Dicembre 3, 2020 0

Coronavirus: Il farmaco antivirale sperimentale ha interrotto la trasmissione del coronavirus nei furetti entro 24 ORE

Coronavirus: Il farmaco antivirale sperimentale ha interrotto la trasmissione del coronavirus nei furetti entro 24 ORE

Un nuovo studio suggerisce che un farmaco antivirale orale sperimentale ha completamente soppresso la trasmissione del coronavirus entro 24 ore.

I farmaci, chiamati molnupiravir, impediscono al virus di moltiplicarsi, impedendogli quindi di diffondersi in tutto il corpo.

I ricercatori hanno scoperto che il farmaco ha impedito ai furetti infettati con COVID-19 di diffondersi tra loro, ma quelli a cui non è stato somministrato il farmaco hanno diffuso la malattia.

Il team, della Georgia State University, afferma che se i dati possono essere tradotti agli esseri umani, significa che i pazienti COVID-19 a cui è stato somministrato il trattamento potrebbero diventare non infettivi entro un giorno.

I ricercatori hanno infettato sei furetti con coronavirus e ne hanno trattati tre con un farmaco antivirale sperimentale molnupiravir, quindi hanno ospitato due furetti non infetti ciascuno con un animale malato

Dopo il test ogni giorno per otto giorni, nessuno dei furetti che erano stati ingabbiati (barra blu) con animali trattati con il farmaco (barra rosa) si è ammalato

Dopo il test ogni giorno per otto giorni, nessuno dei furetti che erano stati ingabbiati (barra blu) con animali trattati con il farmaco (barra rosa) si è ammalato

Entro quattro giorni, tutti i furetti che erano intorno ad animali malati (linea rossa) trattati con placebo (linea nera) hanno contratto COVID-19

Entro quattro giorni, tutti i furetti che erano intorno ad animali malati (linea rossa) trattati con placebo (linea nera) hanno contratto COVID-19

“Questa è la prima dimostrazione di un farmaco disponibile per via orale in grado di bloccare rapidamente la trasmissione di SARS-CoV-2”, ha detto il dott. Richard Plemper, professore presso l’Istituto di scienze biomediche dello Stato della Georgia.

‘[Molnupiravir] potrebbe cambiare il gioco. ”

Molnupiravir è un farmaco antivirale sviluppato presso la Emory University, ad Atlanta, dalla sua società di innovazione farmaceutica, Drug Innovation Ventures at Emory (DRIVE) e poi acquisito da Merck & Co.

Inizialmente era destinato a trattare l’influenza e impedisce al virus di fare copie di se stesso creando errori durante la replicazione dell’RNA virale.

Un aprile 2020 studia ha scoperto che molnupiravir può prevenire e ridurre gravi danni polmonari nei topi infettati da coronavirus.

Il farmaco è attualmente in sperimentazione clinica di fase II / III in cui viene testato a tre diverse dosi ogni 12 ore per cinque giorni in pazienti COVID-19, ma i dati non dovrebbero essere disponibili almeno fino a maggio 2021.

Per il nuovo studio, pubblicato sulla rivista, Nature Microbiology, il team ha testato la capacità di molnupiravir di fermare la diffusione del virus nei furetti.

“Riteniamo che i furetti siano un modello di trasmissione rilevante perché diffondono prontamente SARS-CoV-2, ma per lo più non sviluppano una malattia grave, che ricorda da vicino la diffusione della SARS-CoV-2 nei giovani adulti”, ha detto l’autore co-principale, il dott. un borsista postdottorato presso lo Stato della Georgia.

I ricercatori hanno infettato sei furetti con SARS-CoV-2 e ne hanno trattati tre con il farmaco quando hanno iniziato a eliminare il virus dal naso.

Successivamente, il team ha preso 12 furetti non infetti e due ciascuno alloggiato in una gabbia con uno degli animali malati.

I furetti sono stati testati ogni singolo giorno per otto giorni. Nessuno dei furetti che erano in gabbia con animali trattati ha contratto il virus.

Tuttavia, entro il quarto giorno, tutti i furetti che erano ingabbiati con quelli non trattati con il farmaco si sono ammalati.

Con i casi e le morti che continuano a crescere negli Stati Uniti, fermare la diffusione nella comunità del virus sarà la chiave per frenare la pandemia fino a quando i vaccini non saranno ampiamente disponibili.

‘Lo abbiamo notato presto [molnupiravir] ha un’attività ad ampio spettro contro i virus dell’RNA respiratorio e il trattamento orale con il farmaco di animali infetti riduce la quantità di particelle virali emesse di diversi ordini di grandezza, riducendo drasticamente la trasmissione “, ha affermato Plemper.

‘Queste proprietà fatte [molnupiravir] un potente candidato per il controllo farmacologico di COVID-19. ”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.