Dicembre 18, 2020 0

Coronavirus: Il distretto del Surrey con il tasso di coronavirus in più rapida crescita sfugge al livello tre della contea

Coronavirus: Il distretto del Surrey con il tasso di coronavirus in più rapida crescita sfugge al livello tre della contea

L’unico distretto del Surrey in cui le infezioni da Covid sono cadute la scorsa settimana sarà costretto a un blocco locale di livello tre da sabato, nonostante la parte della contea in cui i casi stanno aumentando più velocemente sfuggendo alle regole più severe.

Runnymede, il distretto che contiene le città di pendolari Chertsey e Virginia Water, ha visto il suo tasso di casi di coronavirus per persona diminuire del 31% tra il 4 e l’11 dicembre, ma è ancora stato incluso nelle regole di livello tre della contea.

Nel frattempo a Waverley, intorno alle città di Farnham e Godalming, il tasso di casi è aumentato dell’84% nello stesso periodo, ma i residenti sono gli unici nella contea a non essere costretti a rispettare le regole più severe.

Il leader del Consiglio della contea di Surrey, Tim Oliver, ha detto che l’annuncio di oggi è “una notizia molto deludente” per i residenti e le imprese della contea.

La contea ha una popolazione di 1,19 milioni di persone, con circa 126.000 che vivono a Waverley ed esenti dalle regole di livello tre.

E la confusa divisione arriva quando i dati mostrano che 40 aree del Livello Tre hanno visto i loro tassi di infezione diminuire nella settimana terminata l’11 dicembre – con molte di loro che precipitano al di sotto della media nazionale e addirittura inferiori alle aree di Livello Due – ma devono rimanere nelle restrizioni più severe .

Il segretario alla sanità Matt Hancock oggi ha permesso solo a Bristol e al North Somerset di uscire dal blocco locale e riaprire pub e ristoranti, negando il privilegio a milioni di persone nel nord e nelle Midlands, molti dei quali sono bloccati da metà ottobre.

Tutto il Surrey tranne Waverley, in basso a sinistra del contorno rosso, entrerà nel livello tre a partire dalla mezzanotte di domani sera. Ciò nonostante un distretto di Waverley abbia il più alto tasso di infezione nella contea (la vasta area ombreggiata in viola scuro) e i casi in tutto il distretto siano quasi raddoppiati nell’ultima settimana

Waverley è sfuggito al terzo livello oggi nonostante il suo distretto di Wheelerstreet, Wormley e Hambledon abbia il più alto tasso di casi per persona dell’intera contea, con un tasso equivalente a 537 per 100.000 persone, con 39 casi diagnosticati la scorsa settimana.

Nel frattempo ci sono altri distretti con distretti che non hanno avuto casi nello stesso periodo, ma che saranno comunque costretti a entrare nel Livello Tre, come le aree di Bookham e Reigate.

E le persone a Guildford devono ora vivere sotto le restrizioni di livello tre anche se il vicino distretto di Rushmoor, che si trova nell’Hampshire, ha un tasso di infezione più alto che sta aumentando più velocemente – 158 per 100.000 rispetto a 191, con aumenti del 59% e più del doppio, rispettivamente.

Cinque degli 11 distretti del Surrey hanno tassi di casi inferiori alla media dell’Inghilterra (196 su 100.000), sebbene tutti tranne uno siano aumentati nella settimana terminata l’11 dicembre.

L’aumento di Waverley è stato il più grande della contea, ma il tasso finale di casi per persona rimane il più basso nel Surrey a 132 per 100.000 persone.

QUALI BOROUGH DI SURREY HANNO LE TARIFFE PIÙ ALTE DI CORONAVIRUS?

Casi per 100.000 persone, dalla settimana al 4 dicembre

Casi per 100.000 persone, settimana fino all’11 dicembre

Woking

Spelthorne

Epsom / Ewell

Surrey Heath

Tandridge

Runnymede

Elmbridge

Guildford

Reigate

Valle della Mole

Waverley

223.2

153.2

147.6

138.9

157.7

291.9

112.6

99.3

103.5

99.7

72

277.8

247.4

236.9

228.4

225.8

201.3

164.5

157.7

151.9

147.9

132.2

+ 24%

+ 61%

+ 61%

+ 64%

+ 43%

-31%

+ 46%

+ 59%

+ 47%

+ 48%

+ 84%

E poiché Runnymede è diminuito di più, ora è al sesto posto su 11 distretti con 201 su 100.000, scendendo dal peggiore infetto una settimana prima, quando era 292.

