Ottobre 23, 2020 0

Coronavirus: Coronavirus: uno scienziato afferma che i “partiti del vaiolo” possono creare immunità

Coronavirus: Coronavirus: uno scienziato afferma che i “partiti del vaiolo” possono creare immunità

Alcuni genitori potrebbero essere tentati di mandare i propri figli a controverse “feste contro il vaiolo” se un vaccino contro il coronavirus non viene in soccorso, ha detto un importante scienziato.

Tali feste erano storicamente organizzate per la varicella, ma sono state utilizzate anche per il morbillo, l’influenza e altre malattie infettive prima che i vaccini fossero disponibili.

In questi eventi, i genitori hanno esposto i loro figli sani a bambini infettati da virus per costruire l’immunità sin dalla tenera età.

I bambini non infetti sono stati incoraggiati a giocare, mangiare e interagire con i bambini infetti per innescare il loro sistema immunitario in modo che non si ammalassero più tardi nella vita.

L’idea è che la malattia infantile sia spesso meno grave dell’infezione da adulto, come nel caso di molte malattie virali.

Ma i funzionari della sanità pubblica dicono che i genitori stanno giocando con il fuoco esponendo i loro figli a infezioni potenzialmente letali.

Il professor Paul Lehner, virologo dell’Università di Cambridge, ha affermato che è possibile che un giorno il Covid-19 possa essere passato in giro alle feste del vaiolo come ultima risorsa in assenza di un vaccino.

I partiti del vaiolo sono caduti in disgrazia alla fine degli anni ’90 dopo l’arrivo del vaccino contro la varicella, ma a volte sono ancora utilizzati nei paesi impoveriti che non hanno un facile accesso ai colpi.

Le feste di varicella possono diventare la norma per Covid-19 per impedire ai bambini di contrarre la malattia quando sono più grandi e di subire effetti peggiori (stock)

Gli scienziati che hanno parlato a un briefing hanno detto che la malattia si diffonde così bene perché può rendere qualcuno contagioso 24 ore prima che sviluppino i sintomi.  Questa diapositiva mostra la progressione del virus dall'ingresso al momento in cui la persona diventa contagiosa, e poi da sette a 11 giorni indipendentemente dal fatto che necessiti o meno di ricovero

Gli scienziati che hanno parlato a un briefing hanno detto che la malattia si diffonde così bene perché può rendere qualcuno contagioso 24 ore prima che sviluppino i sintomi. Questa diapositiva mostra la progressione del virus dall’ingresso al momento in cui la persona diventa contagiosa, e poi da sette a 11 giorni indipendentemente dal fatto che necessiti o meno di ricovero

La risposta ritardata del corpo al virus è una tattica evolutiva `` brillante '', ha affermato il professor Paul Lehner dell'Università di Cambridge, perché significa che le persone vanno alle gare e al pub mentre sono infettive, diffondendo ulteriormente il virus.

La risposta ritardata del corpo al virus è una tattica evolutiva “ brillante ”, ha affermato il professor Paul Lehner dell’Università di Cambridge, perché significa che le persone vanno alle gare e al pub mentre sono infettive, diffondendo ulteriormente il virus.

Cos’è una festa contro la varicella?

Una festa contro la varicella – o festa contro il vaiolo – è dove bambini sani giocano con un bambino infetto per assicurarsi che anche loro prendano il virus.

Questo innesca un’infezione nel loro corpo e, quindi, una risposta immunitaria contro il virus.

Il corpo crea anticorpi per attaccare il virus e le cellule T per ricordare come combatterlo, assicurando che l’infezione non possa ripresentarsi in età avanzata.

I genitori hanno anche dispiegato questi eventi contro malattie come il morbillo e l’influenza perché i loro figli avrebbero subito effetti molto più difficili se avessero contratto la malattia in età avanzata.

Le parti sono state inizialmente utilizzate quando non c’erano vaccini disponibili, ma da allora sono cadute in disgrazia poiché sono stati sviluppati colpi contro le malattie.

