Novembre 24, 2020 0

Coronavirus: I volontari sanitari che si sono iscritti alla crisi del coronavirus potrebbero essere tenuti nella ‘Riserva del NHS’

Coronavirus: I volontari sanitari che si sono iscritti alla crisi del coronavirus potrebbero essere tenuti nella ‘Riserva del NHS’

I volontari del NHS che si sono iscritti durante la crisi del coronavirus potrebbero essere tenuti nei libri contabili e “ richiamati ” durante le future crisi di salute pubblica o di personale.

Una riserva del SSN, simile a quella utilizzata dai militari e dalla polizia in caso di emergenza, può essere istituita secondo i piani allo studio del Numero 10.

Più di 47.000 ex operatori sanitari, tra cui medici e infermieri in pensione, si sono iscritti alla chiamata del NHS per i volontari quando un afflusso di pazienti Covid-19 ha iniziato a riempire i reparti ospedalieri ad aprile.

Altre 750.000 persone senza esperienza clinica si sono offerte volontarie per aiutare con cose come portare persone in ospedale o consegnare generi alimentari a persone che si isolavano da sole.

Un disegno di legge lanciato da Alan Mak, il parlamentare conservatore di Havant nell’Hampshire, ha proposto di mantenere una fetta dell’esercito di volontari per le crisi future.

Questi potrebbero includere future pandemie, pressioni invernali, grandi eventi pubblici e incidenti critici come attacchi terroristici.

Il disegno di legge di dieci minuti, che dovrebbe avere la sua prima lettura domani alla Camera dei Comuni, è stato sostenuto dal Segretario alla Salute Matt Hancock.

Secondo i piani, sarebbe stato creato un registro nazionale dei riservisti dell’NHS e i trust e gli ospedali dell’NHS sarebbero in grado di accedervi per contattare i volontari con le competenze di cui hanno bisogno.

Avrebbe una vasta gamma di professionisti, inclusi medici in pensione, conducenti, elettricisti, operai edili e specialisti IT.

I volontari del NHS che si sono iscritti durante la crisi del coronavirus potrebbero essere tenuti nei libri contabili e “ richiamati ” durante le future crisi di salute pubblica o di personale

Un disegno di legge lanciato da Alan Mak, il parlamentare conservatore di Havant nell'Hampshire, ha proposto di mantenere una fetta dell'esercito di volontari per le crisi future.  È stato sostenuto dal segretario alla sanità Matt Hancock

È stato sostenuto dal segretario alla sanità Matt Hancock

Un disegno di legge lanciato da Alan Mak, il parlamentare conservatore di Havant nell’Hampshire, ha proposto di mantenere una fetta dell’esercito di volontari per le crisi future. È stato sostenuto dal segretario alla sanità Matt Hancock

Lo ha detto l’onorevole Mak, vicepresidente del partito conservatore I tempi il sistema creerebbe “un’eredità positiva e duratura dopo il coronavirus che andrà a vantaggio del servizio sanitario per gli anni a venire”.

Ha aggiunto: “La pandemia ha dimostrato quanto le persone amano il nostro NHS e quanto sono pronte a supportare il servizio sanitario quando i tempi sono duri”.

Dei 750.000 volontari non clinici, solo 360.000 sono stati approvati. Ma lo schema è stato criticato dopo che è emerso che a 140.000 di loro non era stato dato nulla da fare.

TEST RAPIDI PRESSO CASE DI CURA PER PERMETTERE IL CONTATTO FISICO DURANTE LE VISITE

I test per il coronavirus in casa di cura potrebbero essere ampliati per consentire a ciascun residente di avere due visitatori ciascuno che vengono tamponati due volte a settimana in modo che possano visitare senza distanze sociali.

Il governo sta valutando la possibilità di offrire test con tampone a due persone per residente per cercare di tenere il virus fuori dalle case di cura, consentendo anche visite sociali.