Le aree del Surrey hanno tassi di infezione molto al di sotto della media e inferiori alle aree di secondo livello.

Le aree rurali dentro e intorno alle colline del Surrey, come Horsley ed Effingham, che hanno avuto solo cinque casi nella settimana fino all’11 dicembre, Broadbridge Heath (sei) e Westcott Ockley e Capel (sei) devono tutte trasferirsi al livello tre.

Ciò significa che pub, ristoranti e caffè saranno costretti a chiudere e le persone potranno incontrarsi solo in spazi pubblici aperti come parchi e boschi.

Il consiglio di Waverley si è congratulato con i suoi residenti in un tweet pubblicato questo pomeriggio e l’ex segretario alla sanità Jeremy Hunt, che è deputato del distretto, ha ringraziato Matt Hancock alla Camera dei Comuni per averlo mantenuto nel secondo livello.

Ha detto: “Sono … grato che Waverley sia stato escluso dal passaggio in tutto il Surrey al Livello Tre in riconoscimento dei nostri tassi di infezione più bassi, anche se rimarremo vigili”.

Il Waverley Borough Council ha twittato: “Il resto del Surrey passerà al Tier 3 alle 12.01 di sabato 19 dicembre 2020. Complimenti a tutti per aver fatto la vostra parte e aver contribuito a mantenere bassi i livelli di casi Covid.”

La deputata conservatrice di Guildford, Angela Richardson, ha accolto con favore la mossa e ha detto: ‘Decisione giusta per i residenti di Waverley e una decisione che i parlamentari del Surrey hanno sostenuto congiuntamente per essere presa in considerazione, sulla base dei numeri. Notizie comprensibilmente difficili per il resto del Surrey, compresa Guildford.

Lunedì, prima che la decisione fosse confermata, il parlamentare di Woking Jonathan Lord ha individuato Waverley e la vicina Mole Valley come luoghi meno colpiti rispetto al resto della contea.

Ha detto: ‘Il coronavirus è in aumento nella maggior parte del Surrey, con Runnymede e Woking, purtroppo, i due distretti più colpiti.

«Waverley e Mole Valley, d’altro canto, rimangono bassi. Spero che non dovremo entrare nel Tier 3, ma sono sicuro che è in esame. ‘

La maggior parte delle parti del Surrey ha un tasso di infezione medio, mostrato in azzurro, mentre la contea è delimitata da tassi più elevati di coronavirus a Londra a nord e tassi più bassi nell'Hampshire e nel West Sussex

La maggior parte delle parti del Surrey ha un tasso di infezione medio, mostrato in azzurro, mentre la contea è delimitata da tassi più elevati di coronavirus a Londra a nord e tassi più bassi nell’Hampshire e nel West Sussex

Sebbene le sue previsioni si siano avverate per la maggior parte, Mole Valley è stata spazzata via dalle regole di Livello Tre: le infezioni lì sono aumentate del 48% nell’ultima settimana a 148 per 100.000, leggermente superiori a quelle di Waverley ma con un aumento maggiore.

Il leader del consiglio della contea del Surrey ha ammesso che il trasferimento era avvenuto alla fine di un “anno eccezionalmente difficile”.

QUATTRO SU CINQUE OSPEDALI SURREY MENO OCCUPATI DELL’ANNO SCORSO, DATI SUGGERISCONO

I dati del NHS mostrano che quattro delle cinque principali strutture ospedaliere del Surrey sono meno occupate rispetto all’inizio dell’inverno dell’anno scorso.

In media, gli ospedali avevano tra l’83 e il 97% dei letti occupati nella settimana terminata il 13 dicembre, rispetto a un intervallo compreso tra l’80 e il 99% nella settimana terminata l’8 dicembre dello scorso anno.

Le principali strutture ospedaliere che servono l’area sono Epsom e St Helier, Ashford e St Peter’s, Frimley Health, Royal Surrey County Hospital e Surrey e Sussex Healthcare.

