Novembre 18, 2020 0

Coronavirus: Il costruttore, 51 anni, morto dopo essere caduto da una scala di 10 piedi è stato ucciso dal coronavirus

Coronavirus: Il costruttore, 51 anni, morto dopo essere caduto da una scala di 10 piedi è stato ucciso dal coronavirus

Un costruttore morto dopo essere caduto da una scala di 10 piedi è stato effettivamente ucciso da Covid-19, hanno affermato gli scienziati.

L’uomo, che non è stato nominato, ha subito lacerazioni alla fronte e contusioni al viso, al gomito e alla mano sinistra dopo essere caduto nel cortile di una casa familiare in costruzione.

I medici sono stati chiamati e portati di corsa al cantiere, in Croazia, e hanno cercato disperatamente di rianimarlo, ma è stato dichiarato morto sul posto.

È stato quindi effettuato un test per il coronavirus, come richiesto dalle linee guida mediche locali, ed è risultato positivo.

Un’autopsia ha rivelato che ampie sezioni dei suoi polmoni erano bloccate, portando i medici a diagnosticare la sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS).

La condizione pericolosa per la vita, che normalmente si traduce in ospedalizzazione, si attiva quando gli organi vitali non ricevono abbastanza ossigeno.

Gli accademici dell’Università di Zagabria hanno affermato che la malattia indotta da Covid aveva causato la sua caduta, il che significava che la morte doveva essere registrata come fatalità da Covid-19 secondo le linee guida dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Gli scienziati hanno affermato che le prove “inequivocabilmente” hanno portato il Covid-19 a essere incolpato della morte, ma non hanno specificato come.

Gli esperti oggi hanno suggerito che l’uomo potrebbe aver perso l’equilibrio mentre si arrampicava sui gradini, portando alla caduta, che avrebbe incolpato il Covid-19. Hanno aggiunto che salire una scala mentre soffrivo di ARDS era “l’ultimo posto in cui avrei voluto essere”.

Il costruttore, 51 anni, è risultato positivo al virus dopo la sua morte. Gli scienziati hanno detto che soffriva di sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS), innescata dal virus, che secondo loro lo aveva fatto cadere dalla scala. (Azione)

CHE COS’È LA SINDROME DA MALATTIA RESPIRATORIA ACUTA (ARDS)?

La sindrome respiratoria acuta, o ARD, è dove i polmoni non possono fornire abbastanza ossigeno agli organi vitali del corpo.

La condizione è pericolosa per la vita e la maggior parte delle persone che la sviluppano finiscono in unità di terapia intensiva. Molti sono già in ospedale quando questo accade.

Si attiva quando i polmoni si infiammano gravemente a causa di un’infezione, come Covid-19, o di una lesione. Ciò fa sì che il fluido dai vasi sanguigni vicini a fuoriuscire nelle sacche d’aria del polmone, impedendo al corpo di assorbire abbastanza ossigeno.

A causa della diminuzione della disponibilità di ossigeno, gli organi vitali iniziano a respirare in modo anaerobico – senza ossigeno – per creare energia sufficiente per continuare a lavorare.

Ma questo provoca un accumulo di acido lattico che, se in concentrazioni elevate, può innescare un arresto cardiaco o un’insufficienza d’organo.

Quali sono i sintomi dell’ARDS?

  • Polmonite o influenza grave;
  • Sepsi
  • Una grave lesione al torace
  • Inalazione accidentale di vomito, fumo o sostanze chimiche tossiche
  • Quasi annegamento
  • Pancreatite acuta: una condizione grave in cui il pancreas si infiamma in breve tempo
  • Una reazione avversa a una trasfusione di sangue

Fonte: NHS

I medici hanno detto che inizialmente erano sospettosi che si fosse verificata una lite tra l’uomo e i suoi colleghi, che avevano vissuto insieme per dieci giorni, perché nessuno aveva visto l’uomo cadere dalla scala.

Ma dopo che un’autopsia ha rivelato gravi danni ai polmoni, hanno detto che potevano escluderlo.

L’uomo aveva sofferto di mal di testa, stanchezza, febbre, tosse, fastidio al torace e mancanza di respiro nella settimana prima della sua morte, hanno detto i suoi colleghi.

Gli avevano chiesto di andare da un medico, ma lui aveva rifiutato il loro consiglio.

L’uomo aveva anche il diabete di tipo 2 ed era un fumatore, il che aumentava il rischio di morte per Covid-19.

La decisione di attribuire la morte al coronavirus è stata presentata in uno studio del Journal of Forensic Pathology dai patologi guidati da Velibor Puzovic dell’ospedale generale di Dubrovnik.

Il CHI definisce un decesso da Covid come uno “derivante da una malattia clinicamente compatibile, in un caso Covid-19 probabile o confermato”.

Ma l’organizzazione afferma anche che i decessi in cui esiste una “chiara causa alternativa” non dovrebbero essere attribuiti al virus.

MailOnline ha contattato l’OMS per un commento sul fatto che la morte sia stata registrata correttamente, ma non ha ancora ricevuto risposta.

Il professor Paul Hunter, esperto di medicina presso l’Università dell’East Anglia, ha affermato che avrebbe attribuito la fatalità al coronavirus se avesse firmato il certificato di morte.

“Quindi, a prima vista, probabilmente potrebbe non soddisfare i criteri (per una morte da Covid-19)”, ha detto a MailOnline.

‘Ma perché è caduto dalla scala? È stato un attacco di cuore causato da Covid-19 (questi si verificano) o era malato e tremante per la sua sindrome da distress respiratorio acuto (ARDS) e questo ha portato alla sua caduta?

‘Se avessi ARDS, la cima di una scala non è dove vorrei essere.

Guardando il rapporto post mortem, la gravità del polmone e altri cambiamenti dovuti al Covid-19 sarebbero sufficienti per portare alla morte e dicono che le lesioni da caduta probabilmente non erano in pericolo di vita di per sé.

‘E sebbene avesse solo 51 anni aveva molte condizioni mediche preesistenti. Così alto rischio di morte per Covid-19. ‘

Ci sono preoccupazioni significative che il numero di morti per Covid-19 possa essere stato gonfiato in modo eccessivo in tutto il mondo a causa di un conteggio errato.

Questo è l'interno dei suoi polmoni dalla carta.  Gli scienziati hanno affermato che vaste aree erano piene di liquido, che influiva sulla fornitura di ossigeno ai suoi organi vitali

Questo è l’interno dei suoi polmoni dalla carta. Gli scienziati hanno affermato che vaste aree erano piene di fluido, che influiva sulla fornitura di ossigeno ai suoi organi vitali

La Croazia ha registrato 1.113 morti a causa del virus dall’inizio della pandemia e un totale di oltre 87.400 casi.

Il ministro della salute del paese Vili Beros ha escluso un ulteriore blocco la scorsa settimana, ma ha affermato che avrebbe imposto restrizioni più severe se i casi continuassero ad aumentare.

“Un altro blocco o il coprifuoco è fuori questione”, ha detto.

I residenti sono attualmente tenuti a indossare maschere per il viso nei taxi, nei negozi e sui mezzi pubblici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.