Novembre 20, 2020 0

Coronavirus: Coronavirus UK: TUTTI dovrebbero essere testati mensilmente, afferma Jeremy Hunt

Coronavirus: Coronavirus UK: TUTTI dovrebbero essere testati mensilmente, afferma Jeremy Hunt

L’ex segretario alla salute Jeremy Hunt

Tutti i britannici dovrebbero essere testati per il coronavirus una volta al mese e coloro che ottengono un risultato negativo devono ricevere un “ pass per la libertà ”, ha detto Jeremy Hunt.

L’ex segretario alla salute ha invitato i ministri a proporre “incentivi adeguati” affinché le persone si sottopongano a test, si autoisolino e ricevano un vaccino.

Il suo suggerimento segue le raccomandazioni di esperti di comportamento che consigliano Downing Street, che hanno detto che a coloro che non sono stati infettati dal virus dovrebbero essere consegnati braccialetti di carta per consentire loro di tornare a una vita più normale.

Il team Behavioral Insights, noto anche come “Nudge Unit”, ha anche suggerito lotterie presso i centri di test e pagato per i viaggi delle persone se vanno a fare il test.

Il signor Hunt oggi ha indicato l’esempio del programma di test di massa del coronavirus della Slovacchia, in cui tutti i paesi residenti di età compresa tra i dieci ei 65 anni – quasi quattro milioni di persone – sono stati sottoposti a tampone per il virus in un solo fine settimana.

A coloro che sono risultati negativi è stato presentato un certificato cartaceo e hanno detto che non avevano più bisogno di seguire le regole che ordinavano loro di rimanere a casa.

Il Regno Unito sta inoltre pianificando di implementare uno schema di test di massa a livello nazionale per sconfiggere il virus – chiamato “Operazione Moonshot” – eliminando le infezioni che non causano alcun sintomo.

L'ex segretario alla salute Jeremy Hunt ha detto che i britannici che risultano negativi al Covid-19 dovrebbero essere liberati dalle restrizioni.  Ha indicato il programma di test di massa della Slovacchia (nella foto) in cui coloro che sono risultati negativi sono stati liberati dalle regole di blocco

L’ex segretario alla salute Jeremy Hunt ha detto che i britannici che risultano negativi al Covid-19 dovrebbero essere liberati dalle restrizioni. Ha indicato il programma di test di massa della Slovacchia (nella foto) in cui coloro che sono risultati negativi sono stati liberati dalle regole di blocco

In Slovacchia, a tutti coloro che sono risultati negativi è stato consegnato un certificato cartaceo (nella foto)

In Slovacchia, a tutti coloro che sono risultati negativi è stato consegnato un certificato cartaceo (nella foto)

Scrivendo in I tempi , il presidente della Commissione per la salute e l’assistenza sociale del Parlamento ha affermato che la Gran Bretagna dovrebbe “andare oltre” per incoraggiare più persone a sottoporsi al test per Covid-19.

Ha avvertito che sebbene il paese abbia un piano A per porre fine alla pandemia – un vaccino – ha anche bisogno di un piano a tenuta stagna B.

“Dovremmo andare oltre, offrendo alle persone che soddisfano i requisiti di test e isolamento un” permesso di libertà “che rimuove l’obbligo di seguire le norme di blocco”, ha scritto.

‘In Slovacchia hanno dato a coloro che hanno ottenuto risultati negativi un certificato che li ha liberati dal coprifuoco e ha permesso loro di uscire, fare acquisti e andare a lavorare.

GLI ESPERTI DICONO CHE I TEST DI MASSA POTREBBERO NON AIUTARE E I TEST NON SONO SUFFICIENTI

Gli esperti sono divisi sull’opportunità di eseguire test di massa in Gran Bretagna per lo screening del coronavirus.

I piani – soprannominati “Operazione Moonshot” – sono stati propagandati dai ministri come un modo per riportare il paese alla normalità.

Ma gli scienziati hanno lanciato una nota di cautela avvertendo che ci sono “prove insufficienti” il tamponamento di massa fermerà la diffusione del virus.

Allyson Pollock, professore di sanità pubblica presso l’Università di Newcastle, ha detto al British Medical Journal non era sicura che i test di massa avrebbero funzionato.

“Non sappiamo, sulla base delle prove attuali, se lo screening della popolazione generale per SARS-CoV-2 aumenterà o diminuirà la trasmissione della malattia, i ricoveri e i decessi”, ha detto.

“L’individuazione e l’isolamento dei casi asintomatici potrebbe potenzialmente ridurre la trasmissione della malattia, ma false rassicurazioni sui casi persi potrebbero potenzialmente aumentare la trasmissione, se le persone si impegnassero in comportamenti più rischiosi”.

