Ottobre 6, 2020 0

Coronavirus: I casi di coronavirus in Arizona sono diminuiti del 75% durante l’estate dopo il mandato della maschera, rileva il rapporto CDC

Coronavirus: I casi di coronavirus in Arizona sono diminuiti del 75% durante l’estate dopo il mandato della maschera, rileva il rapporto CDC

I casi di coronavirus in Arizona sono diminuiti fino al 75% durante gli ultimi mesi estivi dopo l’implementazione di un mandato di maschera, secondo un nuovo rapporto.

Dalla fine di giugno all’inizio di luglio, i funzionari sanitari statali hanno segnalato più di 3.500 casi giornalieri di COVID-19.

Tuttavia, dopo che il governatore Doug Ducey (R) ha ordinato che tutti i residenti dovevano indossare coperture per il viso, il La media di sette giorni di infezioni è scesa a meno di 900 al giorno all’inizio di agosto, hanno rivelato martedì i Centers for Disease Control and Prevention (CDC).

Ulteriori misure che secondo i funzionari hanno contribuito a frenare la diffusione includono la limitazione di grandi raduni e la chiusura di attività in cui è difficile mantenere le distanze sociali.

In Arizona, i casi di coronavirus sono rimasti stabili dall’inizio di marzo a metà maggio mentre erano in vigore gli ordini di soggiorno e le attività commerciali erano chiuse. Nella foto: due studenti che indossano rivestimenti protettivi per il viso alla Gila Ridge High School di Yuma, in Arizona, il 17 settembre

Dopo che l'ordine di soggiorno è stato revocato, i casi sono aumentati del 151% da circa 800 al giorno a oltre 2.000 al giorno (sopra)

Dopo che l’ordine di soggiorno è stato revocato, i casi sono aumentati del 151% da circa 800 al giorno a oltre 2.000 al giorno (sopra)

Per il rapporto, il team ha esaminato i dati del Dipartimento dei servizi sanitari (ADHS) dell’Arizona dal 22 gennaio al 7 agosto.

L’11 marzo, lo stato ha dichiarato lo stato di emergenza sanitaria pubblica per mitigare la diffusione del COVID-19.

Nei giorni successivi sono state attuate molte altre misure, tra cui la chiusura delle scuole, la limitazione delle visite alle case di cura e, infine, l’emanazione di ordini di soggiorno a casa, che sono durati dal 30 marzo al 15 maggio.

Durante quel periodo di quasi due mesi, i casi sono rimasti stabili e la media mobile di sette giorni dei casi giornalieri variava da 154 al giorno a 443 al giorno

Tuttavia, questa tendenza si è invertita dopo che l’Arizona ha iniziato a consentire un approccio graduale per la riapertura dei negozi, i ristoranti per riprendere i pasti al coperto e terminare gli ordini casalinghi.

Tra il 1 ° giugno e il 15 giugno, i casi medi giornalieri sono aumentati in modo esponenziale – del 151% – da circa 800 al giorno a oltre 2.000 al giorno.

Ciò ha costretto lo Stato a prendere in considerazione una serie di misure di mitigazione, tra cui chiusura, bar, palestra, cinema e ristoranti e la riduzione della capacità di ristorazione al chiuso al 50%.

Inoltre, il 17 giugno, il governo Ducey ha aggiornato le linee guida e ha consentito alle contee di implementare le politiche sulle maschere.

Fino al 25 giugno, i leader locali hanno iniziato a imporre coperture per il viso dalle grandi contee come la contea di Maricopa alle comunità tribali più piccole.

Il 17 giugno, il governatore Doug Ducey ha aggiornato le linee guida e ha consentito alle contee di implementare le politiche sulle maschere.  Nella foto: Annie Suplizo (a destra), membro del Consiglio studentesco della High School di Gila Ridge, aiuta uno studente a orientarsi nel campus prima di Yuma, in Arizona, il 17 settembre

Il 17 giugno, il governatore Doug Ducey ha aggiornato le linee guida e ha consentito alle contee di implementare le politiche sulle maschere. Nella foto: Annie Suplizo (a destra), membro del Consiglio studentesco della High School di Gila Ridge, aiuta uno studente a orientarsi nel campus prima di Yuma, in Arizona, il 17 settembre

I casi sono aumentati brevemente prima di diminuire del 75% da 3.506 casi al giorno il 13 luglio a 867 casi al giorno il 7 agosto. Nella foto: Betzabel Ayala, specialista in scienze politiche dell'Arizona State University, nel campus di Tempe, Arizona, 8 settembre

I casi sono aumentati brevemente prima di diminuire del 75% da 3.506 casi al giorno il 13 luglio a 867 casi al giorno il 7 agosto. Nella foto: Betzabel Ayala, specialista in scienze politiche dell’Arizona State University, nel campus di Tempe, Arizona, 8 settembre

È stato intorno a questo periodo che i casi hanno raggiunto il picco e poi hanno iniziato a stabilizzarsi.

È stata osservata una diminuzione costante dal 13 luglio di 3.506 casi al giorno al 7 agosto di 867 casi al giorno e le misure per il coronavirus sono state estese.

Il 23 luglio, Ducey ha lanciato una campagna pubblicitaria da 3 milioni di dollari che spingeva per il rispetto delle maschere con lo slogan “Mask Up, Arizona”.

Il team afferma che il rapporto mostra l’importanza delle misure per rallentare la diffusione del virus.

“L’implementazione e l’applicazione diffusa di misure di mitigazione sostenute dalla comunità, compreso l’uso di maschere, informate dal continuo monitoraggio e collaborazione dei dati statali e locali possono aiutare a prevenire la trasmissione di SARS-CoV-2 e ridurre il numero di casi di COVID-19”, gli autori ha scritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.