Settembre 28, 2020 0

Coronavirus: Coronavirus UK: 10 nuovi decessi nel bilancio quotidiano delle vittime preliminari

Coronavirus: Coronavirus UK: 10 nuovi decessi nel bilancio quotidiano delle vittime preliminari

La Gran Bretagna ha registrato oggi 4.044 casi in più di coronavirus poiché i dati ufficiali hanno rivelato che il numero medio giornaliero di infezioni è diminuito per la prima volta in due settimane.

Le infezioni sono aumentate costantemente dal 4 luglio, quando centinaia di migliaia di cittadini britannici si sono riversati nei pub, nei bar e nei ristoranti per celebrare il “Super Sabato” dopo che è stato finalmente consentito loro di riaprire dopo mesi di chiusura per contenere il virus potenzialmente letale.

Ma non sono ancora neanche lontanamente vicini ai livelli osservati durante i giorni più bui della crisi del Covid-19 in Gran Bretagna a marzo e aprile, quando i migliori scienziati stimano che si verificassero veramente più di 100.000 casi ogni giorno.

Oggi i capi sanitari hanno anche registrato altri 13 decessi per coronavirus, portando il numero totale di vittime confermate in laboratorio che sono morte entro 28 giorni dalla diagnosi oltre 42.000. Solo gli Stati Uniti, il Brasile, l’India e il Messico, tutti i paesi con una popolazione sostanzialmente più ampia, hanno subito più vittime.

Ieri sono stati dichiarati 17 decessi, in calo rispetto ai 34 di sabato, anche se normalmente i decessi sono inferiori la domenica e il lunedì a causa di un ritardo nel modo in cui vengono registrati. Il numero medio mobile di morti è di 30, rispetto ai 22 di lunedì scorso e ai 12 della settimana precedente.

Fino a poco tempo fa, i ricoveri e i decessi erano rimasti bassi e stabili nonostante le infezioni vertiginose. Ma da allora entrambi hanno iniziato a salire. Circa 314 pazienti appena infettati hanno avuto bisogno di cure da parte del NHS in Inghilterra il 23 settembre, la cifra più alta da giugno. E giovedì scorso i decessi giornalieri hanno raggiunto il massimo in 10 settimane, quando per la prima volta dal 14 luglio sono stati registrati 40 decessi.

Il coprifuoco delle 10 del numero 10 è marchiato come uno “sperimentale malato” da Tory Mps

Il coprifuoco del coronavirus delle 22:00 di Boris Johnson è stato bollato come un “ esperimento malato per una seconda ondata ” dai suoi stessi parlamentari, poiché il sindaco di una delle più grandi città del Regno Unito ha avvertito che stava facendo “ più male che bene ”.

Il sindaco della Greater Manchester Andy Burnham ha detto che la scadenza del governo per bere alcolici stava spingendo le folle nei supermercati a comprare alcolici da bere sui marciapiedi o nelle case.

Sabato sera decine di bevitori sono stati avvistati nel quartiere alla moda di Moseley, Birmingham, mentre volteggiavano intorno a una banda di ottoni, nonostante le restrizioni che sollecitavano l’allontanamento sociale.

Il coprifuoco del Primo Ministro – che ha annunciato la scorsa settimana – è stato ampiamente stroncato a causa di queste prevedibili conseguenze.

Un parlamentare conservatore ha mandato un messaggio a Politico: ‘Quale idiota dalla faccia da pagliaccio ha pensato che sarebbe stata una buona idea cacciare migliaia di stronzi dai pub in strada e nello stesso momento sulla metropolitana?

“È come una sorta di esperimento malato per vedere se è possibile incubare una seconda ondata.”

La media mobile di sette giorni per il numero di infezioni giornaliere è ora pari a 5.770, in calo rispetto a 5.816 di ieri, una cifra che è aumentata ogni giorno da quando è scesa leggermente a 2.998 il 14 settembre. Per confronto, la media mobile di sette giorni i casi si sono attestati a 3.929 lunedì scorso dopo che sono stati registrati 4.368 infezioni.

In altri colpi di scena nella crisi del coronavirus oggi:

  • Boris Johnson sta affrontando una crescente ribellione dei Tory sulla repressione e schivando il controllo parlamentare – anche se si prevede che il presidente Lindsay Hoyle lo risparmierà da un’umiliante sconfitta dei Comuni sui poteri del coronavirus rifiutandosi di chiamare un voto su un emendamento ribelle;
  • No10 ha cercato di raffreddare la lite sugli studenti costretti ad autoisolarsi, insistendo sul fatto che “si aspetta” che gli sarà permesso di tornare a casa a Natale;
  • L’ex ministro Simon Clarke ha firmato una lettera con altri parlamentari di Teesside avvertendo che il divieto di mescolare le famiglie “condannerebbe migliaia di persone locali alla solitudine e all’isolamento”.
  • Il parlamentare conservatore Steve Baker ha paragonato il signor Johnson al personaggio del Signore degli Anelli Theoden, che è stato messo in trance da malvagi consiglieri che hanno gettato il regno nel caos;
  • Downing Street ha insistito sul fatto che è ancora troppo presto per giudicare se la Regola del Sei funzioni, anche se è stato dato un termine di due settimane per la valutazione quando è stata introdotta il 14 settembre;
  • Il capo dei fornitori di servizi sanitari, Chris Hopson, ha avvertito che il governo deve eseguire un milione di test al giorno entro l’inverno e il sistema di tracciamento dei contatti è ora importante quanto catturare i criminali o spegnere gli incendi.

