Novembre 11, 2020 0

Coronavirus: I test rapidi del coronavirus utilizzati nell’operazione Moonshot pilot sono accurati al 77%

Coronavirus: I test rapidi del coronavirus utilizzati nell’operazione Moonshot pilot sono accurati al 77%

I test rapidi di Covid utilizzati per pilotare l’operazione Moonshot a Liverpool potrebbero consentire alla Gran Bretagna di tornare il più vicino possibile alla normalità, hanno detto oggi i capi della sanità.

La valutazione del test prodotto da Innova – che ora viene utilizzato per la prima fase di test di massa in Inghilterra – ha dimostrato che è “accurato e affidabile”.

Il Dipartimento della Salute ha pubblicato i risultati dei test degli scienziati dell’Università di Oxford e della Public Health England, che hanno affermato che i test di 20 minuti raccolgono la maggior parte delle persone infette da Covid-19 e producono un numero esiguo di falsi positivi.

Gli esperti hanno affermato che i test aiuterebbero a rilevare “un gran numero” di infezioni nascoste perché funzionano altrettanto bene su persone senza sintomi. I risultati hanno mostrato che potevano rilevare correttamente il 77% delle persone infette.

E sono stati trovati essere specifici al 99,7%, il che significa che dovrebbero produrre solo tre risultati falsi positivi per ogni 1.000 persone che fanno il test.

Su 50 diversi test rapidi disponibili in commercio, solo sei sono riusciti a passare alla fase finale dei test PHE, ha detto l’ente governativo.

I test rapidi per le persone senza segni di malattia sono iniziati a Liverpool la scorsa settimana. Finora circa 40.000 persone su 500.000 residenti in città hanno accettato l’offerta.

Il primo ministro Boris Johnson ha stabilito che il paese effettui 10 milioni di test al giorno il prossimo anno in tutto il paese e i funzionari affermano che i test rapidi potrebbero essere usati come un modo per riaprire luoghi come teatri e stadi sportivi, allontanando le persone che risultano positive al cancello.

I test rapidi non sono abbastanza robusti da funzionare bene se eseguiti da membri del pubblico, quindi sono gestiti da personale militare addestrato a Liverpool (nella foto: i soldati gestiscono un centro di test al St Johns Market di Liverpool)

Nella foto: Innova Sars-Cov-2 Antigen Test, che è l'unico test rapido ad essere ancora utilizzato per il pubblico

Nella foto: il test dell’antigene Innova Sars-Cov-2, che è l’unico test rapido ancora utilizzato per il pubblico

“I dati in questo rapporto di convalida dimostrano che questi test economici e facili da usare possono svolgere un ruolo importante nella nostra lotta contro il Covid-19”, ha detto Sir John Bell, professore di medicina presso l’Università di Oxford e consulente per i test del governo.

Sir John ha lavorato a fianco degli scienziati del laboratorio Porton Down della PHE per valutare i test.

“Identificano coloro che possono diffondere la malattia e, se utilizzati sistematicamente nei test di massa, potrebbero ridurre le trasmissioni del 90%”, ha affermato.

“Individueranno la malattia in un gran numero di persone che non hanno mai nemmeno ricevuto un test in precedenza.”

Il vantaggio del test, dicono i funzionari, è che funziona altrettanto bene su persone che non hanno sintomi di coronavirus, quindi non sarebbero idonee per un adeguato test del tampone.

Se i test possono essere distribuiti in tutto il paese e utilizzati regolarmente dal pubblico, potrebbero impedire alle persone di diffondere la malattia senza saperlo.

I risultati suggeriscono che mancherebbero comunque quasi un quarto di quei risultati positivi e diagnosticherebbero erroneamente tre persone su mille come positive.

I test sono adatti solo per l’uso da parte di professionisti qualificati e la loro accuratezza peggiora notevolmente se i membri del pubblico li eseguono da soli – fino a circa il 58% accurato nel rilevare casi positivi.

I BRITANNICI DEVONO INDOSSARE I POLSINI SE RISULTANO NEGATIVI

Ai britannici che risultano negativi al coronavirus dovrebbe essere detto di indossare braccialetti di carta per dimostrare che non hanno il virus, hanno detto i consiglieri del governo.

Il Behavioral Insights Team (BIT), noto anche come nudge unit di Number 10, ha affermato che le band potrebbero fungere da “incentivo” per le persone a fare il test.

Anche la regina e le figure di spicco della famiglia reale dovrebbero essere reclutate per promuovere i test nel Regno Unito, ha detto il team in un rapporto.

Hanno formulato le raccomandazioni prima del lancio dei test di massa “Operazione Moonshot” a quasi 70 autorità nel Regno Unito, dopo che un pilota è stato lanciato a Liverpool la scorsa settimana con il sostegno dell’esercito britannico.

