Ottobre 13, 2020 0

Coronavirus: Coronavirus UK: i decessi giornalieri superano i 100 per la prima volta da GIUGNO

Coronavirus: Coronavirus UK: i decessi giornalieri superano i 100 per la prima volta da GIUGNO

La Gran Bretagna ha registrato oggi più di 100 morti per coronavirus per la prima volta in quattro mesi, poiché i funzionari hanno annunciato altre 143 vittime.

Le statistiche del Dipartimento della Salute mostrano che il tragico traguardo non è stato raggiunto dal 17 giugno, quando 110 vittime confermate dal laboratorio sono state aggiunte al conteggio. Per fare un confronto, lo scorso martedì sono stati registrati 76 decessi e 50 ieri, ma i conteggi di lunedì possono essere influenzati da un ritardo di registrazione nei fine settimana.

Dati separati oggi hanno rivelato che il numero di decessi per Covid-19 in Inghilterra e Galles è aumentato per la quarta settimana consecutiva, con la malattia menzionata su 321 certificati di morte nella settimana terminata il 2 ottobre. Ma gli stessi dati, dell’Ufficio per National Statistics (ONS), mostra che solo una persona di età inferiore ai 30 anni è morta da agosto.

I capi della sanità oggi hanno anche registrato altri 17.234 casi, in aumento del 18,5 per cento rispetto alla cifra registrata martedì scorso (14.542). Solo 13.972 test più positivi sono stati aggiunti al conteggio di ieri.

Arriva come un ministro anziano che oggi ha ammesso che le norme nazionali “probabilmente” dovranno diventare più rigide dopo che è stato rivelato che Boris Johnson è in guerra con SAGE per le richieste di un blocco dell’interruttore di circuito per tutto il Regno Unito.

Il segretario per gli alloggi Robert Jenrick ha ammesso che il governo è pronto ad “andare oltre” dopo che il primo ministro ha svelato il suo nuovo sistema di restrizioni locali “a tre livelli” la scorsa notte, ma ha messo il Merseyside solo nella categoria più dura che vedrà chiusi pub e bar.

Jenrick ha sottolineato gli alti tassi di infezione in aree come Greater Manchester e Nottingham, facendo appello ai leader locali per concordare i termini per passare dal livello due. Ma ha respinto le affermazioni secondo cui il governo non era abbastanza “robusto”, dopo che i documenti bomba sono usciti a tarda notte la scorsa notte hanno mostrato che i suoi stessi consulenti scientifici volevano un’azione molto più drammatica.

Lo straordinario battibecco è emerso quando Johnson ha riunito il suo gabinetto per colloqui sulla crisi, con infezioni che minacciavano di sfuggire di nuovo al controllo. Il signor Johnson ha insistito con aria di sfida in una conferenza stampa n ° 10 la scorsa notte che non aveva intenzione di imporre una stretta in tutto il Regno Unito che avrebbe “frantumato” l’economia.

Ma nel giro di poche ore sono stati pubblicati i verbali di una riunione di SAGE del 21 settembre, dimostrando che è esattamente ciò che il gruppo chiave stava suggerendo. La tempistica della discarica da parte del governo – che non era in linea con il solito programma di pubblicazione del venerdì – ha scatenato la speculazione che i ministri stessero cercando di seppellire la notizia.

In altri sviluppi dell’epidemia di Covid-19 in Gran Bretagna oggi:

  • Boris Johnson ha affrontato un crescente contraccolpo dei Tory contro il suo approccio al coronavirus a tre livelli mentre lui è stato accusato di ignorare il governo locale sull’imposizione del nuovo sistema e di aver sparato “una tempesta costante di regole arbitrarie”;
  • Nicola Sturgeon ha trollato il Primo Ministro per il suo straordinario battibecco con SAGE, vantandosi che il suo blocco da “interruttore di circuito” è “radicato nella consulenza scientifica”;
  • Il sindaco di Londra Sadiq Khan ha ammonito oggi che è “inevitabile” che Londra questa settimana venga immersa in un blocco di secondo livello poiché ammette che vuole che ogni distretto affronti le stesse restrizioni sul coronavirus;
  • Il numero di licenziamenti nel Regno Unito è aumentato al ritmo più rapido dalla crisi finanziaria del 2008, poiché la disoccupazione è salita a 1,5 milioni tra i timori che altri milioni saranno in coda per il sussidio entro Natale;
  • I medici proveranno finalmente se la vitamina D può effettivamente proteggere le persone dal Covid-19 tra le prove crescenti che l’integratore 3p al giorno potrebbe essere un salvavita.

“La tendenza dei decessi correlati a Covid sta iniziando a salire rapidamente, il che è estremamente preoccupante”, ha affermato oggi la dott.ssa Yvonne Doyle, direttore medico della sanità pubblica inglese.

‘Abbiamo visto casi in aumento soprattutto nei gruppi di età più avanzata, il che sta portando a più ricoveri ospedalieri. Questo è un duro promemoria per noi di seguire le linee guida. È importante sottolineare che non mescolare con gli altri in caso di malessere.

