Gennaio 14, 2021 0

Coronavirus: Coprifuoco nazionale dalle 6 alle 18: la Francia inasprisce i controlli sul coronavirus

Coronavirus: Coprifuoco nazionale dalle 6 alle 18: la Francia inasprisce i controlli sul coronavirus

Grandi parti del paese, compresa la maggior parte delle sue regioni che confinano con Belgio, Germania, Svizzera e Italia, hanno già dovuto affrontare restrizioni di movimento dalle 18:00 alle 18:00.

“Alle 18:00, la vita si ferma”, afferma il produttore di champagne Alexandre Prat.

Il primo ministro francese Jean Castex, a sinistra, e il ministro della Salute francese Olivier Veran annunciano l’estensione del coprifuoco nazionale di 12 ore.Credito:AP

Fino a un paio di settimane fa, il coprifuoco notturno non è entrato fino alle 20:00 nella regione di Prat, la Marna. I clienti si fermavano ancora per comprare bottiglie dei vini frizzanti della sua famiglia mentre tornavano a casa, ha detto. Ma quando l’orario limite è stato anticipato alle 18:00 per rallentare le infezioni virali, i bevitori sono scomparsi.

“Ora non abbiamo nessuno”, ha detto Prat.

Un precedente coprifuoco combatte la trasmissione del virus “proprio perché serve a limitare le interazioni sociali che le persone possono avere alla fine della giornata, ad esempio nelle case private”, ha detto il portavoce del governo francese Gabriel Attal prima dell’annuncio di Castex.

La gente gusta un bicchiere di vin brulé per strada prima del coprifuoco a Strasburgo, nella Francia orientale, a dicembre.  Il paese è stato uno dei primi a introdurre un rigido blocco lo scorso anno, ma presto ha allentato le regole.

La gente gusta un bicchiere di vin brulé per strada prima del coprifuoco a Strasburgo, nella Francia orientale, a dicembre. Il paese è stato uno dei primi a introdurre un rigido blocco lo scorso anno, ma presto ha allentato le regole.Credito:AP

Il numero di pazienti COVID-19 in ospedale è rimasto stabile da 24.000 a 25.500 per cinque settimane. Ma i funzionari sanitari sono preoccupati per la variante più trasmissibile rilevata per la prima volta in Gran Bretagna, che ora rappresenta circa l’1% dei nuovi casi in Francia.

Da lunedì tutti i viaggiatori che arrivano in Francia dall’esterno dell’Unione Europea dovranno mostrare un test COVID-19 negativo e autoisolarsi per una settimana all’arrivo.

“Dobbiamo fare di tutto per evitare che questa variante si diffonda in Francia”, ha detto il ministro della Salute Olivier Veran.

Il coprifuoco notturno è diventato la norma in gran parte dell’Europa, ma la restrizione dalle 18:00 alle 6:00 è la più dura ovunque nelle 27 nazioni dell’Unione europea. Il coprifuoco di altri paesi inizia più tardi e spesso finisce prima.

Caricamento in corso

In Italia, va dalle 22:00 alle 5:00, così come il coprifuoco dal venerdì sera alla domenica mattina in Lettonia. Le regioni del Belgio che parlano francese hanno un coprifuoco dalle 22:00 alle 6:00, mentre nella regione di lingua olandese del Belgio le ore sono da mezzanotte alle 5:00.

Le persone che escono tra le 20:00 e le 5:00 in Ungheria devono essere in grado di mostrare alla polizia una prova scritta da parte dei loro datori di lavoro che stanno lavorando o facendo il pendolare.

Non ci sono coprifuoco in Bulgaria, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Irlanda, Lituania, Malta, Svezia, Polonia o Paesi Bassi, sebbene il governo olandese stia valutando se imporne uno rallentare i nuovi casi COVID-19.

In Francia, i critici del coprifuoco delle 18:00 affermano che la prima volta in realtà riunisce di più le persone dopo il lavoro, quando si ammucchiano sui mezzi pubblici, intasano le strade e fanno la spesa in una stretta finestra dell’ora di punta prima che debbano essere a casa.

L’allenatore di rugby femminile Felicie Guinot dice che negoziare il traffico dell’ora di punta a Marsiglia è diventato un incubo. La città nel sud della Francia è tra i luoghi in cui la variante del virus più contagiosa ha iniziato a divampare.

“È una corsa in modo che tutti possano essere a casa entro le 18:00”, ha detto Guinot.

Il coprifuoco nazionale durerà inizialmente 15 giorni.

“La situazione non richiede che imponiamo un nuovo blocco”, ha detto Castex. Ma il governo sarebbe pronto a ordinare una nuova reclusione se l’epidemia peggiorasse.

La Francia è stata più lenta dei vicini come Gran Bretagna e Germania a distribuire un vaccino, ma Veran ha detto che circa 318.000 persone erano state inoculate e che il paese era sulla buona strada per fornire più di 1 milione di vaccini COVID-19 entro la fine del mese.

Reuters, AP, Bloomberg

I più visti al mondo

Caricamento in corso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© Copyright 2018. 99CoronaVirus.com. Designed by 99CoronaVirus.com.