I membri del BIT sono stati inviati in Slovacchia per vedere il paese lanciare il proprio programma di test di massa, che ha visto 3,4 milioni di residenti sottoposti a tampone in un fine settimana. Coloro che sono risultati negativi hanno ricevuto un certificato cartaceo e hanno detto che non dovevano più seguire le restrizioni che ordinavano loro di rimanere a casa.

Nello schema sono stati identificati fino a 38.000 casi positivi, circa 14 volte il numero rilevato dal sistema di test ufficiale del paese.

Dopo aver osservato il programma di test di massa della Slovacchia, BIT pubblicato le sue raccomandazioni in un rapporto pubblicato anche al governo del Regno Unito.

Il team, che è in parte di proprietà dell’Ufficio di Gabinetto, ha raccomandato alle persone di ricevere dei braccialetti se risultano negativi.

“Insieme ai certificati, distribuisci braccialetti di carta a tutte le persone che sono risultate negative per riconoscere più facilmente se possono entrare nei luoghi di ritrovo”, hanno detto.

L’accuratezza crolla anche tra le persone con solo piccole quantità di virus nel corpo, hanno scoperto studi, diventando più accurata con l’aumento della carica virale delle persone.

Fonti del Dipartimento della Salute hanno affermato che è improbabile che questo rappresenti un grosso problema perché le persone con la più piccola carica virale avevano meno probabilità di trasmettere il virus.

Il professor Jonathan Ball, virologo dell’Università di Nottingham, che non è stato coinvolto nella valutazione, ha dichiarato: “ Sebbene il test a flusso laterale non abbia la sensibilità del test PCR, la sua rapidità e facilità d’uso lo rende un test pragmatico per la sorveglianza della comunità , dove si desidera identificare rapidamente e quindi isolare le persone infette.

Anche se non rileverà tanti individui infetti quanto il test PCR, identificherà quelli con la più alta carica virale, e sono quelle persone che hanno maggiori probabilità di infettare gli altri.

“Non sostituirà altri test come la PCR, ma è un utile strumento aggiuntivo per il controllo del coronavirus.”

I test sono stati valutati in condizioni di laboratorio e anche in centri di test del mondo reale.

I test del mondo reale hanno rilevato che la stragrande maggioranza delle persone che si sono manifestate e sono risultate positive al test trasportava grandi quantità di virus, il che significa che il test è accurato per la maggior parte delle persone infette.

Il test ha rilevato il 95% o più di 180 persone che sono risultate positive al test PCR gold standard con quantità relativamente grandi di virus nei loro corpi, mentre ha rilevato solo il 10% delle 30 persone con bassi livelli di virus.

I funzionari hanno affermato che il periodo di infezione che questo test è stato in grado di rilevare era notevolmente inferiore a un test PCR, che è accurato per oltre il 95%.

Sebbene questo test possa rilevare segni di malattia risalenti a 10 giorni o più, è probabile che questo funzioni solo fino a circa cinque giorni dopo l’infezione.

Un vantaggio di questo, hanno detto, sarebbe che non colpirà le persone che si stavano riprendendo dalla malattia e quindi meno probabilità di essere contagiose.

La dott.ssa Susan Hopkins, capo consulente medico di NHS Test and Trace, ha dichiarato: “Questi test si stanno dimostrando accurati e affidabili.

E, cosa importante, sono in grado di rilevare il Covid-19 in persone senza sintomi che potrebbero inconsapevolmente trasmettere il virus ad altri.

“Il nostro lavoro di valutazione e i progetti pilota in corso ci stanno aiutando a capire come funzionano i test di flusso laterale sul campo e come possiamo usarli per aiutare a fermare la diffusione del virus.

“Siamo fiduciosi che questi nuovi test, che sono stati rigorosamente valutati, faranno davvero la differenza nel modo in cui proteggiamo le persone da questa malattia e contribuiranno a spezzare le catene di trasmissione”.

Il ministro della Salute Lord James Bethell ha dichiarato: ‘Siamo assolutamente impegnati a utilizzare la più recente tecnologia di test per rendere disponibili i test asintomatici in più aree.

“ È giusto che abbiamo adottato un approccio a doppio binario per valutare questa tecnologia, pilotandola sul campo in modo da poter capire come rendere disponibili questi test al meglio e convincendo i nostri accademici e medici leader a livello mondiale a intraprendere valutazione della loro capacità di rilevare il virus.

“Sono lieto che entrambi stiano già dimostrando che i test del flusso laterale possono essere la tecnologia affidabile e altamente sensibile di cui abbiamo bisogno per aiutare a tenere sotto controllo questo virus e tornare il più vicino possibile alla normalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.