stesso modo, dobbiamo informare i leader della sanità pubblica quando si verificano cambiamenti significativi nella pandemia. “

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.