Epsom e St Helier è l’unico trust più attivo quest’anno rispetto allo scorso dicembre, con l’83% dei suoi letti pieni, in media, durante la seconda settimana di questo mese.

Quello rispetto al 79,6 per cento dello scorso anno.

D’altra parte, Ashford & St Peters ha registrato il 93% in pieno rispetto al 99,4%; L’occupazione di Frimley Health era del 93% rispetto al 95%; Il Royal Surrey’s era dell’89% rispetto al 97%; e quello di Surrey e Sussex Healthcare era del 97% rispetto al 97,9%.

I capi del NHS hanno avvertito che gli ospedali devono affrontare pressioni uniche per il coronavirus che non si manifestano nei dati, come dover passare più tempo a separare i pazienti, cambiare DPI e pulire reparti e cliniche, e stanno affrontando tassi più elevati di malattia del personale, tutti fattori rendere gli ospedali più occupati di quanto sembri.

Oliver ha detto: ‘Dobbiamo agire rapidamente per salvare vite umane e impedire che i nostri servizi cruciali del NHS siano messi ancora più sotto pressione.

“Dobbiamo essere tutti estremamente vigili, compresi i residenti a Waverley, poiché la situazione può cambiare rapidamente e vogliamo impedire che entrino nel livello tre nel nuovo anno”.

I dati del NHS mostrano che quattro delle cinque principali strutture ospedaliere del Surrey sono meno occupate rispetto all’inizio dell’inverno dell’anno scorso.

In media, gli ospedali avevano tra l’83 e il 97% dei letti occupati nella settimana terminata il 13 dicembre, rispetto a un intervallo compreso tra l’80 e il 99% nella settimana terminata l’8 dicembre dello scorso anno.

Le principali strutture ospedaliere che servono l’area sono Epsom e St Helier, Ashford e St Peter’s, Frimley Health, Royal Surrey County Hospital e Surrey e Sussex Healthcare.

Epsom e St Helier è l’unico trust più attivo quest’anno rispetto allo scorso dicembre, con l’83% dei suoi letti pieni, in media, durante la seconda settimana di questo mese.

Quello rispetto al 79,6 per cento dello scorso anno.

D’altra parte, Ashford & St Peters ha registrato il 93% in pieno rispetto al 99,4%; L’occupazione di Frimley Health era del 93% rispetto al 95%; Il Royal Surrey’s era dell’89% rispetto al 97%; e quello di Surrey e Sussex Healthcare era del 97% rispetto al 97,9%.

I capi del NHS hanno avvertito che gli ospedali devono affrontare pressioni uniche per il coronavirus che non si manifestano nei dati, come dover passare più tempo a separare i pazienti, cambiare DPI e pulire reparti e cliniche, e stanno affrontando tassi più elevati di malattia del personale, tutti fattori rendere gli ospedali più occupati di quanto sembri.

La mossa del Surrey arriva in mezzo alla confusione in tutto il paese mentre spingeva enormi parti del sud-est dell’Inghilterra nel livello tre e si rifiutava di estrarre parti del nord e delle Midlands che erano già presenti.

Un totale di 38 milioni di persone – più di due terzi della popolazione inglese – vivono ora secondo le regole più dure in un blocco di fatto prima del Natale.

Questo nonostante il fatto che 40 aree rimaste nel Livello Tre abbiano visto i loro tassi di infezione scendere tra il 4 e l’11 dicembre, molte a livelli significativamente inferiori rispetto alle aree anche nel Livello Due e molto al di sotto della media dell’Inghilterra.

Nel North East Lincolnshire, ad esempio, i casi sono crollati del 29%, raggiungendo il 118 per 100.000 persone.

Norwich, nel frattempo, aveva un tasso di 135 e in aumento nella stessa settimana, ea Oxford era 180 per 100.000, in aumento del 36% rispetto a una settimana prima, ma entrambe le aree rimasero nel Livello Due.

E nel Derbyshire Dales, un’area rurale in cui si sono verificati solo 73 casi ogni 100.000 persone e in calo, ai residenti è stato detto che dovevano rimanere nel livello tre.

Bristol, nel frattempo, ha visto i suoi casi diminuire del 10% da 130 per 100.000 a 117, e gli è stato permesso di passare al Livello Due, nonostante un calo inferiore al 15% delle Dales e un tasso in definitiva più alto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.