Ottobre 16, 2020 0

Coronavirus: Coronavirus al ‘punto di svolta’ in Europa, colpisce i gruppi a rischio

Coronavirus: Coronavirus al ‘punto di svolta’ in Europa, colpisce i gruppi a rischio

“Se non riusciamo a gestirlo, corriamo il rischio di trovarci in una situazione più difficile da controllare”, ha detto Bertrand Levrat, il capo del più grande complesso ospedaliero della Svizzera. “Siamo davvero a un punto di svolta: le cose possono andare in entrambe le direzioni”.

Ma mentre i funzionari lanciano l’allarme sull’aumento dei casi, sono anche cauti nell’imporre i blocchi più severi a livello nazionale che hanno devastato le loro economie nei primi mesi della pandemia. Invece, stanno provando restrizioni più mirate.

La Francia sta dispiegando 12.000 poliziotti in più per far rispettare il suo nuovo coprifuoco; Sabato sera sarà la prima volta che gli stabilimenti saranno costretti a chiudere alle 21:00. Ristoranti, cinema e teatri stanno cercando di capire come sopravvivere alle chiusure anticipate forzate.

Lo ha detto il ministro della Cultura Roselyne Bachelot Il parigino giornale sta negoziando per eccezioni a un coprifuoco di un mese nella regione di Parigi e in altre otto aree metropolitane.

Una catena di cinema inizierà ad aprire alle 8 del mattino nella speranza di recuperare le perdite serali. Poiché i ristoranti di Parigi generalmente aprono alle 19:00 o alle 19:30 per cena, alcuni potrebbero chiudere del tutto perché non ha più senso finanziario rimanere aperti per un turno così breve.

“Il mondo della cultura francese non è invincibile, ha bisogno di aiuto”, ha detto venerdì alla radio RTL l’autore e regista Yoann Sfar, che ha un nuovo film in uscita.

L’Italia, il primo paese al di fuori dell’Asia a rilevare la trasmissione locale del virus, ha vietato le riunioni pubbliche dopo che i funzionari sanitari hanno affermato che la rinascita aveva raggiunto “una fase acuta” dopo un periodo di relativa grazia a seguito del suo blocco particolarmente rigido. Speranza, il ministro della Salute, ha detto che ogni nuova misura in Italia, compreso il coprifuoco, deve essere “ben ponderata”.

Massimo Galli, direttore delle malattie infettive dell’ospedale Luigi Sacco di Milano, ha affermato che l’impennata in Italia – che questa settimana ha raggiunto picchi pandemici di nuove infezioni quotidiane – non è il risultato di test record, come hanno suggerito i responsabili politici, ma un segno di un vero ritorno tra la popolazione più a rischio di sviluppare malattie gravi se infetta.

Il dottor Massimo Galli, nella foto, ha detto che la situazione attuale ricorda i primi giorni della pandemia a Milano.Credito:AP

Questa è una tendenza preoccupante poiché una marea di casi gravi ha il potenziale per sommergere gli ospedali, ed è una tendenza che può essere osservata in altri paesi del continente poiché molti vedono numeri anche più alti dell’Italia.

Francia, Spagna e Gran Bretagna hanno registrato più di 300 contagi ogni 100.000 residenti nelle ultime due settimane, rispetto all’accelerazione italiana ma relativamente bassa 106.

La Repubblica Ceca ha riportato più di 700 persone infette ogni 100.000, e l’esercito del paese inizierà a costruire un ospedale da campo presso il centro espositivo di Praga questo fine settimana, un promemoria dei giorni bui della primavera quando molti paesi hanno installato strutture di fortuna per allentare la pressione sui sopraffatti centri medici. Il governo sta anche negoziando con la vicina Germania e alcuni altri paesi affinché i cechi vengano curati lì se il sistema sanitario non può gestirli.

In Italia, Milano è l’epicentro della rinascita, e anche lei vede i suoi ospedali messi a dura prova. Il reparto COVID-19 di Sacco è stato il primo in città a riempirsi.

“Abbiamo una situazione che ricorda in modo piuttosto angosciante quella che abbiamo già vissuto”, ha detto Galli, riferendosi al picco di marzo e aprile quando l’Italia ha raggiunto il suo record di 969 morti in un giorno. Il Paese ha registrato 83 morti su Giovedì – due volte i giorni precedenti, ma molto lontano dai livelli precedenti.

Già a Milano, Galli ha affermato che il numero di pazienti anziani o con altri fattori di rischio è in crescita, indicando che il virus è andato oltre la sua espansione iniziale di fine settembre, quando la maggior parte dei casi erano lievi o asintomatici catturati dallo screening e dal contact tracing.

Da allora, mescolarsi tra le famiglie, all’interno delle aziende e tra gli studenti al di fuori della scuola ha alimentato la diffusione alle persone più vulnerabili, ha detto, rinnovando la pressione sugli ospedali di Milano.

“La tendenza è già lì, ed è francamente allarmante”, ha detto, anche se ha notato che non tutta l’Italia stava ancora vivendo un’impennata.

Ma quella, ha detto, potrebbe essere solo una questione di tempo. Galli ha detto che l’Italia “seguirà le orme” dei suoi vicini europei a meno che la catena di trasmissione non venga bloccata nelle prossime due settimane.

Caricamento in corso

Galli teme che le nuove restrizioni a livello nazionale adottate nelle ultime due settimane – tra cui maschere obbligatorie all’aperto, divieto di giochi sportivi tra amici e chiusura dei ristoranti a mezzanotte – non siano sufficienti. Ha sollecitato l’imposizione di maggiori restrizioni ai trasporti pubblici e alle attività ricreative se le autorità vogliono evitare un altro blocco, un male sia per l’economia che per il tessuto sociale.

Mentre il blocco dell’Italia in primavera gli ha fatto guadagnare più tempo, Galli ha detto che l’attuale rinascita mostra “quanto velocemente si rischia di sprecare i risultati di un intervento anche molto deciso e molto importante”.

Iscriviti alla nostra newsletter sull’aggiornamento del coronavirus

Ricevi la nostra newsletter sull’aggiornamento del Coronavirus per gli sviluppi cruciali della giornata e i numeri che devi sapere. Iscriviti a Il Sydney Morning Herald’s newsletter qui e The Age’s Qui.

I più visti al mondo

Caricamento in corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.