Ha detto oggi a una conferenza stampa del Science Media Center: ‘Lo riceverai quando sarai giovane e non ti ammalerai. Le persone saranno invitate alle feste, come le feste della varicella, quindi non ce la farai quando sarai più grande, ma dovremo aspettare e vedere! “

Discutendo una strategia di uscita dalla pandemia, ha detto che il virus è qui per rimanere con l’obiettivo finale di essere “immunità di gregge” attraverso un vaccino o infezioni naturali.

La professoressa Tracy Hussell, direttrice per la ricerca sull’infiammazione presso l’Università di Manchester, ha spiegato che almeno il 60% della popolazione britannica ha bisogno di un livello di immunità al virus prima di poter tornare alla normalità.

La sanità pubblica inglese ha stimato che finora solo l’8% del Regno Unito ha avuto il virus e quindi ha un livello di immunità.

Rispondendo alla domanda di MailOnline se esiste un modo per evitare la strategia di “ immunità di gregge ”, ha detto: “Penso che alla fine un virus riesca a uscire da una comunità perché la maggior parte delle persone ne diventa immune.

“La sensibilità all’immunità di gregge è dovuta al fatto che, se lasciamo che ciò accada, molte persone anziane moriranno, e non volevamo adottare l’approccio dell’immunità di gregge perché molte persone moriranno.”

Ha aggiunto: “L’immunità di gregge è ciò a cui miriamo, sia mediante vaccinazione che tramite infezione effettiva. Chiaramente la vaccinazione è la migliore, ma l’immunità della mandria è la risposta.

I cittadini britannici sotto i 40 anni hanno solo lo 0,1% di rischio di morire a causa di un’infezione, ha rivelato il modello dei consulenti scientifici del governo nello spin-off di SAGE SPI-MO. Ma per le persone di età superiore ai 70 anni il rischio può raggiungere il 7,2%.

I dati dell’Ufficio di statistica nazionale mostrano che lo 0,5% di tutti i decessi (316 su 53.030 fino al 9 ottobre) si sono verificati in persone di età inferiore ai 40 anni. .

Studi precedenti hanno suggerito che l’immunità al virus potrebbe non persistere a lungo nelle persone che sono state colpite dal virus – e ci sono una manciata di casi segnalati di reinfezione.

Ma il professor Hussell ha affermato che è molto probabile che l’immunità persista più a lungo in alcune popolazioni che in altre.

Il professor Lehner ha aggiunto: “ Sono d’accordo che l’immunità endemica del coronavirus possa diminuire, ma c’è un’immunità di fondo sottostante, il che significa che quando la ottieni non ti ammalerai.

“Dobbiamo essere ottimisti e dire che questo è il genere di cose che il nostro sistema immunitario ha sviluppato per affrontare.

“Se sei nato oggi, sarai esposto al virus in giovane età.”

Gli scienziati non hanno dato un tempo per quando la vita può tornare prima di marzo 2020, ma hanno detto che un calo dei ricoveri che poi rimane basso – in assenza di un vaccino – potrebbe essere usato come una campana per quando le restrizioni possono iniziare a allentarsi di nuovo.

“Quando i ricoveri iniziano di nuovo a diminuire e rimangono a terra, penso che sia il segnale per tornare dove eravamo prima”, ha detto il professor Hussell.

Studi su pazienti morti a causa del virus a Trieste, in Italia, hanno rivelato che ampie sezioni dei loro polmoni sono state sostituite con tessuto fibroso (mostrato).  Ciò potrebbe causare un 'lungo Covid'

Studi su pazienti morti a causa del virus a Trieste, in Italia, hanno rivelato che ampie sezioni dei loro polmoni sono state sostituite con tessuto fibroso (mostrato). Ciò potrebbe causare un ‘lungo Covid’

L'infezione con il virus può anche causare l'aggregazione delle cellule.  Nella foto a sinistra ci sono le cellule di un polmone sano con la parete cellulare rossa e il nucleo bianco;  ea destra sono le cellule durante un'infezione in cui si sono chiaramente raggruppate

L’infezione con il virus può anche causare l’aggregazione delle cellule. Nella foto a sinistra ci sono le cellule di un polmone sano con la parete cellulare rossa e il nucleo bianco; ea destra sono le cellule durante un’infezione in cui si sono chiaramente raggruppate

Il vaccino “potrebbe essere meno efficace” per le persone anziane, avverte lo scienziato

Un vaccino contro il coronavirus potrebbe essere meno efficace per le persone anziane, ha avvertito uno scienziato.