Il governo sta utilizzando test a flusso laterale nel suo progetto pilota a Liverpool che, sebbene rapidi, si ritiene non siano accurati come i tamponi PCR utilizzati ufficialmente.

Jon Deeks, professore di biostatistica presso l’Università di Birmingham, ha detto al BMJ, nonostante il basso tasso di errori “il numero di falsi positivi può ancora superare il numero di casi rilevati”.

La valutazione dei test ad azione rapida, che danno risultati entro 20 minuti, ha suggerito che rilevano solo tre quarti dei casi positivi anche nello scenario migliore.

Le indagini di Public Health England hanno rilevato che il test, realizzato dalla società Innova, era sensibile al 76,8% se utilizzato da un tecnico di laboratorio qualificato, ma questo è sceso a solo il 58% quando le persone si sono tamponate.

Il professor Deeks ha dichiarato: “Lo scarso tasso di rilevamento del test lo rende del tutto inadatto all’affermazione del governo secondo cui consentirà il” test e il rilascio “sicuro di persone in isolamento e studenti dell’università”.

Ha aggiunto: “È probabile che i benefici siano pochi, con seri rischi di danno da parte del pubblico che viene fuorviato dalle affermazioni ingiustificate di alte prestazioni di questo test da parte del governo”.

“Ciò significava che il 97% della popolazione ammissibile è stato sottoposto a test.

“Dovremmo fare lo stesso nel Regno Unito, utilizzando l’app NHS Covid-19 per registrare chi è stato testato e chi ha ricevuto il vaccino.”

Ha aggiunto che mettere in atto questi piani significherebbe che il governo potrebbe “fissare una data” per tornare a “una sorta di normalità”, che potrebbe essere “forse non appena Pasqua”.

Ieri è stato rivelato che il vaccino contro il coronavirus di Oxford ha innescato una risposta immunitaria “robusta” al virus, facendo sperare che il Regno Unito possa presto uscire dalla pandemia.

È il terzo vaccino che ha dimostrato di aver attivato gli anticorpi contro il virus, dopo che Moderna e Pfizer hanno entrambi affermato che i loro colpi potrebbero essere efficaci fino al 95%.

Il Regno Unito ha ordinato 40 milioni di dosi del vaccino Pfizer, alcune delle quali dovrebbero arrivare e essere somministrate già il prossimo mese – se approvate dalle autorità di regolamentazione.

Gli anziani e gli operatori sanitari sono i primi a riceverli, mentre il resto della popolazione dovrebbe seguirli in seguito.

Ha anche 5 milioni di dosi del vaccino Moderna nei suoi libri, che dovrebbe arrivare in primavera, e più di 100 milioni di dosi del jab di Oxford preordinate.

Avere un vaccino che sia efficace fino al 90% è vitale, perché significa che può innescare la produzione di anticorpi fermando il virus che scatena un’infezione fino al 90% di coloro che l’hanno ricevuto.

Gli scienziati avvertono che almeno il 60% della popolazione deve essere immune al virus per ottenere l’immunità della mandria, uno stato in cui un virus non può diffondersi in una comunità, proteggendo i più vulnerabili dal virus.

Un vaccino è considerato un modo sicuro per porre fine alla pandemia perché prepara il corpo a combattere l’infezione. Ciò impedisce a coloro che sono esposti al virus di prenderlo, ammalarsi e finire in ospedale.

Dopo aver osservato i test di massa in Slovacchia, il Behavioral Insights Team del Cabinet Office, ha affermato che il Regno Unito deve creare incentivi affinché le persone vengano testate per il virus.

Oltre a suggerire bande di carta, hanno anche affermato che le lotterie potrebbero essere lanciate nei centri di test insieme a partnership con aziende locali e sussidi per i viaggi ai siti di test.

Gli esperti sono divisi sull’opportunità di eseguire test di massa in Gran Bretagna per lo screening del coronavirus.

I piani – soprannominati “Operazione Moonshot” – sono stati propagandati dai ministri come un modo per riportare il paese alla normalità.

Ma gli scienziati hanno lanciato una nota di cautela avvertendo che ci sono “prove insufficienti” che il tamponamento di massa fermerà la diffusione del virus.

Allyson Pollock, professore di sanità pubblica presso l’Università di Newcastle, ha detto al British Medical Journal non era sicura che i test di massa avrebbero funzionato.

“Non sappiamo, sulla base delle prove attuali, se lo screening della popolazione generale per SARS-CoV-2 aumenterà o diminuirà la trasmissione della malattia, i ricoveri e i decessi”, ha detto.