“Dobbiamo tutti fare la nostra parte per aiutare a controllare il virus seguendo le restrizioni nelle nostre aree, mantenendo le distanze sociali, indossando una copertura per il viso in spazi chiusi e lavandoci le mani regolarmente”.

L’aumento del bilancio delle vittime arriva tra gli avvertimenti dei principali scienziati del paese che il numero di persone ricoverate in ospedale e morenti continuerà ad aumentare per settimane da ora.

Poiché i casi continuano a crescere, cosa che stanno facendo da settimane, il numero di ricoveri e morti aumenterà di conseguenza.

I decessi ora proverranno in gran parte da persone che hanno contratto il virus tre o quattro settimane fa, quando c’erano una media di circa 3.000 casi al giorno (13 settembre), rispetto agli attuali 14-15.000 al giorno.

Il professor Jonathan Van-Tam, vice direttore medico per l’Inghilterra, ha dichiarato questa settimana in un briefing televisivo: “Quando i pazienti si ammalano di Covid-19, non vanno immediatamente in ospedale. E non muoiono in ospedale nel momento in cui arrivano. Alcuni, purtroppo, muoiono, ma non all’istante.

“Il punto che sto cercando di sottolineare qui è che c’è un ritardo tra i casi e quando vediamo aumentare i ricoveri ospedalieri e quando vediamo aumentare i decessi”.

Ha aggiunto: “ I ricoveri ospedalieri che abbiamo ora in realtà si riferiscono a un periodo in cui c’erano meno casi di Covid-19, e quello che sto cercando di dire qui è che già, con i casi che conosciamo, abbiamo aggiunto ulteriori ricoveri ospedalieri e, purtroppo, abbiamo anche provocato ulteriori decessi che sono ora conseguenti a infezioni che si sono già verificate “.

L’NHS England ha registrato oggi la morte di un paziente di 30 anni, insieme ad altri 86. Gli incidenti mortali si sono verificati tutti nell’ultima settimana, tra il 6 e il 12 ottobre, e 61 su 87 erano nel nord dell’Inghilterra.

Quarantuno sono stati registrati nel nord-ovest, 20 nel nord-est e nello Yorkshire, 13 nelle Midlands, quattro nel sud-est e tre ciascuno nel sud-ovest, nell’est dell’Inghilterra e a Londra.

Le statistiche preoccupanti di oggi arrivano in mezzo a una lite del governo sulla possibilità che il Regno Unito debba entrare in un breve blocco, che i documenti SAGE hanno mostrato sarebbe il modo più efficace per rallentare la seconda ondata.

Le tensioni tra Boris Johnson ei suoi scienziati principali sono alle stelle per le affermazioni che volevano che i verbali di SAGE bomba che chiedessero un blocco di “interruttori automatici”, che sono stati pubblicati ieri sera tardi, per essere “là fuori”.

Lo straordinario battibecco è emerso poche ore dopo che il primo ministro ha svelato il suo piano per “ tre livelli ” di restrizioni locali per affrontare i casi di coronavirus in aumento la scorsa notte.

In una conferenza stampa al numero 10, il signor Johnson ha insistito con aria di sfida che non aveva intenzione di imporre una stretta in tutto il Regno Unito che avrebbe “frantumato” l’economia.

Quasi tutta l’Inghilterra, ad eccezione di alcune parti delle Midlands e del Nord che avevano già regole locali più rigide, manterrà le stesse regole di distanziamento sociale che sono in vigore a livello nazionale. Il Liverpool (in rosso) sarà l’unica area che dovrà affrontare il più alto livello di restrizioni

QUALI AREE SARANNO IN QUALI LIVELLI?

TIER TRE – RISCHIO MOLTO ELEVATO

Regione della città di Liverpool

Liverpool, Knowsley, Wirral, St Helens, Sefton, Halton

TIER DUE – RISCHIO ELEVATO

Cheshire

Cheshire West e Chester, Cheshire East

Greater Manchester

Manchester, Bolton, Bury, Stockport, Tameside, Trafford, Wigan, Salford, Rochdale, Oldham,

Warrington

Derbyshire

High Peak – i quartieri di Tintwistle, Padfield, Dinting, St John’s – Old Glossop, Whitfield, Simmondley, Gamesley, Howard Town, Hadfield South, Hadfield North

Lancashire

Lancashire, Blackpool, Preston, Blackburn con Darwen, Burnley

West Yorkshire

Leeds, Bradford, Kirklees, Calderdale, Wakefield South

Yorkshire

Barnsley, Rotherham, Doncaster, Sheffield

Nord est

Newcastle, South Tyneside, North Tyneside, Gateshead, Sunderland, Durham, Northumberland

Tees Valley

Middlesbrough, Redcar e Cleveland, Stockton-on-Tees, Darlington, Hartlepool

West Midlands

Birmingham, Sandwell, Solihull, Wolverhampton, Walsall

Leicester

Leicester, Oadby e Wigston

Nottingham

Nottinghamshire, Nottingham City

TIER ONE – RISCHIO MEDIO

Resto dell’Inghilterra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.