Gennaio 12, 2021 0

Coronavirus: Coronavirus UK: la variante sudafricana ha messo radici, affermano gli esperti

Coronavirus: Coronavirus UK: la variante sudafricana ha messo radici, affermano gli esperti

Il ceppo sudafricano super contagioso del coronavirus sta già “mettendo radici” nel Regno Unito, hanno avvertito gli esperti.

Finora il governo ha annunciato solo due casi della variante nel Regno Unito, entrambi erano pazienti a Londra che erano stati in contatto con viaggiatori provenienti dal Sud Africa il mese scorso.

Ma uno dei migliori scienziati di SAGE ha affermato oggi che un “ piccolo ” numero di britannici è risultato positivo al ceppo nelle ultime settimane, il che non è stato ancora reso pubblico, Politico rapporti.

L’ex segretario alla salute Jeremy Hunt ha accennato al fatto che il ceppo mutante è diventato più diffuso di quanto suggerirebbe la narrativa ufficiale, aggiungendo: “Sembra che stia mettendo radici un po ‘nel Regno Unito”.

La Public Health England ha rifiutato di confermare i rapporti oggi, ma ha detto che pubblicherà un aggiornamento della variante “molto presto”.

La variante mutante ha suscitato il panico dopo aver causato un’esplosione di casi in Sud Africa.

Gli scienziati britannici erano particolarmente preoccupati per la sua scoperta a Londra il mese scorso perché il Regno Unito sta già combattendo il ceppo Kent, che ha fatto precipitare il Regno Unito nel suo terzo blocco nazionale e ha innescato un’ondata di ricoveri ospedalieri.

Si ritiene che il ceppo sudafricano sia ancora più trasmissibile di quello del Kent e presenta cambiamenti chiave nella sua proteina spike che gli aprono la porta alla resistenza ai vaccini.

Tuttavia, venerdì uno dei massimi esperti di SAGE ha dichiarato a MailOnline che “non vi erano prove” di una trasmissione diffusa della variante – chiamata 501.V2 – nel Regno Unito.

Le mutazioni del ceppo sudafricano hanno innescato modifiche alla proteina spike sul suo esterno (mostrato in rosso), che è ciò che il virus usa per attaccarsi al corpo umano

L'ex segretario alla salute Jeremy Hunt ha accennato al fatto che il ceppo mutante era diventato più diffuso di quanto suggerirebbe la narrativa ufficiale, aggiungendo:

L’ex segretario alla salute Jeremy Hunt ha accennato al fatto che il ceppo mutante era diventato più diffuso di quanto suggerirebbe la narrativa ufficiale, aggiungendo: “Sembra che stia mettendo radici un po ‘nel Regno Unito”.

Parlando oggi del ceppo Kent, il sig. Hunt, che presiede la commissione per la salute della Camera dei comuni, ha affermato: “C’è il pericolo di un gran numero di morti aggiuntive ed evitabili, a causa di questo nuovo orribile ceppo.

‘E, in effetti, il ceppo del Sud Africa, che sembra anche prendere piede un po’ nel Regno Unito.

“Penso che il NHS alla fine troverà terapia intensiva, terapia intensiva, letti per tutti coloro che ne hanno bisogno. Ma è sul filo del rasoio assoluto. ‘

I commenti sono arrivati ​​pochi giorni dopo che un esperto di SAGE ha affermato che non c’erano ancora prove che il ceppo sudafricano fosse diffuso.

L'Office for National Statistics ha rilevato nel suo programma di test di massa che quasi due terzi (61%) dei test positivi rilevati in Inghilterra sembravano essere collegati alla nuova variante del virus.  La cifra era più alta per alcune regioni, in particolare a Londra e nel sud, ma più bassa in altre

L’Office for National Statistics ha rilevato nel suo programma di test di massa che quasi due terzi (61%) dei test positivi rilevati in Inghilterra sembravano essere collegati alla nuova variante del virus. La cifra era più alta per alcune regioni, in particolare a Londra e nel sud, ma più bassa in altre

LO STUDIO RILEVA IL VACCINO DÀ IMMUNITÀ ALLE MUTAZIONI CHIAVE SUL CEPPO SUDAFRICANO DI COVID-19

Lo studio Pfizer – che non è stato ancora sottoposto a peer review – ha testato l’efficacia del vaccino sulla mutazione chiave N501Y, un’alterazione della proteina spike del virus che si ritiene sia responsabile di renderla molto più infettiva del Covid normale.

E poiché i vaccini attuali funzionano addestrando il sistema immunitario a riconoscere la proteina spike del virus e ad attaccarla, si temeva che questo cambiamento potesse rendere i jab inutili o meno efficaci.

I risultati hanno mostrato che sono stati prodotti anticorpi neutralizzanti contro la mutazione, che si trova anche nella variante Kent altamente infettiva che si sta diffondendo rapidamente in tutto il Regno Unito. Ma entrambi i ceppi contengono un catalogo di mutazioni ei ricercatori devono ancora dimostrare che il vaccino funziona contro tutti loro.

I ricercatori hanno prelevato campioni di sangue da pazienti vaccinati e li hanno esposti a un ceppo del virus con la mutazione N501Y.