La professoressa Tracy Hussell, dell’Università di Manchester, ha detto che quando invecchiamo i sistemi di allarme virale nel corpo diventano “più lenti”, una condizione chiamata immunosenescenza.

Quando le persone sono giovani il sistema immunitario è attivo e pronto a combattere le infezioni.

Crea cellule T che ricordano il design degli anticorpi, che si legano ai virus per impedire loro di danneggiare le cellule.

Questi sono immagazzinati nel timo, una ghiandola che si trova sopra il cuore.

Ma quando raggiungiamo i 65 anni, questa si è ridotta al 40% della sua dimensione originale, diminuendo il numero di cellule T nel corpo e riducendo l’immunità.

“Una ragione (per questo) è che il sistema immunitario si esaurisce a causa dell’esposizione a ripetute infezioni”, ha detto Hussell.

“Se aggiungi anche il genere a questo, essere vecchi e maschi aumenta ulteriormente i fattori di rischio.”

Hanno detto che i test di massa per raccogliere test asintomatici potrebbero essere utilizzati anche perché consentirebbero alle persone di frequentare i luoghi sapendo che nessuno aveva Covid-19.

Il professor Mauro Giacca, del King’s College di Londra, ha affermato che questo strumento può aiutare le persone a tornare alla normalità.

‘Penso che i test di routine prima di alcune attività potrebbero aiutare a tornare a una vita semi-normale.

“Ma non è sicuro al 100%, ma sicuramente aiuta ad affrontare i problemi di avere una vita semi-normale.”

Il virus sta avendo un impatto così grande perché è un tipo che “non è mai stato visto prima”, il che significa che è uno shock per il nostro sistema immunitario, hanno aggiunto.

È unico rispetto ad altri coronavirus, inclusi SARS e MERS, in quanto qualcuno può iniziare a diffonderlo senza sviluppare i sintomi del virus e nei suoi sintomi di perdita del gusto e dell’olfatto e trombosi – vasi sanguigni bloccati.

Una volta che infetta qualcuno, il virus riesce a trasformare il naso di qualcuno in una “fabbrica di replicazione” per 24 ore prima che si contragga un’infezione.

Non viene rilevato poiché interrompe la trasmissione di una sostanza chimica – chiamata interferone – che viene rilasciata dalle cellule per segnalare che sono sotto attacco e innescare una risposta immunitaria.

“Quando guardiamo le cellule infettate da virus non possiamo nemmeno dire che siano infette”, ha detto il professor Lehner. “Eppure quando coloriamo (le cellule) stanno gridando con il virus.”

Immagini microscopiche di pazienti infetti hanno anche rivelato che le cellule si rompono e si coagulano insieme, con tutti i loro nuclei riuniti in un unico punto.

La ricerca sui pazienti che erano morti dopo un massimo di 40 giorni in terapia intensiva presso l’ospedale di Trieste, in Italia, ha rivelato anche che ampie sezioni del polmone erano state sostituite con tessuto fibrotico.

Gli scienziati hanno detto che se questo persiste nei polmoni, potrebbe spiegare perché alcuni individui soffrono di “Covid lungo”.

Uno studio pubblicato ieri dal King’s College di Londra ha rivelato che una persona su dieci sotto i 40 anni potrebbe essere colpita dalla condizione.

E le donne avevano il 50% di probabilità in più di soffrire di questa condizione rispetto agli uomini.

I sintomi includono stanchezza cronica, dolori al petto e difficoltà respiratorie.

I ricercatori del King’s College di Londra hanno fatto la scoperta dopo aver utilizzato i dati di 4.000 contributori all’app Covid Symptom Study che erano tutti risultati positivi al coronavirus.

Studi su pazienti a Trieste hanno anche rivelato un'estesa coagulazione del sangue nei polmoni di pazienti che erano morti per la malattia

Studi su pazienti a Trieste hanno anche rivelato un’estesa coagulazione del sangue nei polmoni di pazienti che erano morti per la malattia

Sopra ci sono le cellule che sono fuse in modo anomalo a causa dell'infezione con il virus

Sopra ci sono le cellule che sono fuse in modo anomalo a causa dell’infezione con il virus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.