“L’individuazione e l’isolamento dei casi asintomatici potrebbe potenzialmente ridurre la trasmissione della malattia, ma false rassicurazioni sui casi persi potrebbero potenzialmente aumentare la trasmissione, se le persone si impegnassero in comportamenti più rischiosi”.

Il governo sta utilizzando test a flusso laterale nel suo progetto pilota a Liverpool che, sebbene rapidi, si ritiene non siano accurati come i tamponi PCR utilizzati ufficialmente.

Jon Deeks, professore di biostatistica presso l’Università di Birmingham, ha detto al BMJ, nonostante il basso tasso di errori “il numero di falsi positivi può ancora superare il numero di casi rilevati”.

La valutazione dei test ad azione rapida, che danno risultati entro 20 minuti, ha suggerito che rilevano solo tre quarti dei casi positivi anche nello scenario migliore.

Le indagini di Public Health England hanno rilevato che il test, realizzato dalla società Innova, era sensibile al 76,8% se utilizzato da un tecnico di laboratorio qualificato, ma questo è sceso a solo il 58% quando le persone si sono tamponate.

Il professor Deeks ha dichiarato: “Lo scarso tasso di rilevamento del test lo rende del tutto inadatto all’affermazione del governo secondo cui consentirà il” test e il rilascio “sicuro di persone in isolamento e studenti dell’università”.

Ha aggiunto: “È probabile che i benefici siano pochi, con seri rischi di danno da parte del pubblico che viene fuorviato dalle affermazioni ingiustificate di alte prestazioni di questo test da parte del governo”.

OPERAZIONE MOONSHOT AMPLIATA A 67 AREE DELL’INGHILTERRA

Il test rapido di massa del coronavirus utilizzato a Liverpool verrà implementato in quasi altre 70 autorità locali, ha affermato questo mese il Segretario alla sanità.

Matt Hancock ha rivelato che aree tra cui Nottinghamshire, Yorkshire e West Midlands riceveranno i test rapidi Covid-19.

Anche Londra, Birmingham, Manchester e Coventry sono tra le città per ottenere una serie di test.

Almeno 600.000 test di flusso laterale sono stati inviati in tutto il Regno Unito per avviare la fase successiva dei test di massa sul coronavirus, che i ministri sperano possa finalmente inviare il virus.

I test di massa sul coronavirus utilizzati a Liverpool verranno implementati in 66 autorità locali, ha affermato il segretario alla sanità

I test di massa sul coronavirus utilizzati a Liverpool verranno implementati in 66 autorità locali, ha affermato il segretario alla sanità

I test antigeni possono dire se una persona è attualmente infetta da coronavirus – anche se non presenta sintomi – e la tecnologia può dare risultati entro un’ora.

Ogni residente a Liverpool è stato in grado di sottoporsi a test per la malattia da venerdì, quando è stato lanciato per la prima volta il principale programma sostenuto dall’esercito. La città, che ospita 500.000 persone, è stata la prima a essere coinvolta nell’ambiziosa “Operazione Moonshot” del numero 10, una missione per selezionare milioni di persone asintomatiche ogni giorno.

Intervenendo su Sky News il 10 novembre, Hancock ha affermato che 66 autorità locali avevano già espresso interesse per il programma di test di massa. Altri dovrebbero registrarsi nelle prossime settimane.

Nonostante il signor Hancock abbia detto che erano 66 autorità, il Dipartimento della Salute ha rilasciato un elenco di 67 autorità che avranno i test rapidi.

Ha aggiunto: ‘Posso confermare che stiamo lanciando il tipo di test di massa che stiamo vedendo a Liverpool, e in effetti in precedenza abbiamo pilotato a Stoke-on-Trent, attraverso 66 autorità locali.

‘Ieri sera ho scritto ai direttori della sanità pubblica di tutte le autorità locali in Inghilterra dicendo che possiamo rendere disponibili questi nuovi brillanti test di flusso laterale che danno risultati in 15 minuti e che possiamo renderli disponibili ai direttori della sanità pubblica in tutto il paese .

“Sessantasei hanno espresso interesse in primo luogo, ora mi aspetto un intero carico in più.”

Hancock ha anche affermato che i test di massa, come l’introduzione di un vaccino, saranno effettuati in tutto il Regno Unito, non solo in Inghilterra.

Ha aggiunto: “Il governo del Regno Unito ha acquistato il vaccino per l’intero Regno Unito e verrà distribuito in modo equo in tutto il Regno Unito con la stessa priorità, indipendentemente da dove vivi in ​​questo paese.

“Lo stesso vale per i test di massa, assicurandoci di distribuirli in tutto il Regno Unito.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.