Durante la prima ondata dell’epidemia britannica, quando i test non erano ampiamente disponibili, le case di cura erano completamente chiuse per far visita a parenti e amici.

La paura delle persone che trasportano il virus nelle case di cura e che ne provoca la diffusione tra i residenti estremamente vulnerabili significa che molti sono rimasti per settimane o addirittura mesi senza vedere nessuno dall’esterno della casa.

Le associazioni di beneficenza temono che ciò abbia avuto effetti devastanti sulla salute mentale e fisica dei residenti, con molti che vivono gli ultimi giorni della loro vita da soli a porte chiuse.

Sebbene la visita sia ora consentita in determinate circostanze, la maggior parte deve avvenire attraverso uno schermo o una finestra.

I funzionari sperano di poter allentare ulteriormente le regole con i test bisettimanali che daranno alle persone la massima fiducia possibile di non essere infetti e potrebbero consentire contatti fisici durante le visite.

L’approccio è già in fase di sperimentazione in almeno 20 case di cura nel Devon, Cornovaglia e Hampshire, che hanno avuto bassi tassi di infezione, ma potrebbero essere impostate per passare a una guida a livello nazionale.

Hancock ha dichiarato al giornale: “ Centinaia di migliaia di persone si sono offerte altruisticamente volontarie per sostenere il nostro NHS durante la pandemia di coronavirus, tirando fuori il meglio di noi tutti per aiutare le nostre comunità e il nostro paese in questo momento difficile.

“Voglio che costruiamo su questo incredibile risultato collettivo e la proposta di Alan Mak per una forza di riserva del NHS è una brillante opportunità per farlo accadere”.

Altri importanti parlamentari Tory a sostenere la proposta includono Jeremy Hunt, presidente del comitato di selezione per la salute dei Commons, e Sir Graham Brady, presidente del Comitato dei sostenitori dei conservatori del 1922.

Il signor Hunt ha detto al Times che un riservista dell’NHS creerà “un veicolo nuovo e permanente per trattenere e attrarre persone qualificate che possono supportare i nostri medici, infermieri e altri operatori sanitari dedicati”.

Arriva dopo che il governo ha richiamato i volontari del NHS per aiutare a fornire cibo ed elementi essenziali ai britannici vulnerabili nell’elenco degli scudi durante la seconda ondata.

A due milioni di persone è stato detto di rimanere a casa ancora una volta durante la chiusura autunnale, fatta eccezione per l’esercizio fisico e gli appuntamenti medici.

Alle persone che proteggono verrà offerto l’accesso prioritario agli slot di consegna del supermercato in modo che non debbano andare al supermercato per procurarsi il cibo.

Potranno anche avere accesso ai volontari del NHS per consegnare medicinali, accompagnarli ao da appuntamenti medici, o semplicemente telefonare per far loro compagnia.

Il Dipartimento della Salute ha rafforzato la sua guida poche settimane dopo aver rassicurato le persone che la schermatura non sarebbe tornata e che sarebbe stato invece utilizzato un “consiglio debole”.

Le persone nel gruppo a più alto rischio includono coloro che hanno un trattamento contro il cancro, le persone che hanno subito trapianti di organi, quelli con gravi condizioni polmonari come la fibrosi cistica o la BPCO, le persone con malattie renali e le donne incinte con malattie cardiache.

Gli over 70 sono inclusi in un gruppo di rischio leggermente inferiore noto come “clinicamente vulnerabile” e ricevono consigli meno specifici per “restare a casa il più possibile, seguire attentamente le regole e ridurre al minimo il contatto con gli altri”.

Si consiglia loro di non andare nei negozi o nelle farmacie e di non andare a lavorare se non possono fare il loro lavoro da casa.

I capi della sanità hanno affermato che la guida è “sempre stata” consultiva, ma ha esortato le persone vulnerabili a “mantenersi il più al sicuro possibile”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.