È arrivato dopo che i dati ufficiali hanno rivelato che ristoranti e pub erano responsabili di meno del tre per cento di tutti i focolai registrati di malattie respiratorie nella settimana in cui Boris Johnson ha annunciato il coprifuoco delle 22:00 nel settore dell’ospitalità.

Solo 22 focolai di infezioni respiratorie acute sono stati segnalati nei punti vendita di cibo in Inghilterra tra il 14 e il 20 settembre. Diciassette di questi sono stati confermati fino a Covid-19, mentre gli altri potrebbero essere stati influenza o altre malattie virali.

I dati di Public Health England forniscono un’istantanea di dove i virus si stanno diffondendo nel paese.

In un aggiornamento settimanale sui focolai in contesti diversi, PHE segnala le situazioni in cui a due o più persone è stata diagnosticata la stessa infezione toracica e i casi segnalati ai team di sanità pubblica dei consigli locali. Le epidemie possono variare notevolmente in termini di dimensioni e non vengono pubblicati dati sul numero di persone coinvolte in ciascuna di esse.

Bolton è ancora l'hotspot del Covid-19 della Gran Bretagna dopo aver subito più di 200 casi su 100.000 nell'ultima settimana.  Anche altre aree della Gran Bretagna colpite da blocchi locali hanno visto aumentare le infezioni, nonostante siano state imposte misure più severe

Bolton è ancora l’hotspot del Covid-19 della Gran Bretagna dopo aver subito più di 200 casi su 100.000 nell’ultima settimana. Anche altre aree della Gran Bretagna colpite da blocchi locali hanno visto aumentare le infezioni, nonostante siano state imposte misure più severe

I BLOCCHI LOCALI NON FUNZIONANO, I DATI MOSTRANO

I dati mostrano che Luton è l'unica area in Inghilterra che è riuscita a respingere i casi abbastanza lontano da poter revocare le regole draconiane, ma il suo tasso di infezione sta ricominciando a salire

I dati mostrano che Luton è l’unica area in Inghilterra che è riuscita a respingere i casi abbastanza lontano da poter revocare le regole draconiane, ma il suo tasso di infezione sta ricominciando a salire

I blocchi locali economicamente paralizzanti e socialmente vincolanti non riescono a frenare i focolai di coronavirus, mostra l’analisi.

Più di 17 milioni di britannici in 48 cittadine, città e distretti vivono attualmente con libertà ancora più limitate rispetto al resto del paese.

A molti è stato impedito di incontrare amici o familiari in casa e gli studenti universitari nelle aree chiuse sono praticamente confinati nelle loro residenze.

Ai residenti in questi luoghi è stato detto che le regole sono essenziali per sopprimere il virus, ma i dati mostrano che Luton è l’unica area in Inghilterra che è riuscita a respingere i casi abbastanza lontano da poter revocare le regole draconiane.

Tuttavia, si teme che la città del Bedfordshire possa essere nuovamente soggetta a restrizioni dopo che i casi sono aumentati di un terzo nell’ultima settimana, da 26 per 100.000 a 35,5 per 100.000.

Anche Stockport e Wigan sono riusciti a liberarsi dalle catene dei blocchi locali, ma venerdì sono state reimposte le misure dopo il rimbalzo delle infezioni. Le altre 46 regioni bloccate registrano tutte aumenti di infezioni, secondo gli ultimi dati del governo.

Bolton è ancora l’hotspot del Covid-19 della Gran Bretagna dopo aver subito più di 200 casi su 100.000 nell’ultima settimana. I casi sono più che triplicati nelle ultime tre settimane, nonostante la città di Greater Manchester sia entrata in un blocco locale all’inizio di questo mese.

I dati sono preoccupanti perché implicano che le misure a livello nazionale annunciate la scorsa settimana – inclusa la “ regola delle sei ” e il coprifuoco delle 22:00 – facciano poco per fermare la diffusione del coronavirus, a scapito di limitare le libertà delle persone e danneggiare l’economia.

I focolai di ristoranti e negozi di alimentari sono rimasti molto indietro rispetto a scuole e college, che hanno rappresentato il 44% dei focolai in Inghilterra – un totale di 341. Le case di cura hanno registrato il 25% dei focolai della settimana, un totale di 195, seguiti da uffici e fabbriche, che ha visto il 16%, per un totale di 124.

Su tutti i 772 focolai di tosse registrati in tutto il paese nella settimana fino al 20 settembre, 532 sono stati direttamente collegati al coronavirus.

Le cifre arrivano tra le crescenti preoccupazioni che la chiusura di pub e ristoranti alle 22:00 possa portare a un picco di infezioni. Durante il fine settimana i viaggiatori ubriachi sono stati immaginati che si affollavano sui mezzi pubblici al momento dell’abbandono: probabilmente sarebbero stati sparsi per periodi di tempo più lunghi prima del coprifuoco.

I bevitori sono stati anche visti festeggiare per le strade di Piccadilly Circus, Leeds, Liverpool e Manchester dopo essere stati costretti a uscire dai locali che chiudevano le persiane.

Il sindaco di Manchester, Andy Burnham, ha avvertito che la severa restrizione del governo sta facendo “più male che bene” spingendo le folle nei supermercati a comprare alcolici da bere sui marciapiedi o nelle loro case.

E i proprietari hanno anche avvertito che le misure potrebbero scontare una “condanna a morte” per le imprese che a malapena “calpestano” dopo aver perso mesi di scambi durante il blocco generale del Regno Unito.

I focolai di infezioni respiratorie acute – quando due o più persone hanno la stessa tosse – sono diventati otto volte più comuni nella seconda settimana di settembre rispetto alla prima nelle scuole inglesi (da 23 a 193).

Non tutti i focolai saranno Covid-19 – sono infezioni al torace più in generale – ma alcuni lo sono.

L’alto livello di epidemie nelle scuole potrebbe essere dovuto a una recrudescenza del rinovirus, che causa il naso che cola, suggeriscono i dati di Public Health England.

Il suo grafico mostra un aumento importante nei casi di questo virus quando i bambini si mescolano nelle scuole, dopo aver trascorso mesi a casa.

I dati probabilmente aumenteranno la pressione sul governo affinché prenda in considerazione la possibilità di abbandonare il coprifuoco delle 22:00, accusato di essere “pericoloso” e di “creare un incentivo per le persone a radunarsi nelle strade”.

L’ex contendente alla leadership laburista, il signor Burnham, ha dichiarato: ‘Ho ricevuto segnalazioni che i supermercati erano assolutamente pieni fino alle travi, molte persone si riunivano dopo le 22:00.

‘Penso che ci sia bisogno di una revisione urgente delle prove emergenti dalle forze di polizia in tutto il paese. La mia sensazione viscerale è che questo coprifuoco stia facendo più male che bene.

“È potenzialmente contraddittorio perché crea un incentivo per le persone a radunarsi per strada o, più probabilmente, a riunirsi in casa. Questo è l’opposto di ciò che le nostre restrizioni locali stanno cercando di fare.

“Non credo che questo sia stato adeguatamente pensato per essere onesto e ovviamente danneggia anche bar e ristoranti.”

Le sue parole sono state riprese dal sindaco di Liverpool Joe Anderson. La città ha visto il suo numero medio di casi giornalieri quasi triplicarsi in due settimane, spingendolo nella lista di controllo del governo.

Sbattendo l’approccio generale del governo, ha detto: “ Non puoi avere licenze fuori servizio e supermercati aperti fino a mezzanotte che vendono birra, e pub che si svuotano alle 22:00, quando la gente va alle licenze fuori uso, compra birra, beve o per strada in grandi gruppi o andare a casa e bere in grandi gruppi. Si limiterà a diffondere il virus.

‘La situazione attualmente sta rendendo le cose più pericolose e non migliori.

“Penso che sia stupido chiudere i ristoranti alle 22:00”, ha detto, aggiungendo che la mezzanotte sarebbe “più responsabile” e che le chiusure dei pub dovrebbero essere scaglionate.

Un parlamentare conservatore infuriato ha anche espresso la sua preoccupazione per le misure, dicendo a Politico: “ Quale idiota dalla faccia da pagliaccio ha pensato che sarebbe stata una buona idea cacciare migliaia di fottuti dai pub in strada e sulla metropolitana allo stesso tempo?

“È come una sorta di esperimento malato per vedere se è possibile incubare una seconda ondata.”

Le immagini hanno mostrato migliaia di festaioli che si affollavano per le strade e i mezzi pubblici dell’Inghilterra questo fine settimana dopo che il coprifuoco è iniziato alle 22:00.

I dati di NHS Test and Trace rivelano che tra il 21 e il 27 settembre il luogo di trasmissione più comune è stato segnalato come in casa o come visitatore di un’altra famiglia.

I dati hanno anche mostrato che i malati di coronavirus avevano più probabilità di riferire di mangiare fuori o fare la spesa prima di sviluppare i sintomi, seguiti da una vacanza o vivere da soli o con la famiglia.

Gli scienziati sono divisi sulla scadenza delle 22:00 che “non sembra essere basata su prove”, suggerendo invece che si è arrivati ​​a utilizzare un compromesso tra il danno economico e il desiderio di frenare la diffusione virale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.