Phil Dormitzer, uno dei migliori scienziati di Pfizer sui vaccini virali, ha detto che il vaccino ha stimolato una forte risposta immunitaria contro il virus alterato, che ha descritto come “una buona notizia”.

Tuttavia, i risultati sono limitati perché la ricerca ha studiato solo la mutazione N501Y e non ha esaminato l’intera serie di alterazioni trovate né nel nuovo ceppo mutante del Regno Unito né in quello sudafricano.

Entrambi i ceppi hanno più di una dozzina di mutazioni, sebbene la maggior parte di loro non abbia alcun impatto sul modo in cui si diffonde e colpisce le persone.

Un’altra mutazione trovata nella variante sudafricana, chiamata E484K, che non si trova nella versione britannica, è preoccupante. Sembra anche che aiuti il ​​virus a mascherare parte della sua caratteristica proteina spike.

Il dottor Dormitzer ha affermato che è incoraggiante il fatto che il vaccino appaia efficace contro la mutazione N501Y, così come altre 15 mutazioni contro cui la società ha precedentemente testato.

‘Quindi ora abbiamo testato 16 diverse mutazioni e nessuna di esse ha avuto davvero un impatto significativo. Questa è la buona notizia “, ha detto. “Questo non significa che il 17 non lo farà.”

I ricercatori hanno in programma di eseguire test simili per vedere se il vaccino è efficace contro altre mutazioni trovate nelle varianti del Regno Unito e del Sud Africa e sperano di avere più dati entro poche settimane.

Hanno affermato che non dovrebbe diventare la variante dominante nel Regno Unito perché è solo “leggermente” più contagiosa della versione Kent, quindi non ha un “vantaggio evolutivo”.

Gli scienziati temono che la versione sudafricana renderà i vaccini ridondanti o meno potenti perché ha mutazioni chiave nella sua proteina spike.

Ma gli esperti stanno ancora effettuando test per confermare se può eludere gli anticorpi innescati dai colpi e dicono che ci vorranno diverse settimane prima che questo diventi chiaro.

Il Regno Unito sta monitorando le varianti diffuse attraverso il suo enorme braccio diagnostico, inclusi i laboratori del Covid-19 Genormics UK Consortium (COG-UK).

Gli esperti setacciano il 10% di tutti i tamponi positivi effettuati e sequenziano i loro genomi per identificare il ceppo rilevato.

Il ceppo può essere identificato solo sequenziando i genomi dei campioni, il che rivelerebbe se aveva le mutazioni rivelatrici.

Ma solo una frazione dei test positivi viene inviata a COG-UK per ulteriori indagini, il che significa che la variante sudafricana potrebbe diffondersi più ampiamente.

I test PCR standard che diagnosticano i britannici con Covid non possono individuare il ceppo sudafricano perché sembra troppo simile alle varianti originali.

La variante Kent, tuttavia, è molto più facile da tracciare perché può essere individuata attraverso i tamponi standard grazie al suo trucco genetico, dicono gli esperti.

Il 23 dicembre il Regno Unito aveva registrato due casi della variante, come ha rivelato il segretario alla sanità Matt Hancock poco prima di Natale.

Uno è stato rilevato a Londra e il secondo nel nord-ovest. Entrambi erano stati in contatto con qualcuno che aveva precedentemente viaggiato in Sud Africa. Gli esperti hanno avvertito, tuttavia, che questa sarebbe probabilmente stata “solo la punta dell’iceberg”.

Ma da allora i funzionari non hanno dichiarato nuovi casi della variante, sebbene gli scienziati ammettano che sia un “compito difficile” rintracciarli.

Il segretario ai trasporti britannico Grant Shapps ha avvertito la scorsa settimana che l’attuale ondata di colpi potrebbe non proteggere dal ceppo sudafricano del coronavirus.

Shapps ha affermato che l’introduzione di un sistema obbligatorio di test e rilascio per i viaggiatori che arrivano nel Regno Unito è diventata “molto più urgente” a causa della minaccia che la variante rappresenta per il programma di vaccinazione di massa della Gran Bretagna.

Il Regno Unito ha reso obbligatorio per i viaggiatori essere negativi al test quando arrivano nel paese nel tentativo di tenere fuori il ceppo ferocemente contagioso. Anche i voli da e per il Sud Africa sono stati vietati.

Il signor Shapps ha dichiarato a Sky News: ‘Questo è un controllo extra e lo stiamo facendo ora perché ci sono queste varianti che siamo molto desiderosi di tenere fuori dal paese, come la variante sudafricana, per esempio.

“Ci sono preoccupazioni per quello sudafricano, in particolare, sull’efficacia del vaccino contro di esso, quindi semplicemente non possiamo correre rischi. Quindi oggi a causa di quella variante è diventato molto più urgente. ‘

Uno studio della Pfizer ha suggerito la scorsa settimana, tuttavia, che il loro vaccino potrebbe fornire l’immunità contro una mutazione del ceppo sudafricano.

Ma il loro lavoro non è stato sottoposto a revisione paritaria dagli scienziati e ha perso molte delle mutazioni chiave sul ceppo, incluso il cambiamento relativo a E484K ancora da rilevare nel Regno Unito, ma questo sembra aiutare il virus a mascherare la sua proteina spike.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.