Ottobre 27, 2020 0

Coronavirus: Coronavirus | Non è ancora chiaro se il vaccino sarà gratuito per tutti in India

Coronavirus:  Coronavirus |  Non è ancora chiaro se il vaccino sarà gratuito per tutti in India

Dipenderà dal candidato specifico, dal dosaggio, afferma VK Paul di NITI Aayog

Non è chiaro se un vaccino COVID-19, ogni volta che sarà pronto, sarà gratuito per tutti in India e sarebbe così dipenderà dall’esito degli studi clinici in corso per testare il vaccino, ha affermato il capo del comitato. supervisionare lo sviluppo del vaccino e pianificare la sua distribuzione.

Leggi anche: Coronavirus | Le speranze aumentano per il vaccino di Oxford

“Avremo maggiore chiarezza nelle prossime settimane, quando saranno disponibili i dati di prova delle sperimentazioni in corso (fase 3) del Serum Institute of India (che sta testando il vaccino Oxford AstraZeneca). Il successo di esso e degli altri candidati determinerà la disponibilità e il dosaggio richiesto e poi potremo discutere di finanziamento. Le prossime tre settimane forniranno chiarezza su questo punto “, ha affermato il dott. VK Paul della NITI Aayog, che guida il comitato di esperti del Centro sui vaccini. Ha parlato a margine di una conferenza stampa martedì.

Al briefing, in risposta a una domanda di L’indù, Il Dr. Paul ha detto che “per il prossimo futuro” sembrava che “le risorse non sarebbero state un problema” nel rendere disponibili gratuitamente i vaccini.

“Le consultazioni sono attive; stiamo elaborando progetti nel tentativo di risolvere questo problema. Abbiamo chiesto agli Stati di tenere presente l’interesse nazionale per quanto riguarda la prioritizzazione e la disponibilità dei vaccini “, ha affermato.

Leggi anche: Coronavirus | Prove su una dozzina di vaccini in corso, dice Gagandeep Kang

La scorsa settimana, il primo ministro del Tamil Nadu Edappadi K. Palaniswami ha detto che, una volta pronto, il vaccino sarebbe stato somministrato gratuitamente a tutti nello Stato. Il manifesto del sondaggio del BJP in Bihar ha promesso un vaccino gratuito ai residenti. Il ministro dell’Unione Pratap Sarangi ha detto a Bhubaneshwar che un vaccino sarebbe gratuito su tutta la linea.

Sebbene il governo fornisca diversi vaccini gratuitamente ai bambini e alle donne incinte nell’ambito del suo programma di immunizzazione nazionale, l’enorme portata della pandemia e dei complessi accordi finanziari internazionali alla base dello sviluppo e della distribuzione dei vaccini, significa che c’è incertezza sui costi effettivi per il Centro.

Lo schema Gavi Covax Advance Market Commitment, che coinvolge quasi 180 paesi, è un meccanismo per garantire che un vaccino, quando pronto, sia equamente disponibile a livello globale. Lo schema richiede 2 miliardi di dollari per essere in grado di preparare 2 miliardi di dosi entro il 2021 e finora gli impegni dei paesi ammontano a quasi 1 miliardo di dollari per garantire l’accesso a gruppi vulnerabili ad alto rischio. L’impegno finanziario dell’India in questo programma non è ancora chiaro. Questo è separato dagli accordi bilaterali che i paesi hanno stipulato per garantire l’accesso ai propri cittadini.

Leggi anche: Quanto siamo vicini a ottenere un vaccino COVID-19?

Funzionari governativi hanno precedentemente indicato che mentre il vaccino sarebbe gratuito per i poveri, potrebbe anche essere venduto fino a ₹ 120-140.

Una persona, che è coinvolta nello screening di potenziali candidati vaccini per il Dipartimento di Biotecnologie, ha affermato, a condizione di anonimato, che la somministrazione effettiva del vaccino a una persona comporta costi enormi.

“Il costo della somministrazione di un vaccino potrebbe essere tanto quanto il vaccino stesso. Questo è un vaccino virale e la loro coltura è più difficile e più costoso dei vaccini batterici. Anche questo deve essere iniettato a 30 giorni di distanza, il che è molto più costoso, ad esempio, del vaccino antipolio orale. C’è un costo significativo e qualcuno deve pagare “, ha detto lo scienziato.

Commenta | Più che un vaccino, si tratta di vaccinazione

Covaxin, sviluppato da Bharat Biotech Limited con sede a Hyderabad, e ZyCovD da Zydus Cadilla con sede ad Ahmedabad sono altri due vaccini candidati in fase di sperimentazione in India che sono in fase di sperimentazione 2, o il passaggio prima di grandi sperimentazioni di fase 3. Mentre il vaccino AstraZeneca è in fase di sperimentazione in India, il Serum Institute ha finora impegnato solo 200 milioni di dosi per l’India e altri 92 paesi a basso e medio reddito. Le dosi effettive da mettere a disposizione per l’India